Sclerosi multipla: eseguito trapianto di staminali sui primi 3 pazienti

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 30 Giu 2018 alle ore 8:38am

Un trapianto di cellule staminali è stato eseguito con successo sui primi tre pazienti affetti da sclerosi multipla. La sperimentazione in questione è stata coordinata da Angelo Vescovi, direttore scientifico di Revert Onlus e dell’Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, che ha ideato e coordinato lo studio.

I pazienti trattati non hanno manifestato effetti collaterali. L’annuncio è stato dato in Vaticano, in occasione dell’Assemblea Nazionale della Pontificia Accademia per la Vita, da Monsignor Paglia e da Vescovi.

La sperimentazione clinica di fase I sulla sclerosi multipla secondaria progressiva è condotta in collaborazione con la Fondazione Cellule Staminali di Terni, l’Azienda Ospedaliera ‘Santa Maria’ di Terni, lo Swiss Institute for Regenerative Medicine e l’Ospedale Cantonale di Lugano ha eseguito un trapianto sul primo campione di pazienti con l’iniezione di 5 milioni di cellule staminali nella cavità del ventricolo laterale cerebrale per favorirne la diffusione nel sistema nervoso centrale attraverso il liquido cefalorachidiano.

Il trattamento, eseguito dal neurochirurgo Sandro Carletti, responsabile del Dipartimento di Neuroscienze dell’Ospedale Santa Maria di Terni, è avvenuto senza complicazioni e non si sono registrati eventi avversi imputabili alla procedura. L’ultimo paziente è stato trattato lo scorso 13 giugno.