novembre 2nd, 2020

Covid: più duro per lavoratrici, persi 470.000 posti di lavoro

Pubblicato il 02 Nov 2020 alle 7:09am

Tra il secondo trimestre 2019 e lo stesso periodo di quest’anno, il coronavirus ha fatto perdere alle donne 470.000 posti di lavoro in più.

Su 100 impieghi persi (in tutto 841.000) in un anno, quelli femminili “rappresentano il 55,9%” del totale. E’ questa la situazione sconcertante che arriva da un dossier per una ricerca fatta dalla Fondazione studi dei consulenti del lavoro.

Nell’ultimo anno infatti, da giugno 2019 allo stesso mese del 2020, è emersa anche la tendenza femminile ad allontanarsi dal posto di lavoro, rinunciando anche alla ricerca di un’occupazione, è cresciuta sensibilmente, facendo registrare un incremento pari ad 707.000 donne inattive (+8,5%), soprattutto nelle fasce giovanili.

Inps: mamme penalizzate, con salari inferiori di 5.700 euro annui

Pubblicato il 02 Nov 2020 alle 6:09am

Le mamme con figli hanno hanno in media salari inferiori a quelle che non ne hanno, questa la differenza che è stata calcolata in circa 5,700 euro annui medi. La stima è stata fatta dall’Inps che nella Relazione annuale spiega come su questo dato pesi il largo utilizzo del part time e percorsi di carriera che se prima della maternità erano sovrapponibili poi cambiano lasciando coloro che hanno avuto figli con percorsi più accidentati.

“A quindici anni dalla maternità – scrive l’Inps – i salari lordi annuali delle madri sono di 5.700 euro inferiori a quelli delle donne senza figli rispetto al periodo antecedente la nascita”