riforme

Obama accoglie Renzi: “Orgogliosi di chiamare gli italiani alleati e amici”

Pubblicato il 18 Ott 2016 alle 5:56pm

Il presidente americano Barack Obama accogliendo il presidente del Consiglio italiano, oggi alla Casa Bianca con un saluto in italiano, ha detto: “Buongiorno” e “benvenuti”, citando il detto italiano “patti chiari, amicizia lunga” per descrivere gli stretti rapporti che intercorrono fra il nostro Paese e gli Usa. (altro…)

Corpo della Forestale abolito, incorporato nell’Arma dei Carabinieri

Pubblicato il 01 Ago 2016 alle 9:20am

Dopo un lungo e laborioso Consiglio dei Ministri: “E’ giunto il momento di mettere più denari per i rinnovi contrattuali della Pubblica Amministrazione, dopo sette anni senza aumenti di stipendio”. Ad annunciarlo è il premier Renzi.

Cgil, Cisl e Uil, si mostrano soddisfatte del risultato ottenuto.

Dice Carmelo Barbagallo, della Uil: “Se a un impegno così forte seguiranno i fatti, quella odierna sarà una svolta significativa”. Nel frattempo, nel corposo pacchetto di decreti attuativi della cosiddetta Riforma Madia, è messa mano pure alla riforma del Corpo della Forestale.

Matteo Renzi “C’è rischio referendum su di me, non penso di vincerlo”

Pubblicato il 14 Apr 2016 alle 11:49am

Il premier Matteo Renzi nel corso della diretta che si è tenuta ieri su Facebook e Twitter ha detto: “Già l’altra volta ho sottolineato l’importanza di stringere un po’ sulle deleghe, di accelerare sulle deleghe, spero nelle prossime settimane di potervi dare qualche data più precisa per poter essere operativi sulle deleghe della buona scuola”. (altro…)

Padoan contro la Bce sul crollo delle banche e annuncio “Cdm misure per migliorare il sistema bancario”

Pubblicato il 24 Gen 2016 alle 10:49am

La Consob sta indagando a qualche manovra illegale dietro i tre giorni di panic selling che, tra lunedì e mercoledì scorsi, hanno fatto tremare gli istituti di credito. Sul banco degli imputati la l’Ssm (Single Supervisory Mechanism) della Vigilanza Bce, guidata dalla francese Danièl Nouy. Colpevole di una «gestione della comunicazione poco accorta» che ha pesato sui crolli di Borsa, ha tuonato ieri il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, indirizzando l’irritazione verso gli uffici di Madame Nouy: «Bisogna essere molto cauti a mandare fuori informazioni e dare segnali».

Poi l’annuncio “Al consiglio dei ministri della prossima settimana ci sarà un insieme di misure sul sistema bancario”.

La notizia arriva da Davos dove il ministro dell’Economia italiana, Pier Carlo Padoan è impegnato sul tema delle banche, precisando che le misure in questione dovrebbero comprendere “un’autoriforma del credito cooperativo” con l’aggregazione intorno a un gruppo simile al Credit Agricole francese, e ulteriori misure per facilitare lo smaltimento dei crediti deteriorati in pancia agli istituri di credito.

Così dal punto di vista macroeconomico, Padoan sottolinea che “Dal Forum economico globale emerge meno pessimismo di quanto non abbiano detto i mercati, con un’economia, globale e anche italiana, che continua a crescere. Consenso sul fatto che le prospettive di crescita offerte dalle nuove tecnologie siano maggiori di quanto si legga in giro. L’Italia” deve colmare il ritardo ed è uno dei temi su cui l’impegno del governo si rafforzerà ulteriormente”.

Infine un riferimento alla situazione dei migranti. “Se Schengen dovesse crollare sarebbe un colpo molto duro al processo generale di integrazione europea”. “Qualcuno oggi dice che se Schengen dovesse crollare l’euro non avrebbe problemi, io non la penso così”.

Riforme: Senato da’ il via libera all’Articolo 1

Pubblicato il 02 Ott 2015 alle 6:15am

Il Senato ha approvato ieri l’articolo 1 del ddl sulle riforme costituzionali. Ha bocciato in un colpo solo i numerosi emendamenti dell’opposizione, preparandosi ad un confronto sull’articolo 2, dove sono attesi alcuni voti e uno scrutinio segreto. (altro…)

Grecia, pronto pacchetto da 12 miliardi in due anni

Pubblicato il 09 Lug 2015 alle 11:02am

La Grecia avrebbe quasi pronto un pacchetto di misure da attuare pari a 12 miliardi di euro da realizzare in soli due anni e da presentare a Bruxelles in cambio del terzo piano di aiuti per fronteggiare la crisi e scongiurare l’uscita dall’euro. (altro…)

Il premier Renzi avverte: “Le polemiche non ci fermano, andremo avanti con le riforme”

Pubblicato il 21 Gen 2015 alle 9:59am

Il premier Matteo Renzi da Davos, in Svizzera, dove partecipa al World Economic Forum, avverte: “Le polemiche non fermeranno l’azione riformatrice del governo”. (altro…)

Riforme, faccia a faccia tra Renzi e Berlusconi a tavolo la legge elettorale

Pubblicato il 06 Ago 2014 alle 11:36am

Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, parlando ai giornalisti di ritorno dalla sua missione in Egitto, in vista dell’incontro di oggi con il leader di Forza Italia ha detto: “E’ importante che Silvio Berlusconi rimanga al tavolo della riforma elettorale, come ha fatto per quella costituzionale, perché sarebbe un elemento di serietà istituzionale. Un segnale importante”.

Renzi ha dunque ricordato che la legge elettorale tornerà in discussione al Senato il prossimo primo settembre, dicendosi ottimista su una sua approvazione entro la fine dell’anno.

E relativamente alla riforma costituzionale il premier ha ribadito di ritenerla “una riforma seria, una grande riforma”, sottolineando come i lavori al Senato stanno procedendo più spediti di quanto si pensasse.

Riforme, al via il ‘Senato dei 100’

Pubblicato il 02 Ago 2014 alle 10:58am

Passa con 194 sì, 26 voti contrari e 8 astenuti l’articolo 2 del ddl che modifica l’articolo 57 della Costituzione riguardante la composizione e l’elezione del Senato. Assenti Lega e M5S. (altro…)

Renzi: “Con Berlusconi l’impegno ad andare avanti con le riforme ci sarebbe stato comunque”

Pubblicato il 20 Lug 2014 alle 9:39am

Il premier Matteo Renzi, da Maputo replica a chi sostiene che con l’assoluzione di Silvio Berlusconi in patto del Nazzareno sia più forte “Con Forza Italia che rappresenta milioni di voti non c’è un accordo di governo ma istituzionale perché in un Paese civile le regole si fanno insieme. Dal punto di vista istituzionale mantenevo la parola anche se Berlusconi fosse stato condannato”. (altro…)