Dal primo luglio arrivano le nuove tariffe e i nuovi orari. Il ministro Franceschini ha annunciato durante la III edizione degli Stati generali della cultura, le nuove direttive contenute nel decreto ministeriale, che riguardano le variazioni di tariffe e di orari dei musei statali e dei siti archeologici italiani.

Il ministro ha spiegato oggi, che più di un terzo dei visitatori non paga il biglietto e pertanto, bisogna adeguarsi a quanto avviene negli altri paesi dell’Unione Europea.

A tal fine, dal primo luglio rimarranno gratis gli ingressi solo per i ragazzi sotto i 18 anni e per alcune categorie di persone, come ad esempio gli insegnanti. Resteranno valide inoltre, anche le riduzioni fino ai 25 anni, mentre non saranno più gratis gli ingressi degli over 65, che potranno visitare, senza pagare il biglietto, solo la prima domenica di ogni mese.

Inoltre, verrà anche istituita la “Domenica al museo” e verrà rafforzata l’iniziativa “Una notte al museo”, prevedendo l’apertura notturna dei musei e dei siti archeologici almeno due volte l’anno al costo di un euro. E tutti i venerdì, i grandi musei, come ad esempio il Colosseo, o il sito archeologico di Pompei e gli Uffizi, potranno essere visitati fino alle 22 di sera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.