forza italia

Elezioni Europee: trionfo Lega, primo partito, bene Pd, calo per il M5S. Cresce invece Fdi che raddoppia

Pubblicato il 27 Mag 2019 alle 12:00pm

E’ boom della Lega in questa tornata elettorale delle europee 2019. La Lega di Matteo Salvini è il primo partito a livello nazionale col 34,34% di consensi con 9.123.555 voti. Raddoppia così rispetto alle alle politiche di un anno fa quando prese il 17 per cento dei consensi. Il confronto con le Europee di cinque anni fa è senz’altro senza precedenti: il partito del Carroccio nel 2014 prese appena il 6,2 per cento delle preferenze.

Altro dato molto significativo è il sorpasso del Partito democratico sul M5s: i democratici, dopo l’arrivo alla guida della segreteria di Nicola Zingaretti, e l’addio di Matteo Renzi, prendono il 22,71% con 6.032.221 di voti, risalendo di quattro punti dal 18 dalle passate politiche. Niente a che vedere, naturalmente, con l’exploit del 2014 con il 40% delle preferenze.

Crolla invece il partito di Luigi di Maio. Il M5s, si aggiudica il 17,05 per cento con 4.529.905 delle preferenze: solo un anno fa alle politiche aveva ottenuto il 32 per cento, mentre alle Europee del 2014, il 21%.

A Forza Italia va invece l’8,78% pari a 2.333.579 voti e a Fdi al 6,46% con 1.717.054 voti. Buono il partito della Meloni che raddoppia nei consensi.

CIRCOSCRIZIONE NORD EST E OVEST- Al Nord è vittoria netta del Carroccio che va oltre il tetto del 40%, il M5s cala invece al Nord Est che al Nord Ovest, mentre il Pd sale sopra il 23 per cento. Al Nord Ovest, il partito di Salvini prende il 40,7% di voti, il Pd è il secondo partito col 23,45%, mentre il M5s è al 11,19%. Forza Italia è al 8,8%, Fdi al 5,6. Al Nord Est La Lega è al 41, il Pd è al 23,79, M5s al 10,3, Fi 5,8, Fdi al 5,7%.

In Lombardia la Lega ottiene il 43,38% di voti. Il Pd è al 23,08%. Il M5s al 9,34%. Fi al8,86%, Fdi al 5.53%. Mentre + Europa al 3.09%. Solo nel capoluogo lombardo il Pd risulta essere il primo partito attestandosi al 35,97%. I dem sono seguiti dalla Lega con il 27,39% e da Forza Italia al 10,18%. Il Movimento 5 stelle incassa invece l’8,53%. Mentre + Europa è al 5.3%.

Ma la Lega è il primo partito anche in Emilia-Romagna. Salvini prende il 33,8%, contro il 31,2% del Pd. Sotto la media nazionale il Movimento 5 stelle con il 12,9%. Il Pd risulta il primo partito solo nelle province di Reggio Emilia, Bologna (36,7%), Ravenna, mentre la Lega sfonda in territori come Piacenza (45,3%) e Ferrara (41,9%).

Il Carroccio si conferma anche primo partito in Trentino-Alto Adige con 137.739 voti (27,78%) staccando di oltre un punto percentuale il Südtiroler Volkspartei che si ferma al 26,18% con 129.795 voti. Terzo il Pd con 79.329 voti (16%) e +Europa che sale al 7,07% con 35.044 voti ed Europa Verde con 31.561 (6,37%). Male il Movimento 5 stelle che si ferma al 6,29% con 31.167 voti e Forza Italia con 17.587 voti (3,55%). In coda Fratelli d’Italia con 16.695 voti (3,37%) e La Sinistra con 5.969 voti (1,20%).

CIRCOSCRIZIONE CENTRO ITALIA – La Lega è il partito più votato anche al centro, con il 33,45% dei consensi nella circoscrizione (Toscana, Marche, Umbria e Lazio). Il secondo partito il Pd con il 26,82%, seguito da M5s (15,95%), Fdi (6,98%), Fi (6,25%).

Il Partito democratico è il più votato in Toscana con 622.934 voti e il 33,31%. Seconda la Lega con 588.727 voti e il 31,48%, seguita dal Movimento 5 stelle al 12,68% e 237.109 voti, Forza Italia al 5,82% e 108.793 voti e Fratelli d’Italia al 4,93% e 92.233 voti. A Firenze il Pd è il primo partito, con il 43,7% e 83.959 voti. Lega al 20,26%(38.931 voti) e M5s al 9,75%, 18.735 voti. Forza Italia al 5,51%, Fdi al 5,25%.

I democratici non ce la fanno invece nel Lazio, regione governata da Nicola Zingaretti e dove invece sfonda la Lega: il Carroccio è il primo partito nella regione della Capitale, governata dal Pd, con il 32,66%. I dem sono quasi dieci punti sotto, al 23,79%; ancora più indietro il M5s con il 17,93%. Il Pd è invece primo partito a Roma con il 30,62%, segue la Lega al 25,78%. Il M5s nella Capitale governa con la sindaca Virginia Raggi è staccato a 17,58%. Il quarto partito della città è Fratelli d’Italia, con l’8,7%; più indietro c’è Forza Italia al 5,57%. I radicali di +Europa fanno il 4%. Seguono la Sinistra al 2,87, Europa Verde al 2,22. Al di sotto del punto percentuale sia il Partito comunista che Casapound, che si ferma allo 0,42.

CIRCOSCRIZIONE SUD – M5s è il primo partito nella Circoscrizione Sud (Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria) con il 29,20%. Il secondo partito è la Lega con il 23,34%, seguita da Pd 17,91%, Fi con il 12,25% e FdI con il 7,57%. A Lampedusa la Lega fa il pieno e supera il 44 per cento dei voti. Su 1.404 votanti il Carroccio ha ottenuto 618 voti, con il 44,01 per cento dei voti, mentre il Pd si è fermato a 282 voti con il 20,08 per cento dei voti.

In Molise il Movimento 5 stelle prende 43.330 voti e il 28,76%, è il primo partito alle elezioni europee in Molise. Secondo posto per la Lega con 36.544 voti e il 24,26%, seguita da Forza Italia al 15,31% con 23.060 voti, dal Partito democratico al 14,64% con 22.058 voti e da Fratelli d’Italia al 6,33% con 9.534 voti.

Il Movimento 5 stelle si conferma primo partito in Campania con il 33,86%, ma anche in Campania la Lega si prende la sua rivincita, sfondando col 19,20%, a pochi voti dal Pd. I dati degli scrutini in Campania segnano un’enorme crescita del partito di Salvini che un anno fa, nel collegio Campania 1, si era fermato al 2,89%. Netto calo del M5s, che alle Politiche 2018 aveva toccato il 54,13%, mentre si vede rimontare il Pd che passa da un 12% del 2018 ad un 19% del 2019, ma anche in Campania è dietro la Lega, seppur di poche migliaia di voti. Sensibile calo anche per Forza Italia, che si attesta al 13,65%, mentre Fratelli d’Italia cresce e porta a casa il 5,82%. In Campania è andato alle urne il 47,62% degli elettori. Nella città di Napoli, la Lega di Salvini raccoglie il 12,36% dei voti ed è il terzo partito dietro il Movimento 5 stelle, al 39,86% (che in città conferma il suo primato con oltre 400 mila preferenze) e al Pd, che chiude al 23,29%, andando oltre le 200 mila. Lega e Forza Italia sono divise da poche migliaia di voti.

CIRCOSCRIZIONE ISOLE – Nella circoscrizione Isole (Sicilia e Sardegna), M5s è il primo partito con 605.863 voti (29,85%). Segue la Lega con 454.935 voti (22,42%), il Pd con 375.001 consensi (18,48%), Fi con 299.729 voti (14,77%), Fdi con 147.812 voti (7,28%). Ottimo risultato della Lega anche nell’isola di Lampedusa che ottiene il 44% dei consensi.

Affluenza in calo a livello nazionale al 56,1%. In aumento invece in Europa, oltre il 50%. I populisti avanzano ma non sfondano. In Germania regge la Merkel. In Francia vince la Le Pen. Nel Regno Unito vola col Brexit.

Camera: sì alle telecamere in asili e case di cura

Pubblicato il 26 Ott 2018 alle 6:47am

La Camera tre giorni fa ha approvato una proposta di legge che dà la possibilità di installare videocamere a circuito chiuso nei servizi educativi per l’infanzia, nelle scuole dell’infanzia e nelle strutture socio-sanitarie e socio-assistenziali per anziani e per persone con disabilità a carattere residenziale, semiresidenziale o diurno. Le registrazioni saranno visibili, dopo denuncia, solo dalle forze di Polizia.

I voti a favore sono stati 404, i Cinque stelle insieme a tutta la destra. Contrari 110, Pd e Gruppo misto.

Le telecamere non dovranno essere fornite “di dispositivi di comunicazione con risorse esterne”. Sarà il Garante per la protezione dei dati a definire le garanzie di sicurezza da assicurare. E per i primi tre anni, a partire dal 2018, si prevede un “fondo sperimentale” di 5 milioni di euro.

Si tratta questa di una seconda volta in due anni che la Camera dei Deputati approva la proposta di legge, in mezzo però intanto c’è stato, il rinnovo del Parlamento e ci sono tanti casi di violenza e maltrattamenti a discapito di bambini e anziani. Nella seconda occasione la proposta ha goduto di un iter legislativo accelerato. Gabriella Giammanco, vicepresidente di Forza Italia al Senato, dice: “Il vero scoglio, adesso, sarà la sua conversione in legge al Senato, dove si era arenata nel 2016”. Per Mara Carfagna (vicepresidente alla Camera di Forza Italia) “le famiglie potranno essere più serene”. Mariastella Gelmini, capogruppo, parla di “un aiuto ai più deboli.

Rai, il nuovo presidente Marcello Foa “Il mio mandato non è politico ma professionale”

Pubblicato il 27 Set 2018 alle 10:02am

Foa, giornalista e scrittore, è il nuovo presidente della Rai eletto con i voti di M5S, Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia, che hanno espresso tutta la loro massima soddisfazione al termine dell’elezione. “Diamo il benvenuto a Foa. Si è perso fin troppo tempo. È ora di lavorare per rinnovare la Rai”. Ha dichiarato Federico Mollicone, deputato di Fdi. Dello stesso parere anche Gianluigi Paragone del M5s: “Io sono soddisfatto per l’esito del voto che finalmente consente alla Rai di lavorare nella pienezza dei poteri”. (altro…)

Roberto Fico e Elisabetta Alberti Casellati i nuovi presidenti di Camera e Senato

Pubblicato il 24 Mar 2018 alle 6:21pm

Ha retto l’asse siglata in extremis tra centrodestra e Movimento 5 stelle: Roberto Fico ed Elisabetta Alberti Casellati sono i nuovi presidenti di Camera e Senato. La senatrice di Forza Italia è la prima donna a sedere sullo scranno più alto di palazzo Madama. Nel pomeriggio i due neoeletti sono stati ricevuti dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. (altro…)

Ok di Salvini per Alessandro Sallusti, candidato in pole a sindaco di Milano

Pubblicato il 21 Nov 2015 alle 12:57pm

Il direttore del Giornale Alessandro Sallusti sarà con molta probabilità il candidato sindaco scelto per il capoluogo lombardo. Da parte di Fi, Lega e Fdl.

Arrivato nella giornata di ieri, anche il via libera di Matteo Salvini leader della Lega.

“Sallusti a me piace come persona e professionista, è uno dei possibili candidati, ma se fosse lui io sarei contento”.

Sallusti da parte sua dichiara a Radio24 “Sto ragionando con la coalizione di centrodestra per vedere se ci sono le condizioni per una candidatura”.

Regionali, Silvio Berlusconi rinuncia al nome nel simbolo di Fi

Pubblicato il 28 Apr 2015 alle 6:37am

Manca meno di una settimana dalla scadenza per la presentazione delle liste per le elezioni regionali di fine maggio, ma Silvio Berlusconi è pronto a rinunciare al proprio nome nel simbolo del partito. (altro…)

La Camera approva l’abolizione del Senato, ma la strada è ancora lunga

Pubblicato il 11 Mar 2015 alle 10:30am

Camera approva il ddl costituzionale per riformare il bicameralismo paritario, abolendo, così, il senato e modificare radicalmente il procedimento legislativo.

Favorevoli 357, contrari 125, 7 gli astenuti.

Per il premier Renzi con questa abolizione avremo ‘Un paese più semplice e più giusto’.

Non sono, però, mancate, contestazioni. Il movimento Cinque Stelle ha abbandonato l’aula autoescludendosi dal voto e accusando la maggioranza di essere fascista.

Presenti ma contrari, Lega e Sel. Forza Italia spaccata tra favorevoli e contrari. Qualche dissenso anche nel Pd.

Dopo il voto di oggi il ddl Boschi passerà poi al Senato per la terza lettura.

Poi dopo un intervallo di tre mesi, tornerà ancora per un’altra lettura alla Camera e di nuovo al Senato. E se il testo non dovesse subire più modifiche e se non fosse approvato con la maggioranza dei due terzi non resterebbe che la strada del referendum popolare.

Tutto questo non prima dell’estate del 2016.

Mara Venier sindaco di Venezia, lo vorrebbe tanto Silvio Berlusconi

Pubblicato il 10 Dic 2014 alle 8:19am

Mara Venier potrebbe diventare la nuova candidata a  sindaco di Venezia. Piacerebbe tanto a Silvio Berlusconi che la vorrebbe nel suo schieramento.

Ma alla proposta del cavaliere la ex “Signora della Domenica”, ha risposto così: “Mi prendo qualche giorno per riflettere”, e continuando: “Sono gratificata, ma anche spaventata. Non lo so, in questo momento direi di no…che qualcuno mi diceva che nell’ambiente vicino a Forza Italia girava il mio nome”.

Una proposta quella di Berlusconi che lascia interdetta la stessa conduttrice dopo la richiesta esplicita in occasione della  presentazione dell’autobiografia di Alfonso Signorini presso il ristorante Baretto di Milano.

 

Caso Geithner, Berlusconi: “Sono vittima di un colpo di Stato”, la replica del Colle

Pubblicato il 15 Mag 2014 alle 11:18am

Nel mezzo della campagna elettorale italiana in vista delle prossime Europee del 25 maggio scoppia il caso Geithner. L’ex ministro del Tesoro americano, nel suo ultimo libro, rivela infatti un complotto europeo ai danni del governo italiano e dell’allora premier Silvio Berlusconi. (altro…)

Silvio Berlusconi lancia il movimento giovanile ‘Azzurra Libertà’

Pubblicato il 05 Mag 2014 alle 11:46am

Silvio Berlusconi dà vita ad un nuovo movimento allo scopo di riavvicinare a Forza Italia tutti quei giovani che si sono allontanati dalla politica e dal partito. (altro…)

Altre notizie

Archivio notizie

dicembre: 2019
lun mar mer gio ven sab dom
« Nov    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031