Senato: domani alle 11 la diretta tv in ricordo del grande Eduardo De Filippo, a 30 anni dalla morte, con tanti ospiti

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 30 Ott 2014 alle ore 10:25am

Il Senato della Repubblica ricorderà domani il grande Eduardo De Filippo, a trenta anni di distanza dalla sua scomparsa.

L’Aula di Palazzo Madama ospiterà “Cantata delle parole chiare. Voci dal teatro di Eduardo in Senato’‘.

Il presidente del Senato, aprirà la celebrazione, poi sarà la volta di Luca De Filippo ricordare il padre, leggendo alcuni passaggi dell’intervento fatta da lui in Aula il 23 marzo 1982, quando in veste di senatore a vita affrontò, la condizione dei giovani detenuti nell’Istituto “Filangieri” di Napoli.

L’opera del grande drammaturgo, attore (di cinema e teatro), regista, sceneggiatore e poeta italiano, mai disgiunta dall’impegno politico e civile, rivivrà attraverso le voci di diversi personaggi del teatro e dello spettacolo: Giorgio Albertazzi, Anna Bonaiuto, Mariangela D’Abbraccio, Luca De Filippo, Carlo Giuffrè, Gianfelice Imparato, Silvio Orlando, Umberto Orsini, Angela Pagano, Massimo Ranieri, Mariano Rigillo, Fausto Russo Alesi, Lina Sastri e Toni Servillo, che interpreteranno brani tratti da “Filomena Marturano“, “Gli esami non finiscono mai“, “La paura numero uno“, “Napoli milionaria“, “Natale in casa Cupiello”, “Figlio di Pulcinella“, “l’Arte della Commedia“, e le poesie e le lettere scritte da Eduardo.

Il Maestro Nicola Piovani eseguirà, invece, un estratto riarrangiato della sua opera tratta dal poemetto di De Filippo “Padre Cicogna“.

Antonio Audino raccoglierà a sua volta le testimonianze di Francesco Rosi, Raffaele La Capria, Luigi di Filippo, Angelica Ippolito, Paola Quarenghi e Andrée Ruth Shammah.

L’intera manifestazione, curata da Luca De Filippo e da Francesco Tavassi, il cui inizio è previsto per le ore 11, sarà trasmessa in diretta televisiva, da Rai Parlamento, da RaiTre , Rai5 e dal canale satellitare e webtv del Senato.

Numerose celebrazioni si svolgeranno in questi giorni anche a Napoli.