Grande successo ieri sera 25 ottobre 2021 all’Allianz Cloud di Milano per WEmbrace Sport, evento benefico organizzato da Bebe Vio per promuovere lo sport integrato tra campioni olimpici e paralimpici che per l’occasione hanno gareggiato insieme, sfidandosi in quattro discipline: scherma, calcio, basket e pallavolo. Una sfida inedita, mai vista prima. Ma, come recita il mantra della manifestazione, “se sembra impossibile allora si può fare”.

La campionessa paralimpica medaglia d’oro ha voluto mettere insieme lo sport praticato da atleti paralimpici e olimpici sul medesimo livello, in una vera e propria condivisione.

Il nome Wembrace è una crasi delle parole inglesi we embrace, che tradotto letteralmente significa: noi ci abbracciamo. “WEmbrace Sport è un evento che – spiega Bebe Vio – vuole abbattere le barriere del pregiudizio e dimostrare che lo sport integrato non solo è possibile ma è anche in grado di mantenere il livello di professionalità e competitività tipici del mondo olimpico”. La manifestazione benefica è stata organizzata da Art4sport, fondata da Ruggero e Teresa Vio, i genitori di Bebe Vio, per promuovere e sviluppare lo sport paralimpico.

Tra gli atleti che hanno preso parte alla serata, i cui fondi raccolti andranno a sostegno della mission di art4sport, Daniele Garozzo medaglia d’argento nella scherma a Tokyo2020, la schermitrice Olimpica Mara Navarria, il giocatore di Basket Giuseppe Poeta, i pallavolisti Cristina Chirichella e Matteo Piano e alcune legend di Inter e Milan tra cui Javier Zanetti, Walter Zenga, Serginho Santos e Maurizio Ganz.
Interventi anche da parte del Presidente del CIP Luca Pancalli, del Presidente del CONI Giovanni Malagò, del Sindaco di Milano Beppe Sala e dei rappresentanti del Parlamento Europeo e della Commissione Europea Maurizio Molinari e Antonio Parenti.

“E’ stata una bella serata, travolgente, un evento all’insegna dello sport, che unisce e che si abbraccia, in cui si intrecciano sport olimpico e paralimpico. Due facce della medesima medaglia”, ha commentato il presidente del Cip, il Comitato italiano paralimpico, Luca Pancalli.

Mentre il presidente del Coni, Giovanni Malagò, si è complimentato con Bebe Vio: “L’unica in grado di poter organizzare tutto ciò. Il grande sogno di Bebe Vio? Diventare presidente del Coni, sono il suo primo sponsor”.

Infine, le parole del sindaco di Milano Beppe Sala, che chiede a tutti “di avere fiducia, possiamo ripensare al nostro Paese e alla nostra città. Abbiamo i fondi europei per poter rifare le scuole e lo sport, possiamo ricostruire la nostra società e dare una mano a chi ne ha bisogno”.

photo crediti ilmessaggero.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.