stress

Yoga, oggi 21 Giugno Giornata internazionale

Pubblicato il 21 Giu 2018 alle 6:33am

Oggi 21 giugno 2018 si celebra la quarta Giornata internazionale dello Yoga, pratica millenaria che in Italia ha avuto l’apice del successo soprattutto negli ultimi anni. (altro…)

Stress e caldo, tutta colpa del cortisolo

Pubblicato il 04 Mag 2018 alle 8:00am

L’arrivo della bella stagione è considerato un vero e proprio toccasana per lo stress, ma un recente studio, condotto dall’università polacca di Poznan ha dimostrato che il cortisolo, l’ormone che viene rilasciato nel sangue nelle situazioni di affaticamento, raggiunge dei valori più alti proprio nei periodi estivi, con conseguenza spiacevoli anche per l’organismo. (altro…)

Ecstasy presto in farmacia per ridurre i sintomi dei disturbi da stress post traumatico

Pubblicato il 03 Mag 2018 alle 10:28am

L’MDMA, conosciuta anche come Ecstasy, aiuterebbe i pazienti affetti da disturbo da stress post – traumatico a stare meglio. E’ quanto suggerito da una nuova ricerca condotta dalla Public Benefit Corporation; organizzazione benefica con sede negli Stati Uniti. (altro…)

A Parigi un bar per la meditazione

Pubblicato il 02 Apr 2018 alle 7:27am

Ha aperto da circa un anno a Parigi, il ‘Bar à méditation’. Un bar originale perché non si beve e non si mangia soltanto ma si impara anche a prendersi cura di sé, come? Semplicemente meditando. E grazie alla meditazione , assicura lo staff del ‘bar’ che ci si libera dallo stress, si impara a trasformare l’ansia e l’agitazione in benessere e soprattutto si smettono di ‘ruminare’ i cattivi pensieri: il famoso mumble mumble di paperino.

L’idea di creare questa struttura e di dare questa piacevole opportunità alla clientela è arrivata dalla psichiatra e psicoterapeuta Christine Barois che la gestisce con un team di istruttori qualificati, composto soprattutto da psicologi e psichiatri. Una vetrina su strada a rue Gaillon, vicino l’Operà, che immette in un ambiente rilassato e minimalista. La prima regola varcato l’ingresso è però quello di abbandonare ogni pensiero negativo e la tensione. Di liberarsi immediatamente del telefono cellulare.

La struttura si articola in tre piani: al piano terra si trova lo spazio Gaillon, dove lasciare i propri effetti personali e prepararsi alla sessione di meditazione; al piano primo, nell’area Opéra, hanno luogo le lezioni guidate, al piano -1, denominato Pyramides, è dedicato a coloro che preferiscono meditare in maniera autonoma. Il ‘bar’ apre alle 8 per consentire la frequentazione anche prima di andare al lavoro. Infatti, sostiene lo staff ‘‘la meditazione non è un’evasione ma un incontro sereno con la realtà’’ e dunque sarebbe salutare meditare un po’ ogni giorno soprattutto prima di iniziare le fatiche quotidiane. Per questo le sessioni non durano mai più di 30 minuti e i costi sono contenuti, 20 euro.

Il prezzo aumenta, ma di poco, per le lezioni con l’istruttore e per i corsi a tema, e il miglioramento della vita quotidiana e lavorativa è assicurato visto che, secondo gli esperti, la meditazione migliora la concentrazione, la creatività, la memoria e rende più sereni.

Magnesio, un aiuto naturale per stress e stanchezza

Pubblicato il 08 Mar 2018 alle 10:40am

Il magnesio è un minerale essenziale presente in natura e i tutti gli alimenti. Dalle innumerevoli proprietà salutari per l’organismo e per questo, in caso di carenza, ne viene consigliata l’integrazione. (altro…)

Fibromialgia, la malattia invisibile che ha costretto Lady Gaga a disdire 10 concerti del tour europeo

Pubblicato il 04 Feb 2018 alle 8:30pm

Fibromialgia, patologia reumatologica di cui soffre anche Lady Gaga, la quale ha annunciato sui social che proprio a causa di questa malattia è costretta ad annullare le ultime 10 tappe della sua tournèe europea, perché ‘devastata dai dolori’.

La patologia, apparentemente invisibile è infatti definita anche ‘sindrome del dolore che non si vede’. E’ una patologia, quasi interamente al femminile, che causa un insieme di sintomi fisici e psichici particolarmente debilitanti ma che non compaiono nelle analisi di laboratorio. Si presenta con dolori muscolari e senso di affaticamento, disturbi del sonno, reflusso gastroesofageo, colon irritabile e anche problemi cognitivi e di memoria.

In Italia il 15 novembre scorso la Commissione Affari sociali della Camera ha approvato un testo che prevede di includere la fibromialgia nell’elenco delle malattie croniche di rilevante impatto sociale e sanitario e che devono rientrare nei Lea, i livelli essenziali di assistenza.

Piercarlo Sarzi Puttini, reumatologo dell’Ospedale Sacco di Milano l’ha definita un “dolore del corpo e dell’anima”, di cui soffrono circa due milioni di italiani, e al 90%, donne.

“Una sindrome – ha precisato – difficile da diagnosticare, perché concorrono sintomi numerosi e diversi fra loro. Non si può estirpare chirurgicamente e riduce le capacità di svolgere un’efficiente attività lavorativa e di avere una vita sociale appagante”.

Le cause? “Può esserci predisposizione genetica – ha detto lo specialista in reumatologia – ma concorrono soprattutto variabili ambientali, socioculturali: lo stress a cui ogni giorno è sottoposta la donna giustifica la prevalenza nel sesso femminile. Ci possono anche essere stati, nella vita di queste pazienti, un particolare trauma, dinamiche familiari negative, abusi fisici o sessuali. Ma il primo movente è senz’altro un disturbo della percezione del dolore”.

Era il 13 settembre quando, al Toronto Film Festival, la cantante ha rivelato per la prima volta di soffrire di fibromialgia. La pop star americana di fama internazionale su twitter ha annunciato che dovrà dedicarsi alla sua salute e uscirà a breve un documentario in cui parla della fibromialgia sperando che serva ad aumentare la consapevolezza su tale sindrome e a connettere tra loro le persone che ne soffrono.

Cucinare aiuta a comunicare e ad allentare lo stress

Pubblicato il 04 Gen 2018 alle 6:46am

Chi ama cucinare secondo i psicologi, possiede un antistress terapeutico, in grado di mettere le persone più chiuse e riservate in contatto con gli altri e tutto proprio attraverso il cibo. (altro…)

Donne maltrattate presentano la sindrome del cuore infranto

Pubblicato il 28 Nov 2017 alle 6:26am

La sindrome del cuore infranto è una patologia molto seria, studiata e curata dai cardiologi. Si tratta della cardiomiopatia e colpisce quasi esclusivamente le donne. Conosciuta anche come sindrome di Tako-Tsubo, o cardiomiopatia da stress, viene rilevata principalmente in seguito a lutti o eventi traumatici. (altro…)

Dal parlare si capisce se una persona è stressata

Pubblicato il 10 Nov 2017 alle 6:51am

Secondo quanto è emerso da recenti studi, alcune variazioni del linguaggio – apparentemente impercettibili – potrebbero rappresentare una vera e propria spia dello stress. In quei momenti, infatti, forse parliamo un po’ meno e utilizziamo avverbi diversi.

Alcuni tipi di avverbi ci permettono di gestire lo stress nel migliore dei modi.

Forse, dentro di noi, esiste un metodo che ci permetta di gestire al meglio i momenti difficili. Se ci facciamo guidare dai meccanismi naturali che vivono dentro di noi, probabilmente, riusciamo a ottenere effetti migliori dei classici calmanti.

Uno di tali meccanismi potrebbe essere rappresentato dal linguaggio e dall’utilizzo smodato di alcuni avverbi come veramente e incredibilmente.

Lo studio, recentemente pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences, ha preso in esame 143 persone adulte. Tutti i volontari dovevano indossare obbligatoriamente dei registratori che si accendevano ogni due minuti per 48 ore.

Gli scienziati sono così riusciti a ottenere ben 22.627 brevissimi clip di audio. Dopodiché tutte le registrazioni sono state analizzate con attenzione dagli studiosi che hanno evidenziato modifiche del linguaggio. Queste si presentavano maggiormente a livello di avverbi, pronomi e aggettivi.

Altre evidenze, sono rappresentato dal timbro della voce, dalla postura, oltre che dai termini che si usano.

Firenze, donna di 21 anni suda sangue, ecco perché

Pubblicato il 27 Ott 2017 alle 10:24am

Una donna di 21 anni di Firenze è affetta da ematidrosi, una malattia molto rara, anche se le prime descrizioni risalgono al terzo secolo avanti Cristo, soprattutto in caso di stress molto forti. La paziente, la cui vicenda è descritta dai medici dell’Università di Firenze sul Canadian Medical Association Journal, è arrivata all’ospedale quando il sintomo si manifestava già da tre anni. (altro…)