Dall’Aula della Camera per la fiducia al governo Letta, i si’ sono stati 435 e i no 162. Il Pd è risultato essere autosufficiente dopo la fiducia incassata al Senato nel primo pomeriggio di ieri. Grande soddisfazione per il capo dello Stato, che ha così commentato quanto accaduto: “L’essenziale è che il governo ha superato la prova, vinto la sfida e innanzitutto per la serietà e la fermezza dell’impostazione sostenuta dal presidente del Consiglio dinanzi alle camere”.

Contento del risultato anche il premier Enrico Letta. La fiducia arrivata dal leader del Pdl, rappresenta per lui e l’ex delfino di Berlusconi, Angelino Alfano un grande successo. Il vicepremier, seduto a fianco di Letta, al momento dell’annuncio di Berlusconi, ha tirato un sospiro di sollievo e applaudito con convinzione. Ma ormai, c’è rottura. All’interno del partito, si sono formati due gruppi, quelli che fanno capo a Berlusconi, ovvero i ‘falchi’ e i ‘diversamente berlusconiani’, che molto presto, potrebbero anche formare un partito guidato da Alfano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.