alimentazione

Gravidanza, nausea: cosa mangiare e cosa non mangiare

Pubblicato il 21 Set 2020 alle 5:59am

Se siete in gravidanza e avete la nausea ci sono cibi che è meglio non consumare. In quanto, troppo salati, elaborati. (altro…)

Magnesio, un alleato per le funzioni vitali

Pubblicato il 18 Set 2020 alle 6:00am

Il magnesio è un minerale essenziale per le nostre attività quotidiane.

Secondo gli scienziati, ogni adulto ha bisogno di circa 350-400 mg di magnesio al giorno, una quantità non elevata, ma molto spesso insufficiente al nostro organismo, con problemi che possono subentrare di diversa natura.

Ma quali sono le virtù benefiche del magnesio?

– prevenire il diabete; – riduce gli zuccheri nel sangue; – rinforza le ossa; – tonifica il sistema muscolare e nervoso; – calma l’ansia e il nervosismo; – stabilizza il ritmo del cuore; – allontana l’arrivo dell’osteoporosi.

Quali sono gli alimenti più ricchi di questo minerale?

I cibi più ricchi di questo minerale sono: legumi, spinaci, mandorle, banane, cioccolata fondente, semi di girasole, cereali, soia e barbabietole. Un accorgimento importante è quello di non cucinare questi cibi a temperature troppo elevate per evitare di disperdere le sostanze nutritive contenute in esso. Ecco perché il magnesio è così fondamentale per le nostre funzioni vitali e va comunque assunto con una certa costanza, magari anche come integratore alimentare.

Un rimedio naturale contro il diabete, ecco cosa mangiare

Pubblicato il 13 Set 2020 alle 7:00am

3

Per prevenire il diabete è importante non aumentare troppo i valori di glucosio nel sangue. Esiste un particolare cibo che può aiutare in modo efficace nella prevenzione del diabete e se consumato con una certa costanza può essere un validissimo alleato naturale contro la glicemia alta.

I fagioli, di qualsiasi tipologia si tratta, offrono diversi benefici all’organismo, in quanto, contengono valori irrisori di grassi, e forniscono al contrario un mix molto salutare di proteine, fibre e carboidrati. Inoltre hanno anche alcune vitamine e minerali. Contribuiscono, tra le altre cose, a contrastare i valori eccessivi degli zuccheri nel sangue. E sono molto utili per sentirsi sazi.

Sciacquare i fagioli se in scatola, per liberarsi dalla quantità eccessiva di sodio contenuta da questi ultimi.

Si possono preparare in tantissimi modi.

A zuppa, con la pasta, come passato, all’insalata, insieme ad altri ortaggi. Come contorno.

Oltre ai fagioli, esistono anche altri alimenti molto efficaci nella prevenzione di iperglicemia e diabete se consumati con una certa frequenza: salmone. mandorle, orzo.

Miley Cyrus abbandona la dieta vegana, ecco perchè

Pubblicato il 11 Set 2020 alle 6:00am

Miley Cyrus ha deciso di dire addio alla dieta vegana. «Il mio cervello non correva più». La cantante, che ha seguito questo regime alimentare per ben sei anni – dal 2013 al 2019 -, poi ora ha scelto di cambiare alimentazione perché si sentiva malnutrita. Lo ha riconosciuto nel corso del podcast “The Joe Rogan Experience”. Ad aprirle gli occhi e a prepararle il primo pasto non vegano è stato l’ex marito Liam Hemsworth.

«Sono stata vegana per moltissimo tempo, ma ho dovuto introdurre pesce e Omega 3 nella mia vita, perché il mio cervello non stava più funzionando come prima» A convincerla l’ex marito, che ha cucinato per lei, del pesce alla griglia.

La star ha anche aggiunto: «Adesso sono molto più sveglia di prima, ad un certo punto credo anche di essere stata piuttosto malnutrita. Mi ricordo di essere andata al festival di Glastonbury e quello è sempre stato uno show che adoravo e di aver amato la mia esibizione, ma sentivo di correre a vuoto».

A chi la critica per aver voltato le spalle agli animali modificando il suo regime alimentare, aggiunge: «In ogni caso sia nella mia fattoria a Nashville sia nella mia casa di Calabasas ho 22 animali e faccio tutto quello che è necessario per loro. Ma quando si tratta del mio cervello…».

Anemia, gli alimenti che contengono ferro

Pubblicato il 29 Ago 2020 alle 6:00am

La nutrizionista Federica Nici fornisce dei validi consigli per combattere l’anemia.

Il primo tra tutti, l’abitudine di mangiare spinaci. In quanto, contengono ferro e sali minerali. Soprattutto se fagioli borlotti.

Mangiare carne, e meglio ancora se rossa, è importante per la nostra salute e nella prevenzione contro l’anemia.

Il ferro in quantità inferiori è anche presente nei cibi derivati dagli animali, come il pesce ad esempio o anche la carne.

Ovviamente, il ferro, come abbiamo visto prima, è presente anche negli ortaggi, come negli spinaci, ma le quantità superiori si trovano soprattutto nella carne.

Federica Nici, sconsiglia di consumare carne e formaggio nello stesso pasto se si soffre di anemia, poiché potrebbero sorgere dei problemi di assorbimento a livello intestinale.

La dottoressa, spiega anche che nel caso in cui si escluda, totalmente, dal proprio regime alimentare la carne e il pesce, potrebbe verificarsi con più facilità carenza di ferro. In tutti questi casi, è necessario trarre il ferro dai fagioli, dalle lenticchie, dagli spianaci, rucola, riso e cereali compresi.

Se la nostra alimentazione è sana, se consumiamo regolarmente alimenti che arricchiscono di ferro il nostro organismo, è necessario rivolgersi al più presto possibile al proprio medico di fiducia.

Come prevenire un ictus in Italia

Pubblicato il 30 Lug 2020 alle 6:00am

L’ictus cerebrale, nel nostro Paese, rappresenta la terza causa di morte, dopo le malattie cardiovascolari e le neoplasie. Dei 150.000 italiani circa che ne vengono colpiti ogni anno, la metà rimane con problemi di disabilità di varia entità; attualmente sono circa 1 milione i sopravvissuti con esiti di ictus più o meno invalidanti. Da A.L.I.Ce. Italia Odv (Associazione Italiana per la Lotta all’Ictus Cerebrale) alcuni consigli per prevenire l’ictus in estate.

Mangiare cereali, frutta, olio di oliva, legumi e pesce. Una alimentazione povera di carni grasse, tuberi, grassi animali e insaccati. Un’alimentazione sana e variegata di questo genere, può ridurre il rischio di ictus sino ad arrivare al 20%.

Consumare agrumi, mele, pere, verdure a foglia larga, contribuisce molto alla protezione: un incremento di circa 200 grammi al giorno, di frutta e di verdura, fa diminuire il rischio di ictus rispettivamente del 32% e dell’11%. L’olio di oliva extravergine, uno dei pilastri della dieta mediterranea, contribuisce notevolmente a proteggere il sistema cardiovascolare: un aumento di 23 grammi al giorno di consumo di olio di oliva è stato inversamente associato all’incidenza dell’ictus (riduzione del rischio del 20%) e alla mortalità (riduzione del rischio dell’11%).

Se da una parte ci sono sostanze da consumare con moderazione, come sodio, alcol e grassi saturi perché aumentano il rischio vascolare, dall’altra, viene sottolineato l’effetto protettivo di omega3, fibre, vitamina B6 e B12, così come l’assunzione di calcio e potassio che diminuiscono il rischio di ictus cerebrale.

Colesterolo, i rimedi naturali per abbassarlo

Pubblicato il 27 Lug 2020 alle 7:49am

Ci sono rimedi naturali che sono molto efficaci per abbassare il colesterolo. Se vogliamo riportare i livelli del lipide nella norma dobbiamo innanzitutto bere almeno un litro e mezzo di acqua minerale naturale al giorno, evitando eccessi di alcol e bibite gassate. Non bisogna poi esagerare con il consumo di zuccheri e si devono ridurre al minimo i condimenti grassi nella nostra alimentazione.

per fare questo, evitare di mangiare i piatti pronti, insaccati, cibi salati, e uova.

Alimenti utili sono invece frutta, verdura e legumi, da consumare con costanza all’interno del menù di una dieta bilanciata.

Sì a bevande come tè verde. Questa bevanda contiene le catechine, sostanze dal potere antiossidante utili per far scendere i livelli lipidici fino alla soglia della norma.

Infine in nostro aiuto ci sono anche gli integratori naturali. Tra questi spicca tra tutti il riso rosso fermentato con monacolina K, una sostanza simile alla lovastatina, un farmaco usato nel trattamento del colesterolo alto.

Altro integratore naturale utile ad abbassare il colesterolo è la lecitina di soia. Sostanza emulsionante derivata dalla lavorazione dei fagioli di soia che aiuta a far scendere i livelli lipidici nel sangue. E poi, vitamine C, E e B.

Uva spina, alleata della salute per fare il pieno di antiossidanti

Pubblicato il 22 Giu 2020 alle 6:50am

L‘uva spina è un frutto caratterizzato da benefici con un basso contenuto di calorie. Quando si parla dei motivi per cui l’uva spina è portentosa per la salute, è importante citare la ricchezza in fibre sia solubili, sia insolubili.

Un’equipe della Tufts University di Boston sostiene che in caso di regimi alimentari caratterizzati da un apporto energetico non regolare, con un consumo di fibre pari a 14 grammi al giorno per due giorni si assiste a una riduzione dell’apporto calorico del 10% circa e a un calo ponderale di circa 1,9 kg in un lasso di tempo di 3,8 mesi.

L’uva spina oltre ad essere ricca di vitamina C ed E, antiossidanti, e per il benessere della nostra pelle, è pure una fonte di antociani, pigmenti naturali il cui apporto è cruciale per il mantenimento dell’efficienza visiva e per la salute delle vie urinarie.

Per sfruttare al massimo le proprietà dell’uva spina, è meglio consumarla cruda. Questo delizioso frutto si può assumere in diversi modi. Tra questi è possibile ricordare la sua integrazione alle insalate, per guarnire torte, dolci, in aggiunta allo yogurt greco. Prima di introdurla nella dieta, è in ogni caso opportuno contattare il proprio medico curante.

Fondi del caffè per combattere obesità, diabete e ictus

Pubblicato il 05 Giu 2020 alle 6:30am

I fondi del caffè se aggiunti al cibo servono ad aiutare a combattere l’obesità e il rischio di diabete, di ictus e di malattie di cuore. Una nuova ricerca di scienziati biomedici dell’University of Southern Queensland, in Australia, dice che i fondi del caffè per il loro potenziale rappresentano un alimento funzionale e un cibo che possa prevenire o invertire l’insorgenza di malattie.

La ricerca, pubblicata sulla rivista di scienza biomedica Usa FASEB e guidata dal professor Lindsay Brown della Scuola di Salute e Benessere dell’università stessa, si basa su sperimentazioni su topi maschi, alimentati con una dieta ad alti contenuti di carboidrati e di grassi per quattro mesi, supplementata negli ultimi due mesi con un 5% di fondi di caffè.

«I topi hanno ingerito grandi quantità di fruttosio, di latte condensato e di grassi saturi e di conseguenza sono diventati obesi, hanno contratto alterata tolleranza al glucosio e danni cardiovascolari ed epatici – tutte condizioni che si verificano anche sugli umani», scrive Brown. «Quando abbiamo somministrato i fondi di caffè, dopo otto settimane abbiamo visto tornare la pressione sanguigna al normale e il miglioramento della steatosi epatica. Abbiamo anche esaminato i batteri intestinali correlandoli alla riduzione in obesità e al miglioramento nella tolleranza al glucosio e nella pressione sanguigna sistolica».

Brown riferisce di aver iniziato a testare la dieta su sé stesso. Raccomanda di asciugare i fondi di caffè in forno a 60 gradi per un’ora o due e di aggiungerli all’impasto del pane o di dolci. «Non si noteranno cambiamenti immediati, ma è probabile col tempo una riduzione dell’obesità e un miglioramento dell’ipertensione sanguigna», scrive.

Risvegliamo il metabolismo con i succhi salvalinea!

Pubblicato il 14 Mag 2020 alle 6:58am

Frutta e verdura, lo sappiamo, sono dei veri e propri “must have” della nostra alimentazione, in quanto ricchi di preziose, proprietà benefiche. Per risvegliare il nostro organismo da questi giorni sedentari a casa, i succhi, chiamati “smoothie” o centrifugati ci aiutano a resettare il metabolismo e la mente favorendo l’eliminazione delle tossine in eccesso, migliorando pelle e capelli e aiutando a contrastare la fastidiosa ritenzione idrica e quindi pelle a buccia d’arancia.

Con la giusta combinazione di pochi alimenti facilmente reperibili, creiamo una “pozione magica”, detox che è vero toccasana per la nostra salute fisica e mentale.

Per avere un effetto efficace dovremmo riuscire ad affrontare almeno una volta a settimana un giorno liquido, ovvero una giornata dove i centrifugati, a seconda di come sono composti, sostituiscono i pasti principali. Se però risulta essere troppo difficoltoso possiamo sempre seguire un programma depurativo di una settimana dove andremo a sostituire i centrifugati con uno dei pasti a colazione, pranzo o cena così da creare uno stop depurativo che risveglia il metabolismo e aiuta a sgonfiarsi.

Differenze tra centrifugati, smoothie e succhi

I centrifugati: si ottengono con l’apposito elettrodomestico che separa il succo dalla polpa e dalla buccia. Il riscaldamento degli ingredienti però, dovuto al macchinario, può favorire la dispersione di alcune sostanze importanti come la vitamina C. Non contengono fibre.

Gli smoothie: vengono preparati frullando per intero il frutto una volta privato delle parti non edibili. Sono ricchi di fibre e si possono aggiungere erbe e spezie.

I succhi o estratti: si realizzano con gli estrattori, che grazie al metodo di spremitura lenta a freddo salvaguardano l’intero patrimonio delle vitamine degli alimenti, infatti non avviene il surriscaldamento.

Le combinazioni perfette!

Centrifugato drenante anticellulite: per realizzarlo occorrono 8 fette di ananas, 1 sedano, 1 lime e un pezzetto di zenzero (più o meno 4 cm).

Una volta ripulite le fette di ananas, tagliate a pezzettini il sedano e lo zenzero accuratamente lavati, e in un bicchierino spremete il lime. Mettete gli ingredienti nella centrifuga e azionate a velocità media. In pochi minuti avrete un centrifugato ottimo contro la ritenzione idrica e la cellulite, anche grazie alla presenza dello zenzero in grado di attivare il nostro metabolismo.

Questo centrifugato, così ottenuto, può essere bevuto durante il corso della giornata o in sostituzione di uno dei pasti principali. Per renderlo poi, anche più fresco aggiungete qualche cubetto di ghiaccio.

Centrifugato contro i gonfiori: servono 2 carote, mezzo limone, 2 cm di radice di zenzero, una mela rossa e un’arancia.

Ripulite la mela dalla sua buccia e tagliarli a pezzettini, stessa cosa per carote e spremete poi a parte arancia e limone. A questo punto, mettete nella centrifuga tutti gli ingredienti aggiungendo la radice di zenzero. Miscelate il tutto. La mela contiene un ottima fonte di potassio che aiuta la diuresi, inoltre il succo è ricco di vitamine A, C ed E in grado di contrastare il gonfiore. Questa centrifuga è perfetta per la prima colazione!

Smoothie bruciagrassi : occorrono 1 manciata di prezzemolo fresco, 1 manciata di foglie di tarassaco e 3 gambi di sedano.

Tagliate le foglie di sedano e tarassaco una volta ripulite, e affettate i gambi di sedano. Versate gli ingredienti nel frullatore. Grazie all’azione congiunta di sedano e prezzemolo si ha un effetto brucia grassi, inoltre il sedano attiva il metabolismo e lo velocizza grazie al sodio che agisce sulla tiroide.

Smoothie contro gli attacchi di fame: più calorica rispetto alle altre ricette indicate qui sopra, ma ricca di elementi preziosi.

Gli ingredienti che servono sono: 1 mango, 1 banana, ½ avocado, 1 limone e 1 cucchiaino di curcuma. Tagliate a tocchetti la frutta e versatela nel frullatore aggiungendo successivamente curcuma e succo di limone. Frullate il tutto per qualche minuto. Questo frullato è ottimo per la prima colazione e il pranzo. Grazie all’azione congiunta della frutta esotica riesce a calmare la voglia di dolce, donando un senso di sazietà.

Estratto antiage: occorrono 300g di frutti rossi a piacere, e qualche foglia di salvia e timo. Potete aggiungere direttamente i frutti rossi nell’estrattore con le foglioline e frullate il tutto.

I frutti rossi sono ricchi di proprietà antiossidanti e inoltre supportano il sistema circolatorio grazie all’elevata presenza di antociani.

Estratto detox: per questa ricetta servono, 1 avocado, ½ limone e un pezzetto di zenzero.

Una volta tolto il nocciolo dall’avocado lo possiamo frullare insieme al limone e allo zenzero nell’estrattore. Il limone favorisce l’eliminazione delle tossine essendo ricco di minerali depurativi come magnesio e potassio che insieme allo zenzero crea un effetto detox. Lo zenzero tra le sue molteplici proprietà è in grado di stimolare l’eliminazione delle tossine aiutando gli organi adibiti, fegato, intestino e reni. L’avocado ricco di antiossidanti che aiutano l’organismo a liberarsi dalle sostanze di scarto.

di Francesca Curri

Credit Photo iFood.it