trucco

Adolescenti e make up, i prodotti più adatti per loro

Pubblicato il 21 Mar 2019 alle 7:06am

Molte adolescenti, per sentirsi belle, ammirate e corteggiate amano truccarsi e sembrare più grandi. E’ importante, però, scegliere prodotti giusti, in quanto, la loro pelle ha un aspetto e delle caratteristiche molto diverse da quelle degli adulti e quindi qualsiasi articolo per il trucco in commercio può risultare poco adatto per loro.

Per questo motivo, è molto importante che il prodotto sia anche un vero e proprio trattamento di bellezza oltre che accessorio per esaltarla. Deve essere idratante e anti seborroico. Anche se le adolescenti vorrebbero avere l’aspetto di una celebrità, è importante che capiscano che valorizzare è meglio che creare un’immagine di sé diversa da quello che si è. Perché trucco sì, ma continuando a mostrare la loro identità ed età. Perché per ogni cosa c’è il suo tempo.

Sì allora, dai 13-16 anni ad un trucco acqua e sapone. Sì a bb cream, mascara, blush e rossetto idratante.

Avere una pelle luminosa e liscia in età così giovane può fare certamente la differenza. Una buona igiene quotidiana, con latte detergente e tonico, o sapone mirato per pelle acneica, può tenere lontani grasso, impurità, punti neri e brufoli!.

Mangiare bene anche e bere tanta acqua al giorno. Per coprire leggermente, senza dover soffocare necessariamente le imperfezioni, c’è la bb cream, una crema colorata che funge da prodotto idratante e make up. Uniforma le discromie e il colorisce tutto il viso, minimizzando le imperfezioni da acne oltre che a proteggere dai raggi dannosi del sole. Tra le migliori in commercio abbiamo L’Oréal Nude Magique BB Cream, che grazie a cinque effetti correttivi promette ben 12 ore di tenuta ad un prezzo anche accessibile a tutte. In alternativa, abbiamo anche le creme colorate della Nivia, davvero molto interessanti anche per il prezzo!

E per dare profondità allo sguardo? Niente paura, basterà solo ed esclusivamente del rimmel. Ma se l’effetto del rimmel non convince perché troppo leggero, può essere applicato anche sulla rima inferiore oppure scelto in colorazioni differenti che vanno dal marrone, al borgogna passando per il blu scuro. Il mascara Volume On di Sephora può essere la scelta migliore per un sabato con le amiche oppure per un appuntamento al cinema o ad una festa con amici.

Il blush: altro accessorio ideale per le giovanissime! Deve essere in polvere, liquido o cremoso, da applicare anche solo con le mani. Per le più giovani sono consigliati quelli in crema perché sono idratanti e facilmente applicabili con le dita. Tra i più adatti troviamo i colori pesca, terra di siena oppure rosa caldo. Il blush Pupa Like A Doll è tra i più consigliati perché dona un colore leggero, naturale, luminoso e levigante senza appesantire la pelle, soprattutto se hanno delle imperfezioni.

Infine il rossetto. Deve essere idratante. In inverno si tende ad avere labbra screpolate, quindi indossare un rossetto che si ossida sulla bocca in poco tempo può certamente peggiorare la situazione. Sono tanti i rossetti idratanti in commercio perfetti per ogni occasione: ma le giovanissime possono optare per quelli color nude o rosa pesca per la scuola, un leggero rosso per la sera ed un lilla per le feste. Da applicare più volte al giorno, sono perfetti da portare in borsa per sentirsi più femminili. Si può ricorrere ad un burro cacao colorato, in modo che il risultato sembrerà molto, molto naturale, oppure a veri e propri rossetti come i balm in penna di Revlon dalle tantissime sfumature di colore.

Il make up primavera estate 2019 è nude o dai colori pop glitterati

Pubblicato il 10 Mar 2019 alle 12:23pm

La moda make up della primavera estate 2019 si tinge di colori nude o l’esatto opposto: colori pop glitterati. Durante la Milano Fashion Week le modelle hanno indossato un make up invisibile e super naturale: occhi poco truccati, labbra definite con colori naturali o lucidi e pelle leggermente scaldata con terra e blush. Mentre durante la Paris Fashion Week sono stati protagonisti occhi più eccentrici, glitterati e dai tratti geometrici. (altro…)

Occhiaie, come coprirle con un rossetto rosso

Pubblicato il 18 Nov 2018 alle 6:50am

Le occhiaie possono essere molto imbarazzanti e dare allo sguardo un senso di stanchezza e opacità. Non importa quanto correttore ci passiate sopra, sembra sempre che ad avere la meglio siano sempre loro. Ma, grazie ad un trucco, che vi sveleremo, saranno solo un ricordo molto lontano.

Prendete un rossetto rosso. Se avete la pelle chiara sceglietene uno corallo, se invece avete una pelle scura, meglio andare su una tonalità aranciata.

Passate quindi il fondotinta, come fate di solito. La differenza? Questa volta le occhiaie non verranno più fuori!

Il rossetto le coprirà perfettamente e il fondotinta nasconderà il rossetto. Combinazione perfetta!

Provare per credere!

Come riconoscere i cosmetici bio

Pubblicato il 30 Gen 2018 alle 6:00am

I cosmetici biologici sono entrati a far parte della beauty routine quotidiana di numerose donne. A spingerci ad acquistarli è la voglia di utilizzare prodotti green, che a volte però, di biologico a volte, se non si ha la dovuta cautela, hanno veramente poco.

Ecco allora alcuni consigli per imparare a riconoscerli e a non farsi ingannare.

C’è una netta differenza tra un cosmetico bio e uno naturale. I cosmetici biologici possono essere composti da ingredienti di origine vegetale e animale, prodotti senza l’utilizzo di sostanze chimiche, e si definiscono tali se la percentuale di questi elementi raggiunge il 95% della composizione finale. La percentuale ammessa di additivi non deve superare il 5% e serve per garantirne la loro sicurezza. I cosmetici naturali sono, invece, interamente a base vegetale.

Come riconoscere un cosmetico bio?

La prima cosa da fare è controllare che sul packaging ci sia il logo di uno degli enti certificatori, istituti che hanno il compito di verificare che tutte le regole fissate dagli standard siano rispettate. In Italia ne esistono diversi, i principali sono il CCPB (Consorzio per il Controllo dei Prodotti Biologici), ICEA (Istituto per la Certificazione Etica ed Ambientale) e NATRUE. Altro passaggio fondamentale è leggere l’International Nomenclature of Cosmetics Ingredients (INCI), ovvero l’etichetta. Non è così semplice ma con qualche suggerimento ci si può anche riuscire. Gli ingredienti naturali si possono facilmente riconoscere perché sono indicati con il nome latino della pianta da cui derivano, seguito dal nome in inglese della parte della pianta che viene usata e dal nome del composto. Se qualche dicitura vi lascia perplessi, potete sempre ricorrere ad uno dei siti internet che vi aiuterà a capire cosa contiene quel determinato cosmetico.

Altra raccomandazione.. Gli ingredienti che assolutamente non devono comparire nell’INCI di un cosmetico biologico sono i tensioattivi chimici e i derivati del petrolio in quanto vietati, proprio come la paraffine, la formaldeide e i profumi di origine sintetica.

Come migliorare i tratti del viso con il Contouring e il video tutorial

Pubblicato il 25 Dic 2017 alle 7:30am

Il contouring è una delle tecniche più utilizzate del momento dai migliori make up artist del mondo, per ridefinire in modo armonico i volumi del viso grazie a dei giochi di luci ed ombre. Ogni forma del viso, infatti, richiede una diversa stesura di chiaro-scuri, a seconda delle geometrie che la caratterizzano. (altro…)

Blush, consigli per scelta e uso

Pubblicato il 15 Mag 2017 alle 9:36am

In commercio esistono diversi tipi di blush: da quelli compatti a quelli in polvere, passando per quelli in formato crema, gel, fino ad arrivare ai liquidi o anche cotti.

Numerose, poi, le varianti di finish tra opachi e shimmer. La regola generale per la scelta del blush vuole di regolarsi in base alla propria tipologia di pelle: ad esempio, scegliendo un opaco se si ha una una pelli grassa, un perlato o glitterato se si ha una pelle normale o secca.

Il blush in crema, inoltre, è utile per correggere le imperfezioni e illuminare il viso. Esistono però, anche blush cremosi in stick, pratici e confortevoli da applicare direttamente dallo stick e sfumati con le dita possono dare un effetto leggero e naturale.

I blush liquidi sono invece ideali per chi ha poco tempo a disposizione.

I colori del blush variano dal colore rosa tenue al color corallo, e in alcuni casi persino al rosso. Il colore giusto dovrà sempre essere scelto in base al colore dell’incarnato e al make up che si è scelto.

Come applicare il blush

Se si ha un viso regolare, ovvero un viso ovale, il blush potrà essere applicato partendo dal centro delle gote verso l’esterno. Se il viso è invece tondo è bene applicare il blush partendo dalle tempie e sfumandolo in diagonale fino a raggiungere le guance. Su un viso allungato invece, è sempre opportuno procedere applicando linee orizzontali.

Infine, volumi del viso quadrato potranno essere resi più morbidi applicando il blush dal centro del viso alle tempie, sfumando il colore con movimenti circolari.

Pupa, le novità per l’estate 2017: fondotinta solare e spray per le gambe, anche in città

Pubblicato il 11 Apr 2017 alle 7:18am

Il marchio Pupa presenta tre nuovi prodotti make-up legati al mondo dell’abbronzatura per l’estate 2017. (altro…)

Estrosa, un tributo agli anni ’30: la Collezione Seta autunno – inverno 2016

Pubblicato il 06 Ott 2016 alle 6:03am

Per l’autunno – inverno 2016 Estrosa propone la Collezione Seta con 4 nuove varianti di colore di smalti per unghie, che prendono ispirazione dagli anni’30 e dalle ultime tendenze moda che caratterizzano questo periodo dell’anno. (altro…)

Rimmel compie 180 anni e per l’occasione un esclusivo party

Pubblicato il 16 Ott 2013 alle 4:12pm

La Rimmel ha festeggiato al London Film Museum di Covent Garden il suo 180esimo compleanno, organizzando un party davvero esclusivo, durante il quale si è ripercorsa tutta la storia del famoso brand. Tra gli invitati erano presento anche Kate Moss e Georgia May Jagger. (altro…)

Bambine che si truccano a rischio di dermatiti

Pubblicato il 29 Set 2012 alle 8:38am

Le bambine di oggi vogliono crescere in fretta, finendo per gioco a truccarsi. Infatti, è stato registrato un aumento del 16,7% di casi di dermatiti da contatto proprio nelle bambine tra gli 8 e i 12 anni, causato dall’uso di cosmetici. (altro…)