I medici di Medicuore in campo lunedì 16 Settembre allo Stadio Sada di Monza per un quadrangolare benefico per i bambini del Kenya

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 14 Set 2019 alle ore 12:42pm

Il mister Paolo Giovannini
Il dottor Alberto Penati presidente e fondatore di Medicuore
Il bomber, direttore commerciale, imprenditore e organizzatore Francesco Montaperto

A due giorni dall’evento che si terrà a Monza allo Stadio Sada tutto si vive con grande agitazione ed euforia, per l’evento benefico che vede la partecipazione di quattro squadre che si disputeranno l’evento benefico:

– Associazione Medici Brianza e Milano
– Agenzia delle entrate
– Banca Fideuram
– Vitanuova Previdenza e Protezione

L’Associazione Medici Monza e Brianza presenterà la squadra nazionale che affronterà successivamente il torneo nazionale e la coppa italia a Pompei (Na) il 26.27.28. settembre prossimi, 2019.

Vitanuova Previdenza e Protezione giocherà con la formazione nazionale con la presenza di ex giocatori professionisti come Giuliano Melosi, con una carriera tra serie A e serie B, Fabian Valtolina che ha militato tra la Serie A e B, il difensore Servidei con esperienze tra la serie A e B e naturalmente non mancherà la presenza del Bomber Francesco Montaperto, capitano della squadra.

L’allenatore, il Mister Paolo Giovannini da giorni studia la formazione migliore per portare in campo una squadra vincente e altamente competitiva.

L’Agenzia delle entrate ha tra le proprie fila giocatori che hanno militato in categorie professionistiche.

L’evento benefico vedrà in campo una sana competizione calcistica tra i vari antagonisti, ricordando sempre il fine benefico della manifestazione, che prevede la presenza della terna Arbitrale con Alessandro Pristerà, arbitro di categoria superiore con il sostegno dei 2 colleghi di linea.

Inoltre, prevista anche la partecipazione di Matteo Tonon presidente del CUN – Campionato per le imprese, che ha messo a disposizione dell’evento cameraman con riprese, telecronaca ed highlights delle partite disputate.

Roberto Sabatino di Sport in condotta, con Sua professionalità si occuperà invece delle formazioni, interviste durante tutta la serata, pre e fine gara benefica.
Inoltre con la Sua importante e consolidata esperienza da telecronista dell’Ac Monza e di altre squadre professionistiche darà un valido contributo, supporto preziosissimo al Cun di Matteo Tonon.

Francesco Montaperto

Noi di Tuttoperlei.it in prossimità dell’evento che si terrà lunedì 16 settembre 2019 abbiamo intervistato l’anima di Vitanuova, il Bomber Francesco Montaperto, organizzatore e figura commerciale fondamentale dell’Associazione Medici Brianza e Milano Onlus:

Come vive questo derby in famiglia Lei che è figura di riferimento per entrambi le compagini?
“Devo dire che è una sensazione strana, perché da un lato avrei piacere che a vincere fosse l’associazione per ovvi motivi, ma la competizione sana deve far sì che a vincere sia poi la migliore”.

Come è in questo momento il Suo stato d’animo?
“Sono sempre molto emozionato quando a scendere in campo è l’ associazione e soprattutto perché con il ricavato possiamo portare avanti tutti i progetti che abbiamo in programma”.

Quindi questo evento è finalizzato a quale progetto in particolare?

Con le cifre raccolte dall’evento in programma, verrà realizzata la trattoria Medicuore. Una cucina realizzata presso la nuova scuola di Olgurmaek (Kenya) ai confini con il Tanzania (a circa 30 km dall’altra scuola di Esukuta dove è stata già realizzata una classe e dove nella scuola sono già presenti, 4 classi, che sono già state realizzate, e che contengono circa 220 bambini, tra elementari e medie)”.

Come prevede la serata?
“Sicuramente una serata divertente all’insegna della serenità, del sano spirito sportivo e soprattutto la partecipazione di un grande pubblico”.

Chi vincerà?
“Come detto in precedenza, avrei piacere che vincesse l’associazione, ma quando si entra sul rettangolo di gioco sarà il campo ha dare il verdetto.
Quindi con la mia squadra punterò a vincere anche se dovessi giocare contro la mia anima, l’associazione”.

Se dovesse capitare un rigore al 90esimo in finale contro l’associazione sarà Lei a batterlo?
“Assolutamente sì, non dimentichiamoci che sono un bomber dentro e fuori dal campo”. (ride)