Un recente studio rivela che un ciclo mestruale più lungo durante il periodo del climaterio è molto spesso associato a minori rischi di sviluppare problemi cardiaci.

I ricercatori dell’Università di Pittsburgh hanno pubblicato su “Menopause”, che la tempistica di questi cambiamenti potrebbe fornire indizi per risalire a un possibile rischio di sviluppare malattie cardiovascolari. Nello specifico gli scienziati hanno scoperto che le persone il cui ciclo mestruale è aumentato di lunghezza due anni prima dell’avvento del periodo menopausale, avevano condizioni migliori di salute cardiovascolare rispetto a quelle donne che invece non presentavano variazioni durante il climaterio.

Le patologie cardiovascolari sono il killer numero uno delle donne e la probabilità di soffrirne cresce in maniera significativa dopo la mezza età. La menopausa, infatti, è una transizione a più stadi che potrebbe favorire la comparsa di questi disturbi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.