Se si smette di bere caffè, ecco che cosa succede

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 25 Dic 2019 alle ore 7:05am

Se si smette di prendere caffè all’improvviso si possono avere effetti collaterali transitori.

Questi possono essere:

– mal di testa
– capogiri
– sbalzi d’umore
– difficoltà di concentrazione specie nella prima settimana
– aumento dell’irritabilità
– episodi di ansia
– stanchezza generalizzata
– attacchi di fame
– depressione

Perché si manifestano

Gli effetti collaterali sopra menzionati sono tutti transitori, ossia si manifestano nella prima settimana sino ai 10 giorni dalla sospensione della bevanda.

Non bere caffè stimola l’adenosina, l’ormone della stanchezza e dello sbadiglio.

Al contrario, berlo, stimola la produzione di adrenalina e dopamina, ormoni stimolanti naturali, che ci aiutano a concentrarci specie al mattino, permettendo di arrivare sul posto di lavoro svegli e carichi.

Gli attacchi di fame, ad esempio, sono dovuti al fatto che il caffè funziona come temporaneo soppressore della sensazione di fame.

Se volete tenerli sotto controllo in alternativa, potete bere infusi freddi, non zuccherati, o sgranocchiare della frutta secca al mattino o pomeriggio come spuntino.