treni

Trenord, condannata a risarcire tremila pendolari, autori di class action

Pubblicato il 27 Ago 2017 alle 7:48am

La sentenza della Corte d’Appello di Milano ha accolto il ricorso di oltre 3mila pendolari coordinati da Altroconsumo contro la società ferroviaria lombarda Trenord, partecipata da Trenitalia e dal gruppo Fnm (quotato in Borsa e a sua volta controllato con il 57% dalla Regione Lombardia). (altro…)

Trenitalia, sotto inchiesta e sequestro convogli in partenza da Bari per violate norme igienicosanitarie bagni

Pubblicato il 12 Nov 2016 alle 11:34am

I Carabinieri del Noe di Bari hanno notificato un provvedimento di sequestro preventivo senza facoltà d’uso di 8 treni Trenitalia, per un totale di 30 convogli, il 20 per cento della dotazione Trenitalia, che conta in totale 45 treni, in partenza da Bari sulle tratte di Puglia, Basilicata e Molise.

Le indagini del Noe hanno rilevato che i treni in questione violano il codice dell’ambiente per quanto riguarda la gestione non autorizzata di rifiuti pericolosi.

I liquami degli scarichi dei bagni dei treni, verrebbero raccolti inizialmente in un piccolo serbatoio dal quale, superati 40 chilometri orari, sarebbero liberati sulle rotaie. Secondo gli investigatori, tale procedura determinerebbe un rischio ambientale nonché igienico-sanitario perché i liquami biologicamente contaminati verrebbero sparsi su tutta la rete ferroviaria, non solo pugliese.

Indagati per violazioni al codice dell’ambiente il direttore generale e il responsabile Manutenzione e Pulizia di Trenitalia Puglia.

Trenitalia, in una nota si difende e dice: «Siamo rispettosi del lavoro della magistratura – rileva in una nota Trenitalia – e fiduciosi che presto sarà fatta giusta luce sulla vicenda. Tutti i nostri treni, infatti, sono conformi alle normative europee che dettano specifiche tecniche anche in relazione ai servizi igienici. Stiamo in ogni caso attivando tutte le opportune misure per ridurre al minimo i disagi per i nostri clienti»

Presto il Freccia Bianca per Taranto e la possibilità di raggiungere Roma in meno di cinque ore

Pubblicato il 23 Ago 2016 alle 6:04am

Entro qualche mese, i Freccia Bianca che da Salerno potranno sostituire gli Intercity ci impiegheranno molto meno tempo per raggiungere la capitale, rispetto ai treni attuali.

La linea ferroviaria Taranto – Ferrandina – Potenza – Salerno – Napoli – Roma potrebbe prevedere sulla Taranto-Roma via Potenza – un accordo tra Trenitalia e le due regioni Basilicata e Puglia – per il collegamento veloce Taranto-Ferrandina-Potenza-Salerno-Napoli-Roma.

Allo stato gli accordi non sono ancora conclusi ma c’è ottimismo per avere il Freccia Bianca al posto degli attuali vettori.

Da Salerno acquisirebbe la velocità del Freccia Rossa usufruendo del servizio già collaudato. Ovviamente non significherebbe cambiare treno. Questa novità consentirebbe di raggiungere Roma in quasi cinque ore. Rispetto ai tempi attuali, raggiungendo un grande risultato.

Aumentati al 1 gennaio biglietti Trenitalia e aerei

Pubblicato il 03 Gen 2016 alle 11:50am

Il 2016 si apre con un rincaro sul fronte dei trasporti.

Ad annunciarlo è il Codacons, che spiega anche che “Agli incrementi dei pedaggi autostradali, si vanno ad aggiungere a partire dall’1 gennaio sensibili rincari per i treni. Non solo. Costa di più anche il trasporto in aereo, a causa dell’aumento dell’addizionale sui biglietti aerei”.

“Per le autostrade si registrano, invece, aumenti medi dello 0,86% ma – avverte il presidente Carlo Rienzi – per molte tratte i rincari sono solo sospesi e potrebbero essere sbloccati a breve. A ciò si aggiungono pesanti aumenti tariffari anche per i treni: per l’alta velocità, che sono scattati già a partire dal 1 gennaio 2016. Rincari medi dei biglietti di +2,7% che raggiungono quota +3,5% su alcune tratte molto utilizzate dai viaggiatori come la Roma-Milano. Come se non bastasse, è aumentata anche di 2,5 euro anche l’addizionale comunale sui biglietti aerei, che porta l’odioso balzello a 9 euro a passeggero, 10 se si parte da Ciampino o Fiumicino”.

Ma non finisce certo qui. Accanto ad autostrade, aerei e treni il Codacons prevede per il 2016 “aumenti per tutto il comparto dei trasporti (traghetti, mezzi pubblici, taxi, navi). Una vera e propria stangata per gli italiani al punto che le famiglie nel corso del 2016 spenderanno complessivamente oltre 1,4 miliardi di euro in più solo per la voce trasporti”.

Terrorismo in Europa, in arrivo più controlli sui treni dopo l’attacco sul Tgv

Pubblicato il 30 Ago 2015 alle 2:16pm

I biglietti ferroviari saranno presto nominativi sui treni a lunga percorrenza. Prevista anche la presenza di pattuglie miste su coinvogli transfrontalieri e sui bagagli. (altro…)

Al-Qaida pensa ad attentati a treni europei

Pubblicato il 19 Ago 2013 alle 10:45am

Al-Qaida starebbe preparando degli attentati ai treni veloci di tutta Europa. A riferirlo, la Bild che cita fonti della sicurezza. E secondo quanto dichiarato dalle autorità tedesche, si ipotizzano anche atti di sabotaggio alle rotaie o alle linee elettriche aeree, e possibili attentati con ordigni esplosivi su tratti di percorrenza rapida o a tunnel, oltre che esplosione di bombe all’interno dei convogli. (altro…)

Treni Ntv: in partenza dal 28 aprile

Pubblicato il 01 Apr 2012 alle 7:35am

Dopo diversi rinvii, pare che sia arrivato finalmente il momento per la partenza per la nuova compagnia ferroviaria Ntv presieduta da Luca Cordero di Montezemolo. (altro…)