Festa del papà, come si preparano le Zeppole di San Giuseppe

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 19 Mar 2018 alle ore 6:42am

Le Zeppole di San Giuseppe sono un dolce tipico che si prepara durante la Festività di San Giuseppe, il 19 marzo e dunque anche in occasione della Festa del Papà.

Sono dette anche zeppole napoletane o zeppole di patate, perché hanno un’origine proprio a Napoli e possono essere cotte al forno, come un grande bignè di pasta ripieno di crema pasticcera che viene poi guarnito con amarene sciroppate e una spolveratina di zucchero a velo, o fritte e poi farcite sempre con crema pasticcera e amarene sciroppate.

Come si preparano le zeppole di San Giuseppe al forno

Ingredienti per 12 Zeppole di San Giuseppe

– Acqua 250 ml
– Farina Tipo 00 160 gr
– Uova 4
– Burro 70 gr
– Buccia Grattugiata di limone
– Sale Marino 1 pizzico

Per la crema

– Latte 500 ml
– Farina Tipo 00 1 cucchiaio
– Zucchero Bianco 5 cucchiai rasi
– Limoncello 1 bicchierino
– Uova 2 tuorli

Decorazione

– Zucchero a velo
– Amarene sciroppate, q.b.

Preparazione Zeppole al forno

1. Mettete in una pentola l’acqua, il burro tagliato a dadini e un pizzico di sale. Fate sciogliere il burro e portate a ebollizione.

2. Spegnete il fuoco, aggiungete la farina (che avrete precedentemente setacciato) e la buccia grattugiata di un limone (che donerà un invitante profumo ai bignè, una volta cotti)

3. Mescolate e rimettete sul fuoco per un paio di minuti o almeno fino a quando il composto non si sarà staccato dalle pareti della pentola.

4. A questo punto aggiungete le uova, mescolando tutto molto bene.

5. Rimettete sul fuoco per un paio di minuti, poi spegnete  e mettete il composto in una siringa da pasticcere.

6. Foderate di carta da forno una teglia e create dei cerchi concentrici di pasta. Ogni disco di pasta dovrà poi essere sormontato da un circoletto di pasta che darà “spessore” al bignè e dopo averli cotti, inserirete la crema pasticcera.

7. Cuocete in forno i bignè (a 200° per circa 20 minuti) preparate la crema pasticcera. In un pentolino mettete il latte e la farina.

8. Mescolatela con una frusta a mano facendo attenzione che non si formino grumi.

9. Cuocete a fuoco medio sempre mescolando, aggiungete i tuorli d’uovo e lo zucchero. Prima che la crema addensi aggiungete il bicchierino di limoncello che donerà il profumo alla crema pasticcera.

10. Fatela rapprendere e spegnete quando avrà raggiunto la consistenza che preferite

11. Aggiungete su ogni Zeppola di san Giuseppe un’amarena sciroppata, o più di una, se preferite e spolverate con zucchero a velo. Servite subito. Si conservano in frigo al massimo per due giorni.

Se volete mangiare zeppole di San Giuseppe fritte, cuocetele prima al forno e poi friggetele.

Varianti delle zeppole

La zeppola cotta al forno risulta più leggera, digeribile e – se vogliamo anche più light. In alternativa però, esiste una tradizione di zeppole di San Giuseppe fritte che vengono appoggiate su dischi di carta da forno (che gli impedisce di attaccarsi al fondo della padella, dato il loro peso) e immerse in olio di semi di arachide bollente. Così preparate, vengono poi farcite nello stesso identico modo in cui sono farcite le zeppole di San Giuseppe al forno. Questa variante risulterà più grassa e morbida ma ugualmente molto saporita.