M5S, espulsi i dissidenti, pronti a dimettersi 10 senatori e 6 deputati

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 27 Feb 2014 alle ore 11:10am


Un vero terremoto è quello che si è abbattuto sul Movimento 5 Stelle. Il verdetto contro i quattro dissidenti, Francesco Campanella, Lorenzo Battista, Luis Orellana e Francesco Bocchino, è stato deciso dall’urna online del blog di Beppe Grillo. I militanti che hanno votato il ‘sì’ sono stati 29.883 contro i 13.485 che hanno scelto il ‘no’.

Tra i ribelli intanto si fa la conta. E si profila la possibilità di formare un gruppo a parte a Montecitorio. Una scissione che arriva in parallelo a quella che sta avvenendo al Senato. La prima a lasciare Palazzo Madama è la senatrice Alessandra Bencini.

Con lei ci sarebbero altri 9 senatori Cinque Stelle in procinto di abbandonare il gruppo M5s. Lasciano anche sei deputati.

Alessio Tacconi ha così commentato quanto sta accadendo “Esco dal gruppo M5s alla Camera e con me ci sono altri 5 deputati“, e continuando ha sottolineato “Con questo voto si è dimostrato che non è possibile andare contro il parere di Casaleggio e Grillo. Il sistema di voto è in mano alla Casaleggio Associati e ci dobbiamo fidare. Se fosse affidato a terzi sarebbe più trasparente“.