Medicina estetica, i 5 trattamenti più sicuri

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 25 Feb 2019 alle ore 6:51am

La medicina estetica è meno invasiva rispetto alla chirurgia estetica e in forte crescita in Italia da almeno 15 anni.
Ma è sicura? Visto che milioni sono gli italiani che la scelgono ogni anno. E quali sono i metodi a cui ci si può affidare con un rapporto costi benefici vantaggioso per i pazienti?

A rispondere e’ il professore Francesco Madonna Terracina, docente presso la Scuola Internazionale di Medicina estetica della “Fondazione Fatebenefratelli” di Roma e chirurgo plastico.

“Le risposte a queste domande sono in verità articolate e dipendono da una serie di considerazioni che sono evidentemente anche di natura soggettiva” spiega l’esperto.

La medicina estetica, a differenza della chirurgia estetica, racchiude procedure a bassissima invasività ma ciascuna tecnica per quanto affidabile può avere diversi effetti collaterali ed è per questo motivo che per evitare inutili rischi il suggerimento è quello di affidarsi a mani esperte, professionisti del settore.

In merito alle tecniche da preferire la scelta è evidentemente complessa ma è senz’altro doveroso effettuare un distinguo: esistono tecniche di cui si conosce tutto o quasi tutto in quanto impiegate da diversi anni ed apprezzate da operatori e pazienti poiché sono in grado di fornire risultati reali, tangibili a costi anche abbordabili e con un grado di sicurezza elevato.

Altre invece sono il più delle volte frutto di operazioni dì marketing, di dubbia efficacia e con un livello di rischi elevati.

Ecco quindi una lista dei 5 trattamenti più sicuri a cui ci si può fidare in base ai dati scientifici:

1) Tossina botulinica: a dispetto di qualche infondata maldicenza rimane la tecnica di medicina estetica maggiormente utilizzata per il trattamento delle rughe di espressione della fronte e della regione perioculare. Secondo recenti dati AICPE sarebbero oltre 220000 l’anno le procedure effettuate solo in Italia e da mani esperte con effetti collaterali davvero trascurabili. La procedura dura pochi minuti, i benefici hanno una durata di 4-6 mesi e la completa reversibilità è già di per sé una garanzia di sicurezza.

2) Filler con acido ialuronico: anche in questo caso si tratta di una tecnica che viene praticata con successo da quasi 30 anni con oltre 280000 procedure l’anno in Italia.
Utilizzata per riempire le rughe del volto, dare turgore alle labbra ed agli zigomi o anche per rivitalizzare e biostimolare i tessuti con risultati gradevoli e naturali. Il prodotto è perfettamente bio compatibile e completamente riassorbibile con tempi variabili tra i 4 e gli 8 mesi.

3) Lifting non chirurgico con ultrasuoni guidati ecograficamente: è un’innovazione della medicina estetica con il supporto dell’approvazione della Food and drugs administration; una sola seduta di circa 1 ora senza alcuna invasività è sufficiente per tendere e risollevare i tessuti che cedono del viso e del collo. Non comporta alcuna cicatrice e risultati sono naturali, immediati e duraturi. È un trattamento abbastanza costoso ma ideale per chi ha poco tempo a disposizione e non vuole sottoporsi a procedure che prevedono un impegno maggiore o tempi di ripresa troppo lunghi.

4) Peeling chimico: è una procedura “storica” in medicina estetica tuttora impiegata con grandissimo successo.
Prevede l’applicazione di maschere e creme a base di acidi in percentuali variabili. Aiuta a migliorare la texture cutanea grazie ad un’effetto di esfoliante più o meno intenso. Le zone che beneficiano maggiormente di questa metodica sono viso, collo, mani e décolleté. Prevede concentrazioni non elevatissime e tempi di ripresa estremamente rapidi senza pregiudicare la vita sociale delle persone che lo richiedono.

5) Criolipolisi: tecnica indolore che sfrutta il “congelamento” del cellule adipose per ridurre il grasso corporeo. A distanza di giorni dal trattamento le cellule adipose vengono eliminate in modo naturale dal sistema linfatico, determinando una riduzione soddisfacente degli eccessi adiposi degli arti inferiori, dei glutei, dell’addome e dei fianchi. Una alternativa questa molto affidabile e soprattutto non invasiva come la liposuzione.