In base al report presentato ieri mattina dall’Istituto Superiore di Sanità, in occasione della Giornata Mondiale no Fumo è emerso che in Italia sono 11,6 milioni i fumatori, più di un italiano su cinque. Gli uomini sono 7,1 milioni e le donne 4,5 milioni.

Le fumatrici sono aumentate soprattutto nelle regioni meridionali: quasi il doppio rispetto a quelle che vivono nelle regioni centrali e settentrionali (il 22,4% al Sud e isole contro il 12,1% al Centro e il 14% al Nord). Un fumatore maschio su 4 consuma fuma più di un pacchetto di sigarette al giorno. Quasi la metà delle donne fuma tra le 10 e le 20 sigarette al giorno.

“Non cambiano negli ultimi anni le abitudini al fumo degli italiani – afferma Roberta Pacifici, direttore del Centro Nazionale Dipendenze e Doping – segno che serve incentivare campagne informative soprattutto per i giovani che rappresentano un serbatoio che alimenta l’epidemia tabagica e per le donne, per le quali è in aumento la mortalità per tumore al polmone”. In Italia le sigarette causano annualmente la morte di 80mila persone, come se fosse ogni anno fosse ‘cancellata’ una città grande come Varese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.