Per un buon rientro a scuola la prima regola è dormire bene

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 14 Set 2011 alle ore 9:39am


L’importanza del sonno spesso viene sottovalutata dai genitori, e pertanto, tanti bambini ed adolescenti si trovano ad affrontare impegni e stimoli eccessivi che disturbano anche il loro riposo notturno.

Per questo, Giuseppe Di Mauro, pediatra e Presidente della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale, grazie ad uno studio condotto dall’Università dell’Alabama, a Birmingham, sostiene che i bambini
per superare il difficile ritorno a scuola e avere un buon rendimento scolastico durante l’anno devono dormire abitualmente in modo corretto.

Quelli che non dormono abbastanza, secondo l’esperto, difficilmente riescono ad ottenere buoni risultati a scuola, poiché l’assenza di sonno incide negativamente sulla memoria, nonché sulla capacità di giudizio, sull’attenzione ed infine sulla stabilità emotiva.

Ecco allora, che Di Mauro, spiega che per garantire un rientro graduale e piacevole a scuola, è bene da subito farsi che bambini e ragazzi si alimentino bene, svolgano una regolare attività fisica durante il giorno che aiuta a farli crescere forti e sani, e a smaltire lo stress, infine vietare loro, tv e videogiochi nelle ore serali, in quanto, possono portare ansia ed agitazione alterando così i normali ritmi del sonno dei propri figli.

Lo specialista, sottolinea inoltre, che sono assolutamente sconsigliati, in età pediatrica, farmaci o altri tipi di sostanze adatte a migliorare l’attenzione e le prestazioni.

Basterebbe invece una sana alimentazione, un po’ di movimento e il giusto numero di ore di sonno a garantire il miglioramento del rendimento scolastico.

Anche una ricca prima colazione fa sicuramente la sua parte, essa deve offrire la giusta quantità di vitamine, zuccheri, e grassi indispensabile per affrontare la giornata.

Infine, i bambini da 3 a 5 anni, dovrebbero dormire almeno dalle 11 alle 13 ore, per arrivare fino a 9-10 ore dai 6 ai 10 anni e in ultimo dalle 8-9 ore dagli 11 ai 13 anni.