Bacche di ginepro, perché fanno tanto bene alla salute

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 29 Dic 2019 alle ore 8:34am

Le bacche di ginepro, sono i frutti delle piante, che sono note con il nome latino di Iuniperus, caratterizzate da diverse proprietà benefiche. Con un apporto energetico pari a sole 10 calorie ogni 100 grammi (si parla di bacche di ginepro fresche), in grado di migliorare l’efficienza dei processi digestivi e ridurre conseguentemente la fermentazione intestinale.

Quando si parla di bacche di ginepro è fondamentale chiamare in causa anche la loro capacità di abbassare la glicemia e, di conseguenza, di prevenire il diabete. Tra gli altri motivi per cui vale la pena introdurle nella dieta è possibile citare le proprietà diuretiche, così come l’azione preventiva nei confronti delle infezioni urinarie.

Come dimostrato da diversi studi scientifici – uno dei più interessanti è un lavoro di ricerca congiunto viennese e tedesco, i cui dettagli sono stati pubblicati sulle pagine della rivista scientifica Antioxidants – dal loro olio si può ricavare un rimedio tutto naturale contraddistinto da una forte efficacia antiossidante (questo aspetto è dovuto alla presenza di flavonoidi).

L’efficacia dell’olio essenziale di bacche di ginepro, utilizzato spesso a scopo aromatico, per quanto riguarda il controllo dell’attività dei radicali liberi e della perossidazione lipidica, rende questo frutto, un preziosissimo alleato dall’azione antibatterica. Per effetti positivi nella prevenzione delle infezioni da Escherichia Coli.