prevenzione

Novembre, la prevenzione cardiovascolare arriva anche in farmacia

Pubblicato il 09 Nov 2017 alle 6:25am

Per tutto il mese di novembre, la prevenzione al cuore arriva anche in farmacia. Apoteca Natura, la rete di farmacie che guida la persona nella prevenzione e nella cura, in collaborazione con la Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie, con l’Associazione Medici Diabetologi e il patrocinio della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani, dà il via libera alla sesta edizione della campagna volta a prevenire le malattie cronico-degenerative di origine cardiovascolare. (altro…)

Giornata Mondiale del Diabete, 14 novembre controlli gratuiti e focus su 500 città coinvolte, focus su bimbi e gravidanza

Pubblicato il 07 Nov 2017 alle 9:12am

Anche quest’anno torna la celebrazione della Giornata Mondiale del Diabete il prossimo 14 novembre. (altro…)

Influenza, sta arrivando anche da noi, è la peggiore degli ultimi decenni

Pubblicato il 06 Nov 2017 alle 11:44am

I primi freddi sono ormai alle porte ed è inevitabile parlare anche di malanno di stagione: l’influenza. Secondo i media australiani è la peggiore degli ultimi decenni. Nel continente rosso l’epidemia annuale ha fatto già 52 vittime, anche tra i giovani e i bambini.

Alle nostre latitudini non ci sarebbe lo stesso da stare tranquilli: il virus starebbe ora facendo rotta verso l’Europa, dopo aver toccato il sud-est asiatico e la penisola araba. Secondo gli esperti, infatti, nell’emisfero boreale bisognerà fare i conti con un’ondata di influenze pari a quella australiana.

E sull’epidemia si dice: «Se prenderanno il sopravvento i virus che si sono scatenati in Australia, dovremo fare i conti con casi gravi e numerosi».

Ma come prevenirla?

1. Lavarsi le mani, 2. coprirsi la bocca con un fazzoletto o con il braccio quando si starnutisce o tossisce 3. restare a casa quando si presentano i sintomi dell’influenza. 4. Per le categorie più a rischio è consigliata la vaccinazione.

Decalogo per la prevenzione del diabete

Pubblicato il 01 Nov 2017 alle 10:55am

Le persone che hanno una storia di familiarità con il diabete, che presentano una glicemia a livelli superiori alla norma, sono in sovrappeso, sedentarie, hanno più di 45 anni, anche se i casi di diabete tipo 2 si verificano anche in persone più giovani, devono tener conto di alcuni fattori e alcune regole fondamentali, per evitarlo. (altro…)

Alicia Keys in lingerie per Stella McCartney per la prevenzione del tumore al seno

Pubblicato il 20 Ott 2017 alle 7:07am

Ottobre è il mese di prevenzione del tumore al seno e anche per quest’anno il mondo della moda ha voluto supportare il progetto con campagne e iniziative in vari settori.

Stella McCartney, da sempre attenta a queste tematiche come queste, ha offerto il suo prezioso contribuito alla causa del tumore al seno.

La celebre stilista inglese ha infatti realizzato il completo Ophelia Whistling nel colore rosa papavero per sensibilizzare le donne su questa malattia, incoraggiarle a seguire uno stile di vita sano e sottoporsi a controlli regolari: visite senologiche, mammografie, ecografie.

Il completo è composto da un reggiseno con coppa morbida e gli slip, realizzati in prezioso pizzo giapponese e arricchiti da spalline sottili e bottoni ricoperti in seta.

Per la campagna la designer ha scelto un volto della musica, Alicia Keys. La campagna supporterà il centro diagnostico Memorial Sloan Kettering Breast Examination Center di Harlem, il quale ha visitato oltre 200.000 donne per tumore al seno e offre alla comunità locale assistenza gratuita e qualificata.

26 Settembre Giornata Mondiale della Contraccezione: in aiuto l’app MyTherapy

Pubblicato il 26 Set 2017 alle 6:39am

Il 26 settembre si celebra la decima edizione della Giornata Mondiale della Contraccezione, promossa dall’associazione Your Life. A livello mondiale, il 41% delle gravidanze sono indesiderate e il 10% riguardano anche le adolescenti. Questo dato indica quanto sia importante la prevenzione, con una giusta contraccezione.

MyTherapy con la sua app supporta questa causa aiutando le donne ad assumere i contraccettivi in maniera adeguata e informata. MyTherapy inoltre non aiuta solamente le donne nella gestione dell’assunzione della pillola ma anche in quella di tutti i medicinali e integratori alimentari.

Guarda cosa può fare la nostra app: mytherapyapp.com/it/app-promemoria-pillola-anticoncezionale

Per saperne di più, visitare il sito web https://www.mytherapyapp.com/it

V Settimana di Sensibilizzazione sui tumori testa-collo, l’importanza di una diagnosi precoce

Pubblicato il 20 Set 2017 alle 6:50am

Il 18 settembre, ha preso il via la V Settimana di Sensibilizzazione sui tumori testa-collo che si svolge in tutta Europa. Conosciuta anche come Head and Neck Cancer Awareness Week, nell’ambito della ‘Make Sense Campaign’. (altro…)

Osteoporosi, il 30 settembre al via la campagna di prevenzione ‘Il piatto forte’

Pubblicato il 14 Set 2017 alle 7:43am

Ossa fragili come porcellana, è quello che hanno il 75% delle donne ‘over 60’, con aumentato rischio di fratture. (altro…)

Colon irritabile, come comportarsi durante le vacanze

Pubblicato il 21 Ago 2017 alle 10:27am

Il 20-30% degli italiani soffre o ha avuto problemi di colon irritabile. Disturbo caratterizzato da dolore addominale, irregolarità dell’alvo con diarrea o al contrario stipsi causa di alterazioni motorie e funzionali del colon, dolore e aria nello stomaco, difficoltà digestive, cefalea, astenia e difficoltà nella concentrazione. (altro…)

Rischio attentati in Italia, allerta 2, dopo le minacce dei giorni scorsi

Pubblicato il 21 Ago 2017 alle 6:57am

Che l’Italia fosse nel mirino dell’Isis non è una novità. Tutti ricorderanno le minacce dirette alla capitale (e la reazione ironica dei romani) di due anni fa, con tanto di hashtag #We_Are_Coming_O-Rome. Ma dopo l’attentato di Barcellona, la possibilità di un attentato in Italia sembra essere ora salita alle stelle. Anche in seguito alle recenti minacce rilanciate da Site, l’associazione di monitoraggio dei network jihadisti guidata da Rita Katz.

Agli inizi di aprile di due anni fa, nel 2016″, secondo quanto ricorda La Repubblica, “le minacce con il riferimento alla capitale erano state diffuse in un messaggio audio del portavoce Abu Hassan al-Muhajir: ‘Quando verrà l’alta marea sarà la conquista di Bagdad, Damasco, Gerusalemme, Amman, Costantinopoli, Teheran e Roma’. Il 28 aprile sul web erano apparse foto con messaggi minacciosi a firma Islamic State sullo sfondo di alcuni luoghi-simbolo italiani, sia di Roma che di Milano. E in una foto, scattata in autostrada nel Milanese, si leggeva l’indicazione “Venezia”.

Ma per i servizi segreti non c’erano ‘nuovi concreti elementi di allarme’. Ora invece la minaccia si fa più concreta, reale.

“Il 20 gennaio di quest’anno”, prosegue il quotidiano, “un filmato era poi stato diffuso da Halab Wilayah, Centro media del governatorato di Aleppo: in un cielo inquietante che annunciava allo stesso tempo distruzione e una nuova alba, compariva l’immagine dell’Anfiteatro Flavio conquistato dalle bandiere nere islamiche: “La promessa sarà mantenuta: conquisteremo Roma”.

A febbraio era girata anche un’intervista del fondamentalista islamico inglese Anjem Choudary, in cui minacciava lo Stato italiano annunciando che i combattenti del Daesh “conquisteranno Roma per affermarvi la Sharia”.

“A giugno è stata la volta del presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, – prosegue Repubblica – accusato dal Califfato per la influente presenza del nostro Stato in Libia. Un video pubblicato su Youtube e intitolato “Stato islamico – questo è ciò che abbiamo promesso ad Allah e al Suo Messaggero” contiene molteplici minacce all’Italia, agli Stati Uniti e a tutti i Paesi che in questi anni stanno cercando di debellare Daesh”.

“Il Viminale in questi giorni sta proseguendo e intensificando la politica delle espulsioni dei cittadini stranieri ritenuti potenzialmente pericolosi”, si legge sul Sole 24 Ore. Espulsi di recente due marocchini e un siriano. Con questi rimpatri, 70 nel solo 2017, salgono a 202 i soggetti gravitanti in ambienti dell’estremismo religioso espulsi con accompagnamento nel proprio Paese dal gennaio 2015 ad oggi.

Anche dopo l’attentato di Barcellona, in Italia resta l’allerta 2, che è già al massimo grado, un gradino sotto a quello dell’’attacco in corso. Ma il ministero dell’Interno “ha chiesto alle Forze di tenere elevato il livello di vigilanza, rafforzando sul territorio le misure di sicurezza a protezione degli obiettivi ritenuti più a rischio, soprattutto nei luoghi turistici”.