pelle

Occhiaie, un aiuto dal bicarbonato di sodio

Pubblicato il 25 Feb 2020 alle 6:28am

Il bicarbonato di sodio è diventato negli ultimi anni un prodotto molto utilizzato per le tante proprietà e sui tanti benefici. Questo prodotto può essere utilizzato per una gran varietà di cose, dalla pulizia della casa alla cottura e alla preparazione di dolci e ricette varie. Ma non è finita qui, perché questo prodotto può essere utile anche per migliorare la vostra bellezza di pelle e capelli.

Come ingrediente naturale è efficace nella preparazione di creme, dentifrici, deodoranti, maschere.

Recentemente si è scoperto che il bicarbonato è utile per rimuovere occhiaie e segni di stanchezza dal nostro viso.

Vediamo come preparare una maschera che è un vero e proprio toccasana:

– Camomilla – bicarbonato di sodio – tè – dischetti di cotone

Ecco come preparare il vostro impacco:

1. Preparate una tazza di camomilla, fatela raffreddare e aggiungete un cucchiaio di bicarbonato di sodio e una bustina di tè. 2. Successivamente immergete due dischetti di cotone nella miscela e massaggiate sotto gli occhi. Ponete i due dischetti imbevuti sotto gli occhi e lasciateli agire per circa 15 minuti. 3. Rimuovete i dischetti, sciacquate il viso e applicate una crema idratante.

Ripetete questi passaggi tutti i giorni una volta al giorno. I risultati si avranno già nel giro di pochi giorni di applicazione.

Aglio, alleato della bellezza e della salute. Ecco perché

Pubblicato il 11 Feb 2020 alle 6:54am

Viene considerato uno dei rimedi naturali migliori in assoluto, sin dall’epoca dei romani e antichi egizi. L’aglio ha preziosissime proprietà benefiche su tutto il nostro organismo.

Ricco di vitamine, soprattutto la vitamina B (che riduce i livelli di omocisteina) e la vitamina C (molto importante per il nostro organismo in quanto antiossidante). La vitamina B soprattutto è particolarmente importante per i livelli alti di omocisteina nel sangue che possono causare malattie coronariche.

L’aglio ha inoltre, un potere antibiotico, il suo utilizzo infatti ci aiuta a rafforzare il nostro sistema immunitario, a guarire da infezioni di minore entità, a favorire la cicatrizzazione di piccole ferite e a guarire in modo più veloce dai malanni di stagione come raffreddore ed influenza. Inoltre chi soffre di sinusite può liberarsene grazie all’aglio sotto forma di sciroppo o inalato tramite fumate. Ma non solo. L’aglio aiuta anche a liberarci dalle tossine, dai parassiti e da tutto quello che il nostro fegato fa fatica ad espellere in modo naturale.

Le vitamine in esso contenute stimolano le funzioni epatiche e il fegato si alleggerisce riducendo così anche i sintomi come gonfiore del viso e fauci secche ed amare.

Assumere uno spicchio d’aglio al giorno aiuta non soltanto a mantenere minori i livelli di colesterolo cattivo nel sangue di ben il 9 percento ma anche a controllare la pressione e ad assimilare meglio il ferro, ottimo quindi per tutti coloro che soffrono di anemia.

Assumere uno spicchio di aglio al giorno a digiuno regala una pelle dall’aspetto sano, luminoso e radioso. L’aglio infatti ringiovanisce le cellule della pelle, le rigenera, combatte l’insorgenza di acne e brufoli e protegge la cute da minacce esterne. Un vero e proprio toccasana sia per la salute che per la bellezza della nostra pelle.

Gravidanza e smagliature, alcuni prodotti per prevenirle e curarle

Pubblicato il 10 Feb 2020 alle 6:58am

Le smagliature in gravidanza sono quasi inevitabili, la percentuale di donne che non riscontra questo inestetismo dopo il parto e durante i nove mesi di gestazione è davvero minima. Per evitare che il problema si presenti, è bene mantenere sempre la propria pelle del corpo elastica ed idratata. In commercio esistono molte creme, di tutte le marche, che possono aiutare la donna a prevenire le smagliature in questo delicato e fantastico momento della vita. (altro…)

Beauty, le nuove tendenze del 2020

Pubblicato il 06 Feb 2020 alle 8:38am

Ecco alcune importanti novità per la nostra bellezza 2020.

Nel dettaglio le tendenze individuate tra trattamenti e nuove mode.

1) Microbioma Microbioma è il termine che ogni beauty addict utilizza per dimostrare di essere “sul pezzo”. I motori di ricerca sono già stati presi d’assalto: nell’ultimo anno, infatti, le ricerche su Google di informazioni sul microbioma sono schizzate al 110%. Da non confondere con microblading o microdermoabrasione, questa parola si riferisce infatti all’ecosistema di batteri naturalmente presente sulla superficie cutanea per assicurarne il funzionamento ottimale. Nel 2020 questi piccoli grandi amici della salute della nostra pelle entreranno ufficialmente a far parte della skincare e saranno i veri e propri protagonisti di questa stagione invernale e primavera estate. Che prometteranno di preservare l’equilibrio della cute e migliorarne l’aspetto.

2) No alle ore piccole Altro silenzioso ma prezioso alleato della salute della nostra pelle è il riposo. Dormire sarà trendy. Secondo Pinterest negli ultimi dodici mesi dell’anno, le ricerche di “metodi di ottimizzazione del sonno” sono aumentate del 116%. Si può ricorrere all’aromaterapia per distendere mente e corpo grazie alla fragranza del patchouli o della lavanda, oppure a un massaggio rilassante per una coccola capace di calmare le terminazioni nervose e distendere i muscoli.

3) Bellezza hi-tech per un’esperienza tailor-made La beauty routine attinge dall’innovazione tecnologica. Trattamenti avveniristici, dalla maschera led – in grado di sfruttare i fotoni per stimolare la produzione di collagene – ai dispositivi diagnostici per monitorare l’impatto ambientale sulla pelle, passando per i campi elettrici a corrente pulsata creati dall’elettroporazione per far penetrare nel derma sostanze come l’acido ialuronico. In linea generale, il ricorso alla tecnologia sarà fondamentale per offrire un’esperienza altamente personalizzata, accuratamente calibrata in base al tipo di pelle, di capelli, all’età o alla beauty routine di ciascuno. In questo contesto non mancheranno all’appello i social media, dove si moltiplicheranno i filtri di realtà aumentata, che già adesso su Instagram permettono di divertirsi a sperimentare “senza impegno” beauty look creativi.

4) Ciglia e capelli a tutto volume Nel 2020 capelli e ciglia sfidano la forza di gravità. Treatwell ha rilevato che nel 2019 dal parrucchiere è stato un boom di richieste per acconciature raccolte (+82%) e waves (+52%) e la volume-mania non darà segni di cedimento nemmeno nei mesi a venire. Anche lo sguardo protagonista assoluto: le extension alle ciglia – le cui prenotazioni sono cresciute del 36% negli ultimi dodici mesi – anche quest’anno continueranno a essere un vero e proprio must per occhi da cerbiatta. La tecnica più cool il Volume Russo, che restituisce un effetto “pluridimensionale” grazie all’applicazione di anche 8 ciglia artificiali su quelle naturali.

5) Verso una bellezza sempre più sostenibile La domanda di prodotti beauty eco-sostenibili di pari passo con la crescente volontà dei saloni e centri estetici di ridurre il proprio impatto ambientale per garantire un servizio davvero al passo coi tempi. Il colore che non passerà più di moda sarà quello green.

Aspirina, una valida alleata della pelle

Pubblicato il 20 Gen 2020 alle 7:42am

All’aspirina è un’ottima alleata anche della nostra pelle oltre che del raffreddore. L’acido acetilsalicilico fa bene alla salute della pelle. Quella pastiglia bianca che tutti possediamo in casa, possiede grandi potenzialità per quanto riguarda la bellezza della nostra pelle. Vi state chiedendo come? Vediamo subito. (altro…)

Bere acqua prima di dormire, perché fa bene

Pubblicato il 20 Set 2019 alle 6:00am

Bere acqua prima di andare a letto aiuta a dimagrire, a mantenere l’intestino pulito, la pelle del viso idratata, pulita, a dormire meglio, ad eliminare tossine dall’organismo. Lo asseriscono anche esperti del settore.

L’acqua è molto importante per il nostro organismo e bere è un’abitudine essenziale per la nostra salute giornaliera e serale. Gli esperti consigliano infatti di bere almeno due litri d’acqua al giorno. E la sera un bicchiere d’acqua prima di andare a dormire, in quanto può apportare essenziali benefici al nostro organismo, al nostro benessere generale. Vediamo quali sono:

– Bere acqua fredda prima di andare a dormire aiuta a dimagrire Bere acqua prima di andare a dormire ha un effetto sul nostro organismo benefico in quanto aiuta a dimagrante. Ma per perdere calorie l’acqua deve però essere fredda, non freddissima, però. Questo perché il corpo deve lavorare per alzare la temperatura dell’acqua. Grazie a questo meccanismo automatico, del tutto naturale, si bruciano più calorie nel nostro organismo.

– Bere acqua prima di andare a dormire fa bene alla salute perché idrata, agevola la digestione e migliora il sonno. Idrata l’organismo e consente peraltro di mantenere l’equilibrio idrominerale durante il sonno. Andare a letto la sera con una buona idratazione agevola inoltre il processo digestivo e, di conseguenza, migliora anche la qualità del sonno.

– Bere acqua prima di dormire depura l’organismo ed elimina le tossine in eccesso. L’acqua depura il nostro organismo dalle tossine dannose, che possono derivare dall’inquinamento atmosferico e da una cattiva alimentazione. Bere acqua prima di andare a dormire migliora l’efficacia dell’azione purificativa agendo soprattutto sul tratto urinario e il sistema muscolare.

– Bere acqua prima di andare a dormire aiuta il transito intestinale rendendo anche la pelle più bella, giovane, pulita ed idratata. Infine, bere acqua prima di andare a dormire aiuta a mantenere l’intestino pulito, la pelle pulita, idratata, giovane, più bella e luminosa.

Pesche, elisir di bellezza per una pelle più bella e luminosa

Pubblicato il 26 Ago 2019 alle 8:04am

Le pesche sono un frutto che agisce positivamente sulla nostra digestione: merito delle fibre in esso contenute (una pesca media garantisce quasi il 10% del fabbisogno giornaliero) che non solo evitano la stitichezza e proteggono l’apparato digerente, ma aiutano anche a tenere sotto controllo i livelli di zucchero nel sangue. Non bastasse, le pesche contengono prebiotici, indispensabili per i batteri benefici dell’intestino. (altro…)

Scrub viso, le ricette naturali che fanno per te

Pubblicato il 19 Ago 2019 alle 6:33am

Lo scrub è un trattamento cosmetico che serve a rimuovere dalla pelle cellule morte. Pulire in profondità i pori e attenuare macchie e discromie cutanee. Ecco quindi che diventa un valido alleato per la bellezza e combattere l’invecchiamento cutaneo, per viso e corpo.

La zona più interessante da trattare è quella chiamata T, ovvero fronte, naso e mento dove si concentrano maggiormente le impurità e i pori si otturano.

Ci servono allora i seguenti per pelli grasse: olio extravergine d’oliva possibilmente biologico, miele, mezzo limone, zucchero. Procedimento: In un piccolo contenitore aggiungete un cucchiaio di olio d’oliva, uno di miele, mezzo limone spremuto e dello zucchero molto fine (semmai passatelo al mixer un minuto). Amalgamate bene il tutto e applicatelo sul viso con movimenti circolari e delicati. Sciacquate con acqua tiepida.

Scrub per pelli impure alla mandorla: olio di mandorle, zucchero di canna. Procedimento: in un contenitore mescolate due cucchiai di olio di mandorla dolce e due cucchiai di zucchero di canna molto sottile. La ricetta è già pronta per essere utilizzata. Applicate lo scrub insistendo sulla zona T e sciacquando con acqua tiepida. Tamponate la cute del tonico prima di mettere un velo di crema.

Scrub allo zucchero contro i punti neri: miele d’acacia o di castagno, zucchero bianco. Procedimento: ci vogliono tre cucchiai di miele d’acacia o di castagno (molto liquido), tre cucchiai di zucchero bianco e un pentolino con dell’acqua calda. Mentre scaldate l’acqua, mescolate lo zucchero e il miele. Quando l’acqua bolle, utilizzatela per fare dei fumigi e aprire i vostri pori . Subito dopo applicate lo scrub.

Scrub ai fiori d’arancia: farina di riso, zucchero di canna, mezza arancia, miele, olio di fiori d’arancio. Procedimento: questo prodotto è molto delicato e profumato e si ottiene mescolando due cucchiai di farina di riso, due cucchiai di zucchero di canna, 10 gocce di olio essenziale ai fiori d’arancia, mezza arancia spremuta e 1 cucchiaio di miele. Anche in questo caso si applica con movimenti delicati, insistendo nella zona T.

Scrub antiage all’olio d’oliva: zucchero bianco, olio extravergine di oliva, succo di limone. Procedimento: mescolate due cucchiai di zucchero bianco, 4 cucchiai da minestra di olio d’oliva e il succo di un limone non trattato. Questa ricetta è ottima per combattere le rughe e per schiarire le classiche macchie cutanee. Dopo l’applicazione dello scrub, stendere un velo sottilissimo di crema antiage.

Cheratosi pilare, come curarla in maniera efficace con i migliori rimedi anche naturali

Pubblicato il 18 Ago 2019 alle 7:04am

La cheratosi pilare è una malattia della pelle molto diffusa, che determina la presenza di piccole macchie di colore rosso o beige attorno ai follicoli dei peli. Il problema può presentarsi in diverse parti del corpo, dalle cosce ai glutei, dalle guance alla parte superiore delle braccia. E’ una condizione che non si può curare, ma con il tempo e con un trattamento adeguato può diventare sempre più, meno evidente. Non è contagiosa, perché non si tratta di un’infezione e non è causata da alcun batterio o fungo.

Si tratta di una condizione che in parte ereditaria: è stato dimostrato, che circa il 50-70% dei pazienti con questa malattia della pelle hanno altri casi in famiglia. Inoltre potrebbe contribuire all’insorgenza del problema una produzione eccessiva di cheratina della pelle, un processo denominato ipercheratizzazione.

Accumuli che possono essere determinati dalla presenza eccessiva di particelle di pelle secca all’apertura dei follicoli piliferi. La cheratosi pilare può essere associata ad altre condizioni, come la dermatite atopica, l’eczema, la pelle secca e allergie stagionali inalatorie. Esaminando la pelle interessata dal problema, si può notare un leggero ispessimento e un vero e proprio intasamento del follicolo. L’aspetto arrossato della pelle può essere determinato dalla dilatazione dei vasi sanguigni in superficie.

Chi può ammalarsi

La cheratosi pilare può interessare i bambini e gli adolescenti, ma anche gli adulti. In genere le donne sono le più colpite da questa condizione della pelle rispetto agli uomini. Nei bambini, la cheratosi pilare compare entro i primi 10 anni e può subire un peggioramento durante la pubertà. Questo disturbo della pelle tende a risolversi da solo con l’avanzare dell’età, soprattutto dopo i 30 anni.

Cure e terapia

Non esiste una cura per la cheratosi pilare che possa considerarsi valida per tutti. A volte questa condizione della pelle sparisce completamente senza la necessità di intervenire con un trattamento, come detto poco innanzi. Solitamente l’alimentazione non sembra avere a che fare con la cheratosi, anche se la carenza di vitamina A può determinare l’insorgenza di sintomi simili a quelli della cheratosi. Esistono comunque in vendita diverse composizioni dermocosmetiche che possono aiutare a liberarsi di tale inestetismo cutaneo.

Come possibilità per controllare i sintomi di questa malattia della pelle. E notare effetti benefici, è possibile ricorrere anche ad un programma di lubrificazione, ma si deve trattare di una cura continua.

Per ammorbidire la pelle e liberare i pori si possono effettuare degli scrub delicati mescolando bicarbonato di sodio con un po’ di acqua tiepida, oppure miscelando olio di mandorle e sale marino.

Creme invece per la cheratosi pilare acquistate in farmacia devono essere a base di Urea e Glicole propilenico, entrambe sostanze con proprietà cheratolitiche, ossia in grado di sciogliere lo strato corneo dell’epidermide.

Eucerin, ad esempio, consiglia i prodotti della linea UreaRepair, in particolar modo Urea Repair Emulsione Intensiva 10% Urea, che è stata clinicamente testata su pazienti con cheratosi pilare. La sua formula dona un’idratazione intensa alla pelle del corpo ruvida, pruriginosa e desquamata e un sollievo dai sintomi della pelle secca.

Salute della pelle e melanoma, il CNR-IFC eccellenza italiana

Pubblicato il 08 Ago 2019 alle 8:11am

L’associazione italiana A_IATRIS, coordinata dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS), riunisce 22 strutture pubbliche di eccellenza tra cui Enti di Ricerca, Università e Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico. Il solo percorso della Regione Toscana presente in questo contesto di assoluta eccellenza e l’unica realtà della pelle certificata a livello nazionale è la struttura del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR)-Istituto di fisiologia clinica/Melanoma & skin Cancer UNIT (MSCU) di Area vasta nord ovest, rete interaziendale costituita da Azienda USL Toscana nord ovest e Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana, è resa possibile da una convenzione (che si sta riempiendo di contenuti) tra Asl e Istituto di Fisiologia Clinica del CNR (IFC) e sempre con il coordinamento dell’Istituto Superiore di Sanità. (altro…)