arte

“Klimt & Schiele. Eros e Psiche”, scritto da Arianna Marelli e diretto da Michele Mally in anteprima al cinema il 22/23/24 ottobre

Pubblicato il 16 Ott 2018 alle 8:00am

Klimt & Schiele. Eros e Psiche è il film evento prodotto da 3D Produzioni e Nexo Digital con il sostegno di Intesa Sanpaolo. (altro…)

Mostra Modigliani Art Experience, al Mudec di Milano dal 20 Giugno al 4 Novembre 2018

Pubblicato il 31 Mag 2018 alle 7:00am

Arriva al Mudec di Milano il prossimo 20 Giugno 2018 un affascinante racconto, ricostruito attraverso immagini, musiche, evocazioni e suggestioni, che ricompone davanti agli occhi del visitatore l’universo di Amedeo Modigliani pittore e scultore, e che permette di proiettarsi nel contesto parigino di cui l’artista fu assoluto protagonista. La mostra prodotta da 24 ORE Cultura è promossa dal Comune di Milano-Cultura, con il supporto scientifico dei conservatori del MUDEC e del Museo del Novecento di Milano. Ideata da Crossmedia Group e curata da Francesco Poli, si propone come un vero e proprio excursus multisensoriale offrendo al visitatore la scoperta della sua cifra artistica e l’influenza che il primitivismo in particolare la scultura africana, egizia e cicladica, ebbero sul suo lavoro; una vita da bohémien nella sua esistenza da esule livornese nella Montmartre e nella Montparnasse dei primi del Novecento.

A impreziosire la visione multimediale dandole volume a 360°, e rendendo l’esperienza veramente totalizzante, il progetto allestito al MUDEC prevede una sala introduttiva, una “sala scrigno”, che ospita alcuni capolavori di arte primitiva africana del XX secolo provenienti dalla collezione permanente del MUDEC e tre ritratti di Modì provenienti dal Museo del Novecento di Milano, che permettono al visitatore di avere sott’occhio in un unico ambiente quei modelli artistici di arte primitiva che il genio livornese ebbe senz’altro a ispirazione per la sua arte, come il confronto diretto con i ritratti accostati nella stessa sala permetterà a tutti di appurare.

Una ‘Infinity room’ che chiude il percorso espositivo contenente alcune delle opere più significative dell’artista proposte al visitatore in una sorta di gioco continuo tra scomposizioni e rifrazioni, che non manca di aprirsi ad un racconto più classico sulla vita dell’artista e ad un contesto storico-sociale-culturale in cui è possibile situare la sua produzione.

La mostra chiuderà al pubblico il 4 novembre.

Per acquisto biglietti visitare il sito web http://www.mudec.it/ita/modigliani-art-experience/

Per info tel. 0254917 (lun-ven 10.00-17.00) Singoli: helpdesk@ticket24ore.it Gruppi e scuole: ufficiogruppi@ticket24ore.it

Restauro tomba e pala altare Michelangelo, oltre 100 donazioni da 12 Paesi del mondo

Pubblicato il 27 Mar 2018 alle 8:39am

Sono oltre cento i donatori provenienti da 12 Paesi del mondo e legati dalla passione per Michelangelo e per Firenze, che si sono mobilitati per il restauro della tomba monumentale e della pala dell’altare Buonarroti, entrambe opere di Giorgio Vasari. (altro…)

Parma, Capitale Italiana della cultura 2020

Pubblicato il 17 Feb 2018 alle 10:28am

Dopo Mantova 2016, Pistoia 2017, Palermo 2018 (e Matera 2019 in Europa), con un dossier intitolato La Cultura batte tempo, è Parma la Capitale italiana della cultura 2020, trionfatrice in finale su Agrigento, Bitonto, Casale Monferrato, Macerata, Merano, Nuoro, Parma, Piacenza, Reggio Emilia e Treviso. Ad annunciarlo, è il Ministro di beni culturali e turismo, Dario Franceschini. «Mi spiace per i sindaci venuti qui, che hanno candidato le loro città a Capitale italiana della cultura 2020: violando tutte le regole, ho deciso di nominare Ferrara, la mia città!». Si ride, poi la suspense. «La competizione è ogni anno più forte con progetti straordinari — dice — Già essere nella short list è come una nomination all’Oscar». All’annuncio di Parma, scoppia l’applauso. «Raramente ho poche parole, ma stavolta mi avete lasciato senza», dice emozionato il sindaco, Federico Pizzarotti.

La città di Parma è nata capitale nel ‘500, con il Gran Ducato dei Farnese. Cresciuta con i Borbone e trasformata da un donna illuminata, come Maria Luigia, moglie di Napoleone è la città di Verdi e di Toscanini, delle cupole del Correggio e del Battistero in marmo rosa, del Teatro Regio e di una delle più antiche Università al mondo. Patria del prosciutto e del Parmigiano fu nominata nel 2015 Città creativa Unesco per la Gastronomia.

Toulouse-Lautrec. Il mondo fuggevole, Milano Palazzo Reale fino al 18 febbraio

Pubblicato il 29 Gen 2018 alle 8:24am

Henry de Toulouse-Lautrec (1864 -1901) è stato un raffinato e strepitoso cronista per immagini della vita bohémien di fine Ottocento, della Parigi notturna dei cafè-chantan di cui era assiduo frequentatore.

A Palazzo Reale a Milano è stata allestita una grande mostra monografica dal titolo “Toulouse – Lautrec. Il mondo fuggevole“, aperta al pubblico fino al 18 febbraio 2018. che ne evidenzia l’intero percorso artistico e i tratti di straordinaria modernità. La mostra, a cura di Danièle Devynck (direttrice del Museo Toulouse-Lautrec di Albi) e Claudia Zevi, è promossa e prodotta da Comune di Milano-Cultura, da Palazzo Reale, da Giunti Arte Mostre Musei e da Electa, con il Musée Toulouse-Lautrec di Albi e l’Institut national d’histoire de l’art (INHA) di Parigi.

Oltre 200 opere, tra cui 35 dipinti, più litografie, acqueforti e 22 manifesti realizzati dall’artista.

Era nelle oscure atmosfere della vita notturna che Toulouse-Lautrec si muoveva per trarre ispirazione, immortalare i suoi soggetti preferiti e scovare aspetti a volte torbidi a volte semplicemente inattesi, che nessuno prima di lui era riuscito a raccontare con accertata veridicità. In quegli ambienti di luci soffuse e ombre si rifugiava per riuscire a mitigare la deformità che fin da piccolo lo accompagnava. Nacque infatti con una rara malattia congenita, dovuta alla consanguineità dei genitori, che ostacolava la crescita degli arti inferiori. A causa di una degenerazione ossea, all’età di 14 anni gli si fratturarono le gambe e fu sempre costretto a muoversi con l’ausilio di bastoni. Di origini nobili ereditò dal padre il conte Alphonse de Toulouse-Lautrec, la passione per il disegno, ma dopo un’educazione classica, maturò un segno grafico sicuro e provocatorio con cui creò immagini moderne e di estremo realismo che fanno ormai parte del nostro immaginario. Alloggiò nel quartiere di Montmartre in rue d’Ambroise, la via dei postriboli e divenne ospite fisso del “Moulin Rouge”, del “Moulin de La Galette” e di altri locali. Amava ritrarre attrici, cantanti e ballerine di can can, che con le sue emblematiche affiche, dai colori accessi in campiture piatte, dalle inquadrature originali, in parte ispirate dalle stampe giapponesi, rendeva ancor più popolari. Tra queste ricordiamo Jane Avril e Yvette Guilbert, che furono anche sue compagne.

Meraviglie di Alberto Angela sfiora i 6 milioni di spettatori

Pubblicato il 18 Gen 2018 alle 11:12am

Anche la terza puntata, andata in onda mercoledì 17 gennaio su Rai 1 di “Meraviglie – La Penisola dei Tesori”, ha conquistato milioni di spettatori rivelandosi un altro incredibile successo. (altro…)

Mostra “Il mondo di Leonardo”: a Milano le date previste per la visita teatrale, 11/1, 8/2 e 8/3

Pubblicato il 11 Gen 2018 alle 9:00am

Dalla collaborazione tra Leonardo a Milano, l’associazione culturale Dramatrà e il centro di ricerca Leonardo3, nasce un innovativo percorso dedicato a Leonardo da Vinci: un itinerario in cui la visita guidata e lo spettacolo teatrale si fondono in tutt’uno, in un contesto d’eccezione come la mostra “Il mondo di Leonardo“, prorogata per tutto il 2018. (altro…)

‘Michelangelo – La parete perfetta’ di Giuseppe Cesaro, un libro a fumetti per avvicinare i giovani alla storia dell’arte

Pubblicato il 09 Dic 2017 alle 11:58am

Presentato in anteprima al Lucca Comics and Games 2017 , presente i tutte le librerie dal 24 novembre , ‘Michelangelo – La parete perfetta’, è un volume firmato da Giuseppe Cesaro con le illustrazioni di Giuseppe Guida e la copertina di Claudio Villa (altro…)

Cinema, 19, 20 e 21 febbraio: “Caravaggio – L’anima e il sangue”

Pubblicato il 05 Dic 2017 alle 6:15am

Debutterà nelle sale italiane il 19-20-21 febbraio 2018 CARAVAGGIO – L’ANIMA E IL SANGUE, il nuovo film d’arte dai creatori di ‘Firenze e gli Uffizi’ e ‘Raffaello, il Principe delle Arti’ prodotto da Sky e Magnitudo Film dedicato ad uno degli artisti più controversi e amati di sempre: Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio. (altro…)

Arte: 151 opere del patrimonio dello Stato destinate ai musei e agli istituti culturali statali

Pubblicato il 27 Nov 2017 alle 6:55am

Negli ultimi due anni il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo ha acquisito 151 opere al patrimonio dello Stato che sono state destinate ai musei e agli istituti culturali statali. Si tratta di sculture, fotografie, porcellane, disegni, ma soprattutto quadri; il loro valore ammonta a 4 milioni di euro, e sono stati effettuati dalla Direzione Generale archeologia, belle arti e paesaggio e sono avvenuti su proposta delle locali Soprintendenze agendo in prelazione su compravendite private o in acquisto coattivo per evitarne l’esportazione. (altro…)