capelli

Olio di cocco, perché è un ottimo alleato di bellezza

Pubblicato il 17 Mag 2019 alle 9:48am

L’olio di cocco , ricavato dai frutti dell’omonima pianta (nome botanico Cocos nucifera), tipica delle coste tropicali, trova impiego in cucina ma anche nella cura del corpo, dei capelli e della bellezza.

Grazie alla sua composizione, si rivela infatti, un ottimo alleato naturale per l’epidermide, combattere la secchezza cutanea e proteggerla dai radicali liberi. Per idratare e ammorbidire la pelle del corpo, basta massaggiare un cucchiaio circa di olio di cocco sulla pelle umida dopo la doccia.

Inoltre, potete riscaldare l’olio di cocco direttamente nel palmo della mano, oppure versarlo in un piccolo recipiente e lavorarlo con una spatola per poi aggiungervi un cucchiaino di burro di karité e due gocce di olio essenziale di mandarino.

Se invece vi siete scottate al sole potete adoperarlo aggiungendo a un cucchiaio di olio di cocco un cucchiaino di olio di oliva e cinque gocce di olio essenziale di lavanda.

Ma non solo. L’olio di cocco è anche un ottimo struccante naturale, se aggiunto in piccolissima quantità sulla pelle umida. E può essere aggiunto alla crema viso, per idratare ulteriormente la pelle.

Per i capelli, invece, l’olio di cocco è un rimedio molto efficace contro i capelli secchi, crespi, opachi o che presentano doppie punte. In un recipiente versate un cucchiaio di olio di cocco, un cucchiaino di burro di karité, cinque gocce di olio essenziale di ylang ylang e amalgamate il tutto. Applicate sui capelli umidi distribuendo il prodotto sulle lunghezze e tenete in posa per almeno trenta minuti. Infine, lavate i capelli con lo shampoo che usate di solito.

Miele, i 5 usi alternativi per la salute e la bellezza

Pubblicato il 14 Mag 2019 alle 7:35am

Il miele è una ricchezza e un alleato tutto, naturale che ci viene dato dalla natura e può essere utilizzato, così com’è, non soltanto nel latte, nei dolci come dolcificante, anche come alleato per curare e disinfettare ferite e facilitarne la cicatrizzazione.

Inoltre è ottimo anche per alcuni usi di natura cosmetica come ad esempio l’idratazione della pelle e dei capelli.

Vediamo alcuni usi alternativi del miele e i suoi benefici naturali

1. Effetto curativo e cicatrizzante Tra i più efficaci rimedi naturali in caso di tagli, ferite e bruciature c’è certamente il miele: basta applicarne una piccola quantità sulla parte interessata e lasciarlo asciugare, ripetendo l’applicazione anche più volte al giorno, oltre ad aiutare il processo di cicatrizzazione, le proprietà antinfiammatorie del miele avranno un effetto curativo capace di eliminare eventuali microbi e batteri.

2. Effetto idratante: maschera fai da te Le proprietà idratanti del miele aiutano a evitare la cute secca, senza tuttavia rischiare di rendere la pelle grassa e appesantita. Le proprietà antibatteriche del miele, inoltre, lo rendono adatto anche alle esigenze delle pelli acneiche: basta applicarne uno strato sul viso e lasciare in posa per circa mezz’ora, per notare sin da subito i suoi straordinari benefici. Prima di risciacquare accuratamente con acqua tiepida.

3. Come preparare uno shampoo naturale al miele Tra gli usi alternativi del miele c’è anche la possibilità di preparare uno shampoo naturale per la pulizia e la bellezza dei vostri capelli. Basta sciogliere in 200 ml di acqua un cucchiaio abbondante di miele, un preparato ideale per creare un prodotto seboregolatore e antiforfora. Inoltre, i capelli saranno più belli, puliti, idratati e lucidi già dal primo utilizzo.

4. Sciroppo a base di miele Il miele è il miglior rimedio naturale contro la tosse ed è per questo che può essere utilizzato come base per uno sciroppo naturale, evitando lo zucchero. Aggiungendo scorza di limone o arancia, cannella, timo e zenzero, ideali a combattere i malanni di stagione, ecco che avrete in casa il vostro sciroppo tutto naturale.

5. Digestivo e lassativo Il miele può essere un valido alleato anche in caso di problemi di digestione o di regolarità intestinale: nel primo caso, consumarlo regolarmente vi aiuterà in caso di difficoltà digestive, acidità o ulcera. Nel secondo caso, le sue proprietà lassative di un bicchiere d’acqua calda con un cucchiaio di miele e uno di aceto di mele ci aiuteranno a regolarizzare il vostro intestino se consumato tutte le mattine a digiuno.

Multimasking: il nuovo trend detox per capelli e viso

Pubblicato il 11 Mag 2019 alle 7:58am

Il multimasking è il nuovo trend del momento in fatto di beauty. Si tratta, semplicemente, di applicare più maschere di bellezza – in successione o contemporaneamente in diverse aree del corpo – per ottenere un risultato mirato, personalizzato e più efficace.

La pelle del viso, infatti, ha esigenze diverse in zone diverse, e lo stesso si può dire dei capelli, dalla chioma alle punte, necessitano di trattamenti differenti, formulati ad hoc.

Questa tecnica innovativa permette di massimizzare la nostra beauty routine, consentendoci di raggiungere più risultati in minor tempo possibile: purificare e lenire, ma anche idratare e illuminare, per una routine personalizzata.

In commercio ci sono tantissimi prodotti che possiamo utilizzare a casa nostra come in una beauty farm. Basta fare un giro in rete o nelle migliori profumerie e reti commerciali. Prodotti anche naturali a base di argilla, aloe vera, burro di karite’, olio di jojoba, di mandorle dolci, ecc.

Capelli, quali sono i colori trend della primavera estate?

Pubblicato il 06 Mag 2019 alle 6:18am

Per la primavera estate 2019 i colori dei capelli delle donne sono nelle sfumature del Living Coral, di Pantone 2019, dalle più pescate a quelle tendenti al rosa, perfette solo per chi ha capelli chiari di base o capelli scuri ma con pelle di porcellana (il contrasto, altrimenti, non sarebbe gradevole). Non stanca il rosa: ne vanno pazze anche celebrities, come Emily Ratajkowski, che lo azzarda color pastello, dusty rose, e la top model Behati Prinsloo, che lo porta tie dye ciclamino. Ma restando in tema colpi di testa, della prossima estate 2019 saranno i sunset hair, con riflessi decisi che spaziano dai toni giallo-arancio ai viola, o anche mixati tra di loro. Solo per ragazze molto coraggiose, che vogliono osare, piacere e piacersi con un tocco di colore in più.

I castani, dal terracotta al vino Tra i castani che vanno di moda nella stagione primaverile e prossima calda, troviamo anche colori tradizionali, nelle diverse sfumature, del cioccolato, nocciola, caffè, fino ad arrivare all’interessantissima new entry, che vede i terracotta hair, dalle sfumature Terra di Siena accese da riflessi copper, gli stessi che si otterrebbero con la testa illuminata dalle sfumature dorate di un tramonto estivo. Per realizzarlo, si usa la tecnica del palm painting, il corrispettivo francese del balayage, che oggi tende più al bronze, da abbinare alla pelle dorata. Resiste il mulled wine, il rosso ispirato al vin brûle perfettamente a suo agio anche con temperature più tiepide.

I per i riflessi? Dal Brasile arriva la tecnica texture paint, specie se sotto il pennello ci sono capelli ricci. Una tecnica che vede al posto dei soliti foglietti laminati per le schiariture dipingere manualmente le ciocche, in modo tale da seguire la forma naturale del capello e giocare con luci e ombre per esaltarne la tridimensionalità naturale giocando con i chiaroscuri. Alle more, basterà illuminare un po’ la chioma per cambiare look: le radici e le punte saranno dello stessissimo colore, la parte centrale più chiara. Un successo (anche) sul fronte manutenzione, perché dura almeno sei mesi. Una soluzione ibrida, ideale per tutte quelle che non hanno voglia di stravolgere il proprio look ma di cambiare almeno un po’, di essere più luminose e avvolgenti.

Scoperta ciocca di capelli appartenuta a Leonardo da Vinci

Pubblicato il 30 Apr 2019 alle 7:50am

“Abbiamo recuperato oltreoceano una ciocca di capelli che è stata storicamente denominata “Les Cheveux de Leonardo da Vinci”, insieme a un altro cimelio; questa straordinaria reliquia permetterà di procedere nella ricerca del suo Dna”. (altro…)

Capelli, come scegliere il giusto phon

Pubblicato il 27 Gen 2019 alle 7:43am

I capelli hanno bisogno di una particolare cura. Sono di qualità variabile e possono avere risultati differenti a seconda dei prodotti e delle tecniche che vengono utilizzate per la lavatura e l’asciugatura. Alcuni tipi di capelli, ad esempio quelli ricci, di solito richiedono per l’asciugatura con diffusore, per evitare che si increspino.

Non c’è niente di peggio infatti di un asciugacapelli che li secchi e li bruci.

Comprare un buon asciugacapelli può fare certamente la differenza. Farti risparmiare parecchi minuti preziosi la mattina quando ti prepari per uscire. Aumentare la vita del tuo taglio di capelli, e anche la salute del tuo cuoio capelluto in generale. Se scegli male invece puoi anche incorrere in spiacevoli episodi di disidratazione o ancora peggio, di bruciatura.

Fai allora la scelta giusta e risparmierai ore ed anni di inutili frustrazioni.

Come scegliere il phon giusto

La potenza è sicuramente il fattore più importante da considerare quando si valuta l’acquisto di un asciugacapelli, perché è proprio da questa che dipendono le performance dell’apparecchio e la durata stessa della sua vita. La potenza di un phon solitamente parte da un minimo di 1800 W per arrivare a 2500 W. Naturalmente il getto d’aria calda dipende anche dalla potenza emessa dall’asciugacapelli, spesso però un calore eccessivo senza funzioni di tutela per il cuoi capelluto genera danni.

Il concentratore: per i meno tecnici possiamo chiamarlo beccuccio, ma crediamo che tutti hanno compreso bene di quale elemento stiamo parlando Con questo è possibile dirigere direttamente il calore sulla spazzola o sul pettine, ideale per chi vuole i propri capelli lisci. Una bocchetta con le labbra più strette garantisce infatti un flusso d’aria più veloce e preciso. Per i capelli ricci invece è meglio scegliere il diffusore, ovvero, quel beccuccio rotondo e tante “spine” forellate, anche in questo caso meglio se i fori non sono troppo grandi.

La ceramica e la tormalina: elementi che evitano di seccare i capelli a causa del calore del phon. Questi elementi infatti riescono a produrre una temperatura costante e non eccessiva, ma allo stesso tempo garantendo le performance date dalla potenza e dalla velocità scelta.

Ionizzatore: tipico dei phon dell’ultima generazione è una funzione che attraverso ioni negativi suddividono le gocce d’acqua in particelle più piccole, in questo modo l’asciugatura è più rapida e il capello più morbido. Molto richiesta da chi usa spesso il phon e per acconciature particolari.

Interruttore aria fredda: un bottone che si trova al centro del manico, quando viene premuto l’asciugacapelli non produce più aria calda ma a temperatura ambiente. Il “colpo di freddo” viene utilizzato per fissare la piega, molto utile per chi deve lisciare i capelli.

Pulsanti di controllo: servono per regolare la velocità su diverse modalità, nella maggior parte dei casi 6/8 combinazioni ma se ne possono trovare anche molte di più. Alcuni modelli più professionali hanno anche l’opzione “turbo boost”, un getto d’aria particolarmente potente che permette di asciugare più velocemente.

Naturalmente la vostra scelta deve essere indirizzata a seconda dei bisogni, all’uso che ne fate. Ad esempio chi va tutti i giorni in palestra sceglierà un phon di dimensioni ridotte (alcuni hanno il manico pieghevole) e meglio se ha le funzioni di protezione come la ceramica (o tormalina) e quella ionizzante. Lo stesso vale per chi è alle prese con acconciature non certamente facili da realizzare, e pertanto, in questo caso, sarà opportuno verificare anche la potenza del phon e degli accessori annessi. Individuata quindi la propria esigenza, è poi possibile scegliere in base alle indicazioni e caratteristiche che vi abbiamo fornito.

Ecco anche un elenco con i migliori asciugacapelli che abbiamo individuato nell’anno 2019.

1. Parlux 385 2. Remington AC5999 3. Philips BHD029/00 Dry Care Essential 4. Imetec Power To Style K5 2200 5. Parlux 2800 6. Remington D5000 7. Imetec Salon Expert P4 2500 ION 8. Remington D5210 9. Imetec Eco SE1 1000

Capodanno, le acconciature fai da te!

Pubblicato il 26 Dic 2018 alle 6:57am

Il party di Capodanno si avvicina, se non siete ancora decise su quale acconciatura fare e non volete o non potete andare per tempo dal vostro parrucchiere di fiducia, siete fuori casa, ecco allora la soluzione fai da te che fa per voi!

Vi bastano infatti, semplicemente, phon, spazzola, elastici, forcine, il prodotto giusto e… e un po’ di pazienza! Bando alle ciance, il tempo stringe. Andiamo alla scoperta di alcune acconciature semplici fai che potete fare da sole in qualunque posto voi siate, per essere le regine incontrastate della festa di Capodanno!

Acconciature di Capodanno: capelli corti Se avete un taglio corto, l’ultimo dell’anno è l’occasione giusta per valorizzarlo con un’acconciatura molto cool, dall’effetto spettinato. Come realizzarla? Dopo aver tamponato i capelli con un asciugamano, applicate un prodotto volumizzante sull’intera capigliatura, massaggiandola a partire dalle radici, asciugate con il phon spettinando e arruffando con le mani. Oltre a scapigliate pettinature, a Capodanno i capelli corti si prestano bene anche ad una colorazione shocking last minute, magari non permanente. Inaugurate il nuovo anno nuovo con un nuovo look, magari più audace di quello che avete!

Acconciature di Capodanno: capelli lunghi Tra le possibili acconciature per Capodanno, quelle per capelli lunghi sono più sfiziose e divertenti da realizzare, perché danno la possibilità di essere più fantasiose. Per un look aggressivo da party in discoteca, potete scegliere un semi-raccolto sulla nuca con effetto cotonato/frisè. Improvvisate aiutandovi con le forcine: più l’acconciatura è irregolare, più è cool! Altrettanto impetuosa ma al contempo elegante è la classica coda di cavallo, molto alta sulla nuca e trasformata in una treccia stretta e ordinata.

Se siete in cerca di un hairstyle più discreto e romantico la soluzione giusta è un morbido chignon: raccogliete i capelli in una coda alta, senza tirarli troppo. Dividete la coda in due ciocche, legatele tra di loro con un grosso nodo e poi raccogliete le lunghezze intorno, fissandole con le forcine. Una spruzzata di lacca e… voilà, siete pronte per la festa!

In alternativa, potete scegliere anche di fare una bella treccia olandese laterale con capelli raccolti.

Spostate la maggior parte della chioma su un lato della testa, lasciando all’altezza della tempia opposta una piccola ciocca con cui realizzare la treccia olandese. Raccogliete il resto della chioma sul lato opposto in un morbido chignon basso laterale.

Acconciature per Capodanno: capelli medi Avete un bob? Potete renderlo più sbarazzino oppure glamour anni Cinquanta, à la Marylin. Nel primo caso, spettinate i capelli con le mani mentre li asciugate con il phon, dopo aver applicato un prodotto idratante. Nel secondo caso, invece, applicate sui capelli asciutti bigodini riscaldati di misura media. Una volta raffreddati, rimuovili, spazzolatevi i capelli e applicate una molletta gioiello su un lato. Pronta ad illuminare la notte.

Infine, in tutti questi casi, se volete mettere in atto qualcosa di ancora più semplice e naturale, puntate su una piastra per lisciare i capelli, e qualche mollettina o cerchietto luccicante.

E ancora, arricciacapelli, bigodini riscaldabili, striscioline di stoffa, fasce per capelli luminose, e quant’altro ancora la vostra fantasia vi suggerirà.

Come essere belle, luminose e naturali anche in inverno

Pubblicato il 18 Dic 2018 alle 6:05am

Ad ogni inizio stagione, vengono proposte nuove tendenze di bellezza, sia per i capelli sia per il viso che per il make-up. Ora che la stagione fredda è ormai arrivata, ecco allora alcuni semplici ed essenziali consigli da seguire.

1. Bellezza al naturale. I trend di questo inverno 2018-2019 seguono una sola regola: la naturalezza. Ciò significa che non dobbiamo puntare a una bellezza artefatta, ma semplicemente ad essere la versione migliore di noi stesse. Per riuscirci, è fondamentale curare molto la pelle e i capelli con cosmetici mirati.

2. Capelli effetto specchio. Dimenticate le onde morbide che hanno spopolato negli anni passati, i capelli di questo inverno 2018/19 sono lisci e sopratutto lucidissimi, effetto specchio. Un trend che negli USA ha già un nome: glass hair. Ispiratevi dunque a Kim Kardashian e Bella Hadid, che hanno scelto un caschetto liscio, luminoso e con riga centrale.

3. Colori sempre naturali. Addio allo shatush, al balayage, ai colori troppo accesi, pastello e a tutte le tinte che non danno un aspetto naturale: i capelli questo inverno 2018/2019 sono al naturale, almeno apparentemente. Sì dunque ad un biondo cenere, un castano cioccolato che da’ un tocco di lucentezza e di riflesso, il rosso rame.

4. Pettinature anni ’80. Se siete ricce potete ritenervi anche fortunate, in quanto non dovrete più necessariamente impazzire a lisciare i vostri capelli. Per ottenere l’effetto specchio di cui vi abbiamo parlato, perché saranno di moda anche i capelli ricci, voluminosi e cotonati che si portavano negli anni ’80, magari legati con uno scrunchie, l’elestico di stoffa grosso e arricciato. Vi basterà solo un po’ di spuma e qualche altro prodotto hair stile ed il gioco è fatto! Se siete lisce, potete sempre diventare ricce o divertivi ad arricciare i vostri capelli con rimedi naturali anche casalinghi, fai da te!

5. Pelle luminosa dall’effetto nude. Il make-up di questo inverno, deve essere naturale, deve conferire a tutte una pelle fresca, luminosa, come se non fosse truccate e naturalmente perfetta.

Capelli rossi, sono colorati da 8 geni lo dice la ricerca

Pubblicato il 15 Dic 2018 alle 6:04am

Almeno 8 i geni che “accendono” il colore dei capelli in rosso, oltre all’unico finora noto e creduto l’unico responsabile di una capigliatura fiammeggiante. A scoprirlo uno studio genetico che ha permesso di individuare anche ben altre 200 mutazioni genetiche all’origine di tutte le gradazioni di colore, dal moro al biondo. La ricerca in questione, pubblicata sulla rivista scientifica Nature Communications, è stata condotta dalle Università di Oxford ed Edimburgo e si basa sul Dna di 350.000 persone conservato nella Biobanca del Regno Unito.

Tutte le persone con capelli rossi possiedono due copie della versione “rossa” del gene MC1R, tuttavia non tutti quelli che presentano questa doppietta di colore hanno capelli rossi: mistero rimasto irrisolto fino ad oggi, grazie ai ricercatori guidati dagli scienziati Michael Morgan di Oxford e Erola Pairo-Castineira di Edimburgo. I “colpevoli” sono otto geni prima sconosciuti, alcuni dei quali controllano anche MC1R attivandolo o disattivandolo.

Oltre ai geni dei capelli rossi, gli autori dello studio hanno rivelato anche 200 varianti genetiche per capelli mori e biondi le cui gradazioni di colore vanno dal nero al castano scuro, fino ad arrivare al castano chiaro e al biondo, scoprendo che dipendono direttamente dall’aumento di mutazioni in questi 200 geni, alcuni dei quali coinvolti anche in altre caratteristiche del capello, come ad esempio la sua struttura riccia o liscia.

“Abbiamo potuto sfruttare il potere della Biobanca del Regno Unito”, dice Ian Jackson dell’Università di Edimburgo, uno dei ricercatori, “un gigantesco studio genetico che ha coinvolto mezzo milione di inglesi – aggiunge – e che ci ha permesso di fare luce su ciò che ci rende tutti diversi e unici”.

Capelli, moda autunno inverno 2018/19. Corti o lunghi ma dallo styling imperfetto e naturale

Pubblicato il 07 Nov 2018 alle 6:47am

I tagli capelli per l’autunno inverno 2018/19 sono veramente unici e sensazionali. (altro…)