Baby squillo, Roma bene, indagato anche il marito di Alessandra Mussolini

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 11 Mar 2014 alle ore 10:25am


Tra i nomi dei clienti delle baby squillo della Roma bene che sono finiti nel registro degli indagati comparirebbe anche quello di Mauro Floriani, ex ufficiale della finanza diventato dirigente delle Ferrovie, nonché marito di Alessandra Mussolini.

Floriani ha respinto ogni accusa negando di aver avuto rapporti con ragazze minorenni. Ma gli inquirenti non gli hanno creduto e lo hanno inserito tra una ventina di indagati che erano a conoscenza della minore età delle prostitute. Per tutti, l’accusa è quella di prostituzione minorile, reato che prevede un arresto da 1 a 6 anni.

Mauro Floriani senza sapere che gli inquirenti erano già in possesso del suo nome, si presentò spontaneamente per spiegare come il suo numero poteva essere finito nelle intercettazioni, ovvero tra i numeri che avevano telefonato ad una delle due ragazze.

La motivazione da parte sua non è stata data ma ha negato di aver avuto rapporti sessuali con le ragazze minorenni che svelarono le indagini che hanno portato all’arresto, lo scorso ottobre, di cinque persone (tra cui anche la madre di una delle due).