benessere psicologico

Come raggiungere il benessere psicologico?

Pubblicato il 06 Mag 2014 alle 7:49am

Secondo un recente studio condotto dalla Professoressa Carol Ryff dell’Università del Wisconsin il benessere psicologico si può raggiungere mettendo in pratica sei punti fondamentali, ovvero:

1. essere autonomi, 2. avere padronanza dell’ambiente in cui ci si muove, 3. impegnarsi a crescere, 4. coltivare i rapporti e le relazioni positive con gli altri, 5. accettarsi per ciò che si è anche da un punto di vista estetico, 6. avere uno scopo nella vita.

Per autonomia si intende, saper regolare i comportamenti propri nella società in cui viviamo, ovvero sapersi relazionare con gli altri senza dover cedere a pressioni sociali.

Per percorso personale significa impegnarsi ogni giorno a migliorare, riconoscendo i propri errori, facendone tesoro, arrivando ad una vera e propria crescita graduale, distinguendo il passato dal presente. Capendo, inoltre, che con il passare degli anni la percezione delle cose che ci fanno stare bene cambia.

Essere infine positivi può aiutare a favorire le relazione personali, sopprimere le negatività che ci affliggono, e a portare avanti progetti ed ambizioni, cose che nel tempo danno serenità e appagamento.

Lo studio in questione, indica pertanto le donne che hanno una certa istruzione, spiegando che costoro sono quelle che sono in grado di raggiungere livelli di autostima e di benessere psicologico maggiori rispetto agli uomini.

Il benessere psicologico infine, può essere raggiunto anche in famiglia, come ad esempio ritrovarsi per delle feste, trascorrere insieme del tempo, confidarsi con i propri parenti e familiari, nella speranza di essere aiutati a superare momenti grigi e difficoltà.

La convivenza può giovare al benessere psicologico più del matrimonio?

Pubblicato il 26 Gen 2012 alle 10:50am

Le coppie che convivono sarebbero più felici di quelle sposate. Questo, è quanto emerge da uno studio, pubblicato sul Journal of Marriage and Family.

Le coppie sposate sarebbero avvantaggiate da indubbi benefici materiali, mentre, quelle conviventi vivrebbero in una condizione di un maggior benessere emotivo e psicologico.

Kelly Musick e il suo team del College of Human Ecology della Cornell University arruolando 2737 donne e uomini (di cui 896 di essi sposati o conviventi) hanno condotto un’importante ricerca denominata National Survey of Families and Households.

Da qui, questi scienziati, hanno analizzato le aree dedicate al benessere psicologico, dalla depressione alla felicità o ai legami sociali, studiandone anche lo stato di salute; arrivando dunque alla conclusione, che nel primo periodo dopo il matrimonio o l’inizio di una convivenza le persone vivono un momento di grande benessere e felicità, superiore a quando si è single, ma quando questa fase di start up finisce le cose iniziano a cambiare.

Le coppie sposate ne guadagnerebbero in salute, ma quelle conviventi avrebbero un livello superiore di autostima e benessere psicologico.

Per questo, secondo Musick, chiarisce che il matrimonio non rappresenta l’unica forma di unione capace di favorire il benessere psicologico.

Settimana del benessere psicologico in Campania: incontri e visite gratuite

Pubblicato il 20 Nov 2011 alle 8:13am

La ‘Settimana del benessere psicologico in Campania’ in programma dal 21 al 26 novembre, coinvolgerà più di 600 psicologi pronti a fornire un consulto gratuito presso i propri studi. (altro…)

Puglia: settimana del benessere psicologico, consulenze gratuite

Pubblicato il 04 Apr 2011 alle 9:13am

Da oggi 4 aprile e sino al 10 aprile in Puglia è la Settimana del Benessere Psicologico, durante la quale è possibile prenotare le prime consulenze psicologiche gratuite e partecipare a diverse iniziative. (altro…)