Il David di Michelangelo con un fucile in mano per pubblicità

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 09 Mar 2014 alle ore 12:21pm


Il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini è intervenuto nella polemica innescata a Firenze dall’utilizzo di un fotomontaggio del David di Michelangelo armato di fucile al posto della fionda nella pubblicità di una nota azienda americana di armi, la ArmaLite.

L’immagine pubblicitaria del David armato offende e viola la legge. Agiremo contro l’azienda americana che deve ritirare subito la campagna“. Queste le parole del ministro.

L’immagine è stata diffusa da alcune riviste e lo slogan è “A work of art“. Il fucile pubblicizzato, è il AR-50A1, il cui valore è di ben 3 mila euro.

Cristina Acidini, soprintendente al Polo museale fiorentino è intervenuta nella vicenda dicendo “Diffideremo l’azienda dal continuare a divulgarla”, e sottolineando che per usare a scopo promozionale qualsiasi opera custodita nei musei fiorentini è necessaria una valutazione della congruità dell’immagine.