Firenze, quattro molotov contro caserma dei Carabinieri dopo arresto di un gruppo di anarchici

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 21 Apr 2016 alle ore 10:27am

molotov contro carabinieri

Quattro bottiglie incendiarie sono state lanciate verso le 5 di questa mattina contro la Caserma dei Carabinieri di Rovezzano, a Firenze.

Due quelle esplose, che hanno provocato danni ma per fortuna nessun ferito. Un muro è rimasto annerito e l’unità esterna di un condizionatore danneggiata.

L’incendio è stato spento dai Vigili del Fuoco. Il fatto è avvenuto alcune ore dopo l’arresto di tre anarchici, due uomini e una donna.

Gi arresti sono stati eseguiti fuori da uno stabile abbandonato in lungarno Generale dalla Chiesa, dove era in corso un rave a cui stava partecipando una cinquantina di anarchici.

Una pattuglia dei Carabinieri è intervenuta dopo aver notato un uomo che faceva pipì per strada. Quando sono scesi dall’auto i militari sono stati circondati da altre persone che stavano partecipando alla festa.

Sul posto sono giunti i soccorsi altri Carabinieri, Polizia e Polizia municipale. Intorno a mezzanotte alcune decine di anarchici si sono radunati sotto la questura, tenuti a distanza da un cordone di agenti in tenuta antisommossa.

Alcune ore dopo, però, intorno alle 5 del mattino, quattro molotov sono state lanciate contro la stazione dei carabinieri di Rovezzano, non lontano dal luogo dove era in corso la festa.