dieta vegana

Addio alla dieta vegana. Ad abbandonarla due italiani su tre

Pubblicato il 19 Giu 2018 alle 8:42am

Addio alla dieta vegana. Ad abbandonarla due italiani su tre, che sono tornati ai consumi di carni, latticini o uova nel 2018.

Oggi a seguirla ancora sono solo in 460 mila, secondo lo studio, elaborato sui dati Eurispes, che la Coldiretti ha presentato al ‘Villaggio contadino’ allestito nel centro di Torino e inaugurato con il #bisteccaday e una maxi grigliata.

L’inversione di tendenza è confermata dall’aumento della spesa delle famiglie italiane per le carni, oltre il 5% nei primi mesi del 2018, stando all’analisi Coldiretti su dati Ismea.

Le fake news sull’alimentazione tra i vegani, scesi dalla quota del 3% allo 0,9%, resistono di più le donne (68% del totale) e i giovani (2% degli italiani nella fascia di et 18-24 anni). Nei giudizi, invece, la scelta di chi ha messo al bando i prodotti di origine animale divide gli italiani: il 49,4% la ritiene “radicale, fanatica e segnata dall’intolleranza”, l’altra metà pensa che sia un’opzione rispettabile e anche ammirevole. “A spingere le convinzioni alimentari sono però spesso le fake news – sostiene la Coldiretti – sui social non è difficile trovare la teoria che mangiare carne, latte o uova faccia sempre male.

Parto prematuro, più rischi per chi conduce una dieta vegana

Pubblicato il 14 Mar 2017 alle 5:45am

Secondo uno studio pubblicato sull’American Journal of Epidemiology e condotto da un gruppo di ricercatori dell’Akershus University Hospital (Norvegia), le donne in gravidanza che seguono una dieta vegana, povera di grassi, hanno più possibilità di incorrere in un parto prematuro rispetto alle donne che seguono un’alimentazione più variegata. (altro…)

Allarme pediatri: la dieta vegana e carenza di vitamina B12 nei bambini. Gravi conseguenze su crescita

Pubblicato il 03 Giu 2016 alle 6:31am

Sono in costante crescita i casi di bambini di pochi mesi portati in ospedale per carenza di vitamina B12. A lanciare l’allarme i pediatri italiani. Secondo gli esperti, il perché sarebbe da ricondurre alle madri che durante la gravidanza, l’allattamento seguono una dieta vegana.

Queste donne infatti, non riuscirebbero ad introdurre nel latte materno tutti i nutrienti necessari per una sana crescita dei bambini.

Questo perché la mancanza di B12 (presente in carne, pesce, latte e uova) comprometterebbe la formazione dei neuroni, causando disturbi psicomotori e aumententerebbe il rischio di anemia.

Nel mirino anche il sistema nervoso e le allergie.

Il direttore di pediatria dell’ospedale fiorentino, il Mayer Massimo Resti, spiega che “spesso i genitori sono in buona fede e correggono la dieta, ma può capitare di dover segnalare dei casi al giudice, il quale può arrivare a chiedere a un assistente sociale di essere presente ai pasti”.

Bologna, menu vegano nelle scuole

Pubblicato il 26 Gen 2016 alle 6:37am

Dal mese di febbraio prossimo, la dieta vegana potrà farsi anche a scuola. Arriva infatti nelle mense scolastiche della città di Bologna.

Chi è interessato potrà farne richiesta con un semplice modulo compilato dai entrambi genitori del bambino. In calce la dichiarazione di presa d’atto della scelta vegana, firmata dal pediatra o dal medico di medicina generale che lo segue.

“L’interesse sempre più acceso verso il consumo di prodotti vegetali – scrive il Comune in una newsletter alle famiglie – anche da parte di chi segue una dieta tradizionale, è sostenuto dalle recenti ricerche scientifiche che sembrano mettere in luce il possibile ruolo protettivo da alcune patologie croniche dato all’assunzione persistente di frutta e verdura”.

La Lav accoglie con molto entusiasmo l’iniziativa che apre anche la strada ad altre città, ma chiede al Comune di apportare una modifica ai moduli, visto che la firma del medico, oltre a quella dei genitori, sarebbe illegittima.