E’ morto nella sua casa di Londra lo scrittore Vidiadhar Surajprasad (V.S.) Naipaul, Nobel per la Letteratura nel 2001 e autore di numerosi romanzi e saggi. Aveva 85 anni.

Nato nel 1932 a Trinidad, allora colonia britannica, da una famiglia emigrata nei Caraibi dall’India alla fine dell’800, Naipaul si era trasferito in Inghilterra da giovane per studiare a Oxford. Ha scritto oltre 30 libri, ha iniziato con una serie di ritratti immaginati di vita caraibica, ispirandosi ai racconti del padre. Nella fase successiva, attraverso gli anni ’60, l’ispirazione gli è arrivata poi dai suoi viaggi fatti in giro per il mondo.

La profonda disillusione che ha sperimentato visitando l’India ha generato in lui la cosiddetta ‘trilogia’ di saggi indiani. Nell’insignirlo con il Nobel per la Letteratura, l’Accademia di Svezia nel 2001 scrisse che V.S. Naipaul ha “unito una narrazione acuta e capacità d’osservazione insopprimibile in lavori che ci obbligano a vedere la presenza di storie soppresse”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.