Spread the love

Il 27 ottobre 2023 a Trento la conferenza pubblica organizzata dall’A.P.E. Associazione Progetto Endometriosi, che svela come prendersi cura di sé con l’approccio psicologico, sessuologico, nutrizionale, posturale e massoterapico.

Convivere con l’endometriosi e curarla vuol dire anche cambiare o migliorare il proprio stile di vita: una sana alimentazione e una costante attività fisica di moderata intensità, unite ad una buona qualità del sonno, ma anche l’approccio psicologico e il prendersi cura di sé possono aiutare le donne – il 10% della popolazione femminile – ad alleviare i sintomi derivanti dalla patologia. Ogni donna con endometriosi ha bisogno di un percorso terapeutico personalizzato e soprattutto multidisciplinare. É dunque essenziale conoscere queste terapie, affinché non sostituiscano la medicina tradizionale ma diventino un valido alleato per la donna affetta da endometriosi.

Di qui la conferenza pubblica organizzata dall’A.P.E. Associazione Progetto Endometriosi il 27 ottobre 2023 a Trento, un incontro con esperti della malattia per apprendere come migliorare la “Qualità e stili di vita nell’endometriosi:  l’approccio psicologico, sessuologico, nutrizionale, posturale, massoterapico”. L’A.P.E., storica associazione che unisce pazienti volontarie in tutta Italia, impegnate nel creare consapevolezza sulla malattia, ha realizzato, negli ultimi anni, un lavoro interdisciplinare dedicato alle “Linee Guida sull’alimentazione e corretto stile di vita per endometriosi”, coinvolgendo diversi specialisti sui temi della nutrizione. A Trento, negli spazi della Sala Gabrielli del collegio Arcivescovile Celestiano Endricci, a partire dalle ore 20:00, ci saranno le biologhe nutrizioniste Francesca Ruggiero e Marizza Lamprecht. Si parlerà, inoltre, degli aspetti psicologici legati alla malattia, spesso sottovalutati, con la psicologa, psicoterapeuta e sessuologa Valentina Bartolomei. Spesso le donne con endometriosi non vengono credute nel dolore fisico. Persiste ancora l’idea che ciò che provino durante il ciclo mestruale o un rapporto sessuale sia considerato esagerato. Un altro supporto per le donne riguarda l’alleviare il dolore con la massoterapia e la postura. Ad approfondire la tematica a Trento sarà Francesca Ribiani, posturologa e massoterapista. Non mancheranno le volontarie dell’A.P.E., tra cui Denise Molinari. L’evento è gratuito ed aperto a tutti. Essendoci posti limitati, è gradita la conferma a: trento@apendometriosi.it

 

Cos’è l’endometriosi? L’endometriosi è una malattia infiammatoria cronica che colpisce in Italia circa il 10% della popolazione femminile in età fertile, anche se i dati sono estremamente parziali e probabilmente sottostimati. I sintomi più diffusi sono: forti dolori mestruali ed in concomitanza dell’ovulazione, cistiti ricorrenti, irregolarità intestinale, pesantezza al basso ventre, dolori ai rapporti sessuali, infertilità nel 35% dei casi. Per una malattia di cui non si conoscono ancora le cause, per la quale non esistono cure definitive né percorsi medici di prevenzione, per limitare i danni che l’endometriosi provoca, è fondamentale fare informazione per creare consapevolezza!

L’A.P.E. è una realtà nazionale che da 18 anni informa sull’endometriosi, nella consapevolezza che l’informazione sia l’unica prevenzione ad oggi possibile.

 

Sul sito dell’APE – www.apendometriosi.it – ci sono tutte le informazioni utili e i progetti per aiutare concretamente le donne affette da endometriosi e per entrare a far parte della rete nazionale.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.