profughi

Angelina Jolie tra i rifugiati siriani a Mosul

Pubblicato il 21 Giu 2018 alle 6:44am

Angelina Jolie, ambasciatrice dell’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR), ha visitato giorni fa Mosul, in Iraq, a meno di un anno dalla liberazione della città dall’Isis.

L’attrice americana, è arrivata nel Paese nel secondo giorno dell’Eid al Fitr, la festa di fine Ramadan. Le immagini diffuse da Unhcr mostrano l’attrice tra le macerie della città, distrutta dallo Stato islamico, mentre scherza con un bambino, Falak, 8 anni, affetto da un disturbo genetico. Il bambino ha raccontato all’attrice di aver visto morire con i suoi occhi un uomo durante l’occupazione.

Il giorno dopo la Jolie ha incontrato alcuni profughi siriani nel campo di Domiz, nel nord dell’Iraq (uno dei campi profughi più grandi, allestito a 60 chilometri dal confine siriano nel territorio del Kurdistan iracheno). Quando venne aperto, nel 2012, era destinato ad ospitare mille famiglie. Ora ne ospita cinquemila, con una media di cinque bambini per famiglia.

Migranti, il Times: “L’Italia minaccia l’Ue con 200mila visti temporanei”

Pubblicato il 17 Lug 2017 alle 11:17am

Solo questo fine settimana, appena trascorso, ha visto l’arrivo in Italia di oltre 7000 migranti. (altro…)

Nella giornata mondiale del Migrante e del Rifugiato, piccoli migranti scrivono al Papa “Cerchiamo una vita migliore”

Pubblicato il 16 Gen 2017 alle 7:30am

Save the Children ha diffuso una lettera di alcuni minori stranieri residenti in Italia nella giornata mondiale del Migrante e del Rifugiato, che si è celebrata ieri, indirizzata a Papa Francesco. (altro…)

Emergenza migranti, attesi per oggi oltre 4200

Pubblicato il 24 Ott 2016 alle 11:23am

Continua a salire l’emergenza migranti. Solo per la giornata di oggi sono in arrivo oltre 42oo persone in diversi porti italiani, dopo i salvataggi tra le coste del Nordafrica e quelle siciliane. (altro…)

Migranti, Danimarca sospende treni e chiude strada con Germania

Pubblicato il 10 Set 2015 alle 6:02am

Le ferrovie della Danimarca (DSB) hanno annunciato ieri il blocco dei treni da e per la Germania per gli eccessivi controlli sui passaporti alla frontiera. (altro…)

Germania, accolti 8mila profughi siriani, altri 15mila dalla Gb

Pubblicato il 06 Set 2015 alle 11:05am

Ottomila profughi sono giunti ieri in Germania, attesa per oggi, in serata altra ondata di arrivi. (altro…)

Bresso, protesta di migranti in strada traffico paralizzato

Pubblicato il 24 Ago 2015 alle 12:57pm

Momenti di tensione si sono registrati questa mattina a Bresso, vicino Sesto San Giovanni alle porte di Milano, dopo una protesta da parte di un centinaio di profughi, nel momento in cui sono giunti alcuni giornalisti nel centro di accoglienza.

La Croce Rossa che gestisce la struttura, li ha fatti allontanare e questo ha scatenato la rabbia dei migranti, circa 150 profughi di varie nazionalità che vivono accampati in tende.

Da qui la loro protesta si è spostata in strada, bloccando per circa un’ora parte di viale Fulvio Testi.

I richiedenti asilo hanno alzato la voce per la mancata concessione del permesso di soggiorno. Sul posto sono giunte le forze della polizia di Stato, i carabinieri e la prefettura. Tutto è poi rientrato intorno alle 11 con un corteo che non ha per fortuna fatto registrare incidenti, nel frattempo problemi anche al traffico.

Agenti e militari hanno poi impedito che i migranti tornassero in strada dopo il rientro nel campo con le tende in cui vivono.

Secondo testimonianze raccolte, le piogge delle ultime ore avrebbero causato infiltrazioni d’acqua negli spazi in cui dormono queste persone. Tra i problemi denunciati anche i documenti personali trattenuti dopo l’arrivo in Italia.

Macedonia, apre frontiere ai migranti, aiutandoli a partire per la Serbia

Pubblicato il 23 Ago 2015 alle 1:46pm

La Macedonia ha detto sì ai migranti. Apre loro le frontiere, per lasciarli passare.

In centinaia ne continuano ad arrivare anche dalla Grecia, in cerca di una terra migliore.

La polizia non li blocca più all’ingresso del Paese. Li lascia passare a gruppi di 200 – 300, dando precedenza alle donne con bambini e agli anziani.

Coloro che già ieri sera avevano passato la frontiera è stato organizzato nella notte anche un autobus che accompagnava i migranti verso la Serbia.

Jasmin Rexhepi della Ong macedone ha fatto sapere che oltre 50 bus carichi di profughi sono partiti da Gevgelija per dirigersi in Serbia.

In stazione restano accampati ancora 3mila migranti rifugiati in attesa della partenza.

Intanto a Presevo in Serbia, nel centro di accoglienza, sono giunti fino a questa mattina circa 2mila rifugiati, e tanti altri ne continueranno ad arrivare.

Lombardia: “Stato ci rimborsi cure agli stranieri per 160milioni di euro”

Pubblicato il 16 Ago 2015 alle 6:17am

La Regione Lombardia ricorda al governo che deve ancora versare l’importo di euro 160 milioni di euro, per le spese sostenute per l’assistenza negli ospedali, agli stranieri presenti sul territorio lombardo. (altro…)

Giornata Mondiale del Rifugiato, il messaggio del presidente Mattarella

Pubblicato il 20 Giu 2015 alle 12:29pm

In occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella invia un messaggio in cui dice: “L’Italia sente alto e forte – da sempre – il dovere di solidarietà nei confronti di chi giunge nel nostro paese, coltivando l’ispirazione e la speranza verso una vita più sicura e un avvenire per sé e per i propri figli”.

“Il nostro Paese continuerà a fare quanto necessario per assicurare ai rifugiati e a coloro che chiedono asilo un trattamento rispettoso dei diritti fondamentali e della dignità umana, con l’auspicabilmente crescente contributo dell’Unione Europea e della comunità internazionale”.

“In questo spirito – conclude il presidente – desidero ringraziare l’UNHCR per il significativo contributo che quotidianamente assicura, con impegno, dedizione e umanità, e formulo voti per le sue attività”.

Nel pomeriggio, prevista una manifestazione dei centri sociali provenienti da ogni parte di Italia in segno di solidarietà nei confronti dei migranti.