maggio 6th, 2019

Giornata Nazionale Mal di Testa: dal 13 al 17 maggio Open Day presso i principali centri specializzati italiani

Pubblicato il 06 Mag 2019 alle 2:31pm

L’Organizzazione Mondiale della Sanità stima che il 50% degli adulti soffre di cefalea, detto mal di testa, con un episodio verificatosi almeno una volta nell’ultimo anno; per persone di età comprese tra i 18 e i 65 anni, la cui percentuale cresce fino al 75% e, tra questi, più del 30% ha sofferto di emicrania, una delle tre forme principali di cefalee primarie. Il mal di testa, però, non risparmia neanche i più giovani: si stima che oltre il 40% dei ragazzi sia colpito da cefalea e che 10 bambini su 100 soffrano di emicrania. (altro…)

Dolor Y Gloria, il film di Pedro Almodóvar al cinema dal 17 Maggio

Pubblicato il 06 Mag 2019 alle 9:03am

DOLOR Y GLORIA è un film di Pedro Almodóvar al cinema dal 17 maggio 2019, con Asier Etxeandia, Julieta Serrano, Antonio Banderas, Penélope Cruz, Cecilia Roth, distribuito da Warner Bros Italia. (altro…)

Lego, in arrivo mattoncini in Braille per bambini non vedenti

Pubblicato il 06 Mag 2019 alle 8:16am

Dall´anno prossimo la Lego foundation e la Lego group lanceranno sul mercato, in diversi Paesi del mondo, confezioni di costruzioni in Braille, ovvero, simboli speciali progettati appositamente per aiutare i bimbi non vedenti ad apprendere l´alfabeto Braille in diverse lingue del mondo. E al tempo stesso queste costruzioni permetteranno ai loro genitori ed insegnanti di integrali con i Lego tradizionali, con i quali i Lego Braille saranno anche compatibili.

Il progetto viene portato al termine dopo lunghi anni, grazie al senior art director di Lego, Morten Bronde, il quale a causa di una malattia ereditaria sta progressivamente perdendo la vista. Prototipi delle confezioni di mattoncini Braille sono già in via di sperimentazione in istituti per l´aiuto ai bambini non vedenti in Danimarca, Norvegia, Regno Unito e Brasile. Secondo Philippe Chazal, tesoriere dell´associazione francese die non vedenti “oggi con sempre più computers uso di internet e videogames esistono meno possibilità per i bimbi e ragazzi non vedenti di imparare l´alfabeto Braille, quindi appoggiamo l´iniziativa di Lego e attendiamo con ansia il suo varo. Ci sembra un´idea giusta, adeguata al livello intellettuale e creativo spessissimo molto alto dei bimbi non vedenti, e i mattoncini potranno aiutarli a imparare in modo non passivo”.

Le confezioni di mattoncini Lego Braille sono progettate in modo da consentire a genitori, familiari, insegnanti e personale medico o di assistenza e di aiutare i bambini ad adoperarli. Quindi ogni mattoncino ha una lettera o un numero segnata con i tipici rilievi tondi di ogni normale mattoncino lego, e al tempo stesso quella lettera o quel numero sono anche stampati sul lato per facilitare appunto il lavoro di chi segue i bimbi che vi giocheranno. All´inizio la nuova linea di prodotti sarà lanciata sul mercato in Danimarca, Norvegia, UK e Brasile, poi in Germania e in Francia ed infine nel resto del mondo.

Scoperta nuova forma demenza, colpisce il 20% degli anziani over 80

Pubblicato il 06 Mag 2019 alle 6:57am

Uno studio internazionale pubblicato sulla rivista scientifica Brain, coordinato dall’Università del Kentu, rivela che esistono diversi tipi di demenza collegata all’invecchiamento e al morbo di Alzheimer. Uno ad esempio è dovuto ad un accumulo nel cervello di proteine amiloide e tau. E fino ad un terzo dei presunti casi di Alzheimer potrebbe esser causato da una condizione ora individuata e descritta come encefalopatia TDP-43 correlata all’età appunto, ma con prevalente causa limbica, o Late.

All’origine di tale condizione vi sarebbe un accumulo della proteina TDP-43 nel cervello, presente in un anziano su 5 dopo gli 80 anni.

Milioni gli anziani nel mondo che presentano una forma di demenza erroneamente diagnosticata come Alzheimer, ma che invece vede coinvolta quest’altra proteina presente nel cervello.

Allarme virus para-influenzali, come difendersi in questo periodo

Pubblicato il 06 Mag 2019 alle 6:27am

Anche in questo mese di maggio appena cominciato, le temperature cambiano di continuo, in quanto, si passa velocemente da picchi di caldo a picchi di freddo. A causa di questi continui sbalzi di temperatura, dicono gli esperti, sono diverse le forme di virus para-influenzali che ci sono in giro e che stanno mettendo ko tantissime persone.

L’influenza sembra non essere terminata. Sono circa 150-200 mila gli italiani a settimana che si trovano a dover fare i conti con i sintomi para-influenzali. Numerose infatti sono le persone con raffreddore, mal di gola e problemi gastrointestinali. Ed ancora quelle con crampi addominali, diarrea, vomito e talvolta anche febbre.

Fabrizio Pregliasco, virologo dell’Università di Milano, conferma che queste forme gastrointestinali, in questo specifico periodo dell’anno, sono decisamente le più diffuse. Colpiscono a tutte le età e molto spesso a fare da veicolo di trasmissione sono i bambini. Che a loro volta li trasmettono ai genitori, mamme in gravidanza, fratellini più grandi ed infine persone anziane.

Per contrastare i virus para- influenzali, il virologo Pregliasco consiglia di esporsi il meno possibile a sbalzi termici. Vestirsi a “a cipolla”, evitare il contagio lavandosi spesso le mani soprattutto se frequenti di luoghi e mezzi pubblici durante la giornata.

“L’effetto di questi virus para- influenzali dura in circa tre – quattro giorni. Si invita chi li contrae a ricorrere a un’automedicazione responsabile. Bisogna anche prestare molta attenzione all’alimentazione e all’idratazione soprattutto in caso di febbre. Il riposo è di vitale importanza. In caso di disturbi gastro- intestinali non bisogna mai eccedere con gli antidiarroici ma optare per i probiotici e a un’igiene molto attenta”.

Capelli, quali sono i colori trend della primavera estate?

Pubblicato il 06 Mag 2019 alle 6:18am

Per la primavera estate 2019 i colori dei capelli delle donne sono nelle sfumature del Living Coral, di Pantone 2019, dalle più pescate a quelle tendenti al rosa, perfette solo per chi ha capelli chiari di base o capelli scuri ma con pelle di porcellana (il contrasto, altrimenti, non sarebbe gradevole). Non stanca il rosa: ne vanno pazze anche celebrities, come Emily Ratajkowski, che lo azzarda color pastello, dusty rose, e la top model Behati Prinsloo, che lo porta tie dye ciclamino. Ma restando in tema colpi di testa, della prossima estate 2019 saranno i sunset hair, con riflessi decisi che spaziano dai toni giallo-arancio ai viola, o anche mixati tra di loro. Solo per ragazze molto coraggiose, che vogliono osare, piacere e piacersi con un tocco di colore in più.

I castani, dal terracotta al vino Tra i castani che vanno di moda nella stagione primaverile e prossima calda, troviamo anche colori tradizionali, nelle diverse sfumature, del cioccolato, nocciola, caffè, fino ad arrivare all’interessantissima new entry, che vede i terracotta hair, dalle sfumature Terra di Siena accese da riflessi copper, gli stessi che si otterrebbero con la testa illuminata dalle sfumature dorate di un tramonto estivo. Per realizzarlo, si usa la tecnica del palm painting, il corrispettivo francese del balayage, che oggi tende più al bronze, da abbinare alla pelle dorata. Resiste il mulled wine, il rosso ispirato al vin brûle perfettamente a suo agio anche con temperature più tiepide.

I per i riflessi? Dal Brasile arriva la tecnica texture paint, specie se sotto il pennello ci sono capelli ricci. Una tecnica che vede al posto dei soliti foglietti laminati per le schiariture dipingere manualmente le ciocche, in modo tale da seguire la forma naturale del capello e giocare con luci e ombre per esaltarne la tridimensionalità naturale giocando con i chiaroscuri. Alle more, basterà illuminare un po’ la chioma per cambiare look: le radici e le punte saranno dello stessissimo colore, la parte centrale più chiara. Un successo (anche) sul fronte manutenzione, perché dura almeno sei mesi. Una soluzione ibrida, ideale per tutte quelle che non hanno voglia di stravolgere il proprio look ma di cambiare almeno un po’, di essere più luminose e avvolgenti.