Un’importante scoperta arriva sul fronte della ricerca e della lotta alla SLA, sclerosi laterale amiotrofica.

Un gruppo di ricercatori italiani dell’Istituto Mario Negri di Milano ha scoperto, infatti, che la mancanza di un particolare enzima è causa della progressione della malattia.

Risultato questo, certamente molto importante, pubblicato sulla rivista Brain, e che apre la strada ad una possibile cura della malattia neurodegenerativa.

La ricerca, infatti, partendo dalla dimostrazione che una proteina chiamata TDP-43 è anomala nella maggior parte dei pazienti affetti da SLA, ha stabilito che la colpa è dell’enzima chiamato PPIA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.