Tumore al seno, un nuovo farmaco per evitare la chemio

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 30 Gen 2020 alle ore 7:07am


Si potrà dire addio alla chemioterapia per tumore metastatico al seno, grazie all’arrivo di un nuovo farmaco, rimborsabile. Si tratta dell’abemaciclib, sviluppato e prodotto da Lilly, inibitore selettivo delle chinasi ciclina-dipendenti (Cdk 4&6).

In una terapia insieme a un altro farmaco della terapia ormonale, il fulvestrant, l’abemaciclib ha portato a migliorare l’aspettativa di vita, con una mediana di 46,7 mesi rispetto ai 37,3 mesi di solo trattamento con fulvestrant. Questo risultato, secondo gli studi recenti, sarà un’arma chiave per le 10mila nuove pazienti italiane che ogni anno lottano contro un tumore al seno in stadio avanzato.

Il farmaco è disponibile anche sul mercato italiano per tutte le pazienti, in pre, peri e post-menopausa, con carcinoma mammario avanzato o metastatico positivo ai recettori ormonali (Hr+), negativo al recettore del fattore umano di crescita epidermico di tipo 2 (Her2-).