abiti

Claudia Cardinale mette all’asta i suoi abiti più celebri

Pubblicato il 29 Apr 2019 alle 8:15am

Claudia Cardinale mette all’asta i suoi abiti più celebri. Centotrenta capi che l’attrice ottantunenne mette in vendita sul sito della casa d’aste Sotheby’s a partire dal 28 giugno e fino al prossimo 9 luglio e per soli due giorni (dal due al 4 luglio) e che saranno esposti al pubblico nella sede di Parigi. Lo annuncia la casa d’aste sul suo sito.

Tra i pezzi più pregiati, l’abito di paillettes nero lungo fino a piedi e con la scollatura vertiginosa bordata di fiori colorati firmato Nina Ricci che la Cardinale indossò alla cerimonia degli Oscar accanto a Steve McQueen nel 1965. Valore stimato tra i 6.000 e gli 8.000 euro. Di Nina Ricci, stilista che vestì l’attrice negli anni 60, anche l’abito da cocktail indossato nella scena finale de ‘Il magnifico cornuto’ di Antonio Pietrangeli (1964), che potrebbe raggiungere i 3.500. E ancora il costume da bagno della griffe Cole of California del film ‘Ne’ onore ne’ gloria’ con Alain Delon (700 euro) o il cappotto in pelle di ‘Ruba al prossimo tuo’ (2.000-3.000).

L’asta e la relativa mostra celebreranno la moda italiana dalla fine degli anni ’50 fino ai primi anni ’80 con abiti creati da Emilio Schuberth, Roberto Capucci, Irene Galitzine, Barocco e Balestra. La vendita includerà poi un abito lungo in organza fucsia ricamato con motivi floreali, indossato dalla Cardinale per la prima apparizione al Festival di Cannes nel 1961 (stima: 3.000 € – 4.000 €).

L’asta del guardaroba della Deneuve a gennaio realizzò la cifra record di ben 900.000 euro.

Collezione ad uncinetto e maglia di Anna Voronkova

Pubblicato il 25 Apr 2019 alle 10:35am

Arriva una collezione di abiti fatti ad uncinetto o ferri. Ma anche di scarpe e stivali, tutti assolutamente handmade, che non possono passare certamente inosservati.

L’idea è di Anna Voronkova, russa di origine ed italiana di adozione, un passato nel mondo della finanza nella City londinese e un presente all’Accademia del Lusso di Roma. La sua collezione di debutto, ‘Lost civilization’, è nata proprio come punto di incontro tra la ricca cultura russa, vita mondana respirata a Londra e moda fatta di artigianato, sartoria e sapiente manualità conosciuta anche in Italia. Per creare qualcosa di nuovo e personale, Anna ha preso in mano un oggetto apparentemente antiquato, i ferri, abbandonati da anni in un cassetto e ha rispolverato una tradizione che in Russia è ancora un’abitudine, tramandata in case da nonne, madri e figlie.

Il risultato finale non potrebbe essere più moderno e in alcuni casi futuristico: cappotti, ma anche body, mantelle, colli, cappucci, abiti fascianti, calze interamente lavorate all’uncinetto e stivali in maglia traforata che avvolgono la caviglia e la gamba con eleganza e sensualità insieme.

Ora però la sfida è portare una collezione unica su ampia scala. Per farlo, è iniziata una vera e propria caccia in giro per l’Italia ad artigiani ed esperti in grado di riprodurre i modelli: dall’Umbria, patria della maglia firmata Brunello Cucinelli, alla Lombardia, dalle botteghe ai garage fino ai laboratori dove si produce l’alta moda italiana. La scommessa non è facile: produrre con l’apporto delle macchine modelli interamente made in Italy per reinventare una tradizione che rischia oramai di estinguersi.

Cosa indossare a Capodanno

Pubblicato il 19 Dic 2018 alle 7:01am

Dopo Natale, oramai alle porte, è tempo di pensare anche al Capodanno. A cosa indossare. Non sempre la scelta è facile da prendere, specialmente se è la prima festa di capodanno a cui si partecipa. (altro…)

Kate Middleton ad un evento mondano veste Zara

Pubblicato il 31 Mag 2018 alle 7:26am

La duchessa di Cambridge continua a stupire per la sua classe, semplicità ed eleganza.

Si è presentata al Houghton Horse Trials, l’evento più prestigioso nel Norfolk, con un modesto abitino: pagato solo 39,9 sterline acquistato dal marchio Zara.

Nonostante l’abito non fosse firmato, Kate è apparsa come sempre impeccabile e raffinata. Infatti il vestito in cotone con stampa floreale, è andato subito a ruba in tutti i negozi di abbigliamento della catena del marchio Zara.

Mamma Kate si è goduta la giornata campestre all’aria aperta insieme ai figlioletti George e Charlotte.

Fantasie abiti estate 2018

Pubblicato il 03 Mag 2018 alle 6:24am

Le tendenze moda estate 2018 ci suggeriscono diversi modelli che variano per taglio, colore e fantasie. Tra tutti spicca il nostalgico amore per i capi vintage. Ritroviamo deliziosi abitini anni 50 dalle tinte più forti, senza però rinunciare a qualche tocco di pastello.

Non mancano proposte innovative che giocano con il patchwork e le sovrapposizioni, ma l’abito a grembiule o il baby doll dress sono di gran voga i più gettonati in spiaggia come in città.

Qui sotto una smart guide che vi aiuterà a capire e a scegliere meglio il fashion item più adatto a voi:

– abiti estivi a fantasia, sì ma nella versione patchwork: sovrapposizioni di teli e pattern diversi tra loro che fanno vibrare il look. Da provare nella versione over e di tessuto super light anche per andare a lavoro – check & plaid mania: scamiciati da indossare con polo e leggerissime bluse. Perfetti per un outfit multi-layered. – abiti over sized e leggerissimi: perfetti per chi ama il comfort senza rinunciare al glamour. – chemisier: un capo versatile, soprattutto nella sua versione classica in white. Come una tela bianca per il pittore, dà la possibilità a chi lo indossa di personalizzarlo con i diversi accessori. – abiti a fiori: scegliete le fantasie floreali, grandi e piccole nei toni pastello o nei colori accesi su sfondo anche nero. – abiti a pois: il must have dell’estate 2018. – abiti baby doll: gli stilisti hanno proposto dei romantici mini dress di pizzo, raso e tweed. Perfetti se si vuole ottenere un look romantico, sportivo o elegante. – abiti di paillettes: ideali per la sera, per il cocktail, molto di moda questa estate nei colori lavanda.

Come sembrare più alte

Pubblicato il 29 Apr 2018 alle 8:10am

Se volete slanciare la vostra silhouette e acquistare qualche centimetro in più in altezza, ecco alcuni accorgimenti che fanno al caso vostro.

Pantaloni sopra l’ombelico L’altezza della vita dei pantaloni, spostandola sopra all’ombelico, può fare la diffrenza.

Bluse e maglie con collo a V Sì, perché, va valorizzata il più possibile la scollatura per chi è in difetto di centimetri e in questo caso una scollatura a V è esattamente quello che serve per dare l’illusione di allungare il busto.

Scarpe color carne Un paio di scarpe nude-look allungano istantaneamente le gambe. sceglietele perfettamente intonate con la vostra carnagione, così da creare un effetto cromatico, e ovviamente con un bel tacco alto.

Minigonna La minigonna funziona sempre, mette in mostra le gambe e fa sembrare subito più alte e slanciate.

Pantaloni larghi Contrariamente a quanto si crede, anche le donne più basse possono indossare pantaloni a gamba larga. In questo caso il segreto è optare per un modello a righe verticali o con le pieghe, che catturano l’attenzione e fanno apparire più alte.

Righe verticali Questo look geometrico allunga la figura minuta e aggiungere centimetri in altezza là dove servono. Si può scegliere tra gonne, pantaloni, bluse e vestiti, le righe verticali possono essere interpretate in un’infinità di modi.

Monocolore Puntare su colori omogenei, può fare la differenza. Meglio una, tuta intera di una sola tonalità piuttosto che a fantasia. Abiti su misura Un completo sartoriale fatto su misura nasconde i difetti e valorizza le forme, la figura in generale. Se non volete spendere molto portate i pantaloni da una brava sarta, così che l’orlo cada alla perfezione.

Mini borse Per acquistare qualche centimetro in altezza un aiuto può arrivare anche dalla scelte delle borse. Ridurre le dimensioni della borsa è la soluzione ideale, perché l’attenzione si concentra sulla figura, che appare quindi più allungata.

Saint Laurent, per l’autunno inverno 2018/19 abiti cortissimi con spalline enormi

Pubblicato il 09 Mar 2018 alle 6:00am

Saint Laurent propone abiti cortissimi che lasciano le gambe scoperte. Jeans o pantaloni in pelle abbinati a camicie trasparenti e blazer con spalle rinforzate, per la prossima stagione autunno inverno 2018/19.

Con gli accessori, che sono i veri protagonisti. (altro…)

Cosa indossare quando si viaggia in aereo

Pubblicato il 07 Mar 2018 alle 6:22am

Vi siete mai chiesti cosa indossare e portare con voi durante un viaggio in aereo?. Ecco alcuni consigli utili da seguire per non trovarsi impreparati.

ABITI COMODI – Prima di partire, informatevi sempre sulla temperatura di partenza e di arrivo. Specie se la vostra meta è una destinazione esotica. E’ indispensabile infatti,vestirsi a strati, per avere il giusto calore al momento opportuno della partenza e per potersi liberare del superfluo al momento dell’arrivo. Se giaccone e cappotto sono inevitabili nel nostro Paese, mettiamo una maglia di lana e, sotto, una t-shirt leggera e una canottiera colorata da conservare fino all’arrivo. Ricordiamoci sempre che in aereo spesso l’aria condizionata è molto fredda e, specie se il volo è lungo, potrebbe servirci qualcosa di caldo. Magari anche un plaid per scaldarci all’occorrenza.

NIENTE CHE STRINGA – I vestiti stretti non vanno bene quando si viaggia. Meglio indossare capi comodi e morbidi, da poter indossare e levare con una certa facilità. Pantaloni troppo stretti sono un ostacolo per la circolazione: visto che il viaggio ci obbliga a restare sedute molto a lungo. Indossare calze a compressione graduata fa invece molto bene alle nostre gambe. In commercio se ne trovano di diverso tipo. Sì, dunque, ad una tuta da ginnastica di felpa, oppure un paio di pantaloni con l’elastico in vita.

E AI PIEDI? – Vale lo stesso discorso. Il poco spazio a disposizione, le ore di immobilità e il particolare clima della cabina favoriscono i gonfiori e la cattiva circolazione nelle gambe. I tacchi alti e le scarpe strette sono sconsigliati. Come pure le calzature senza tallone che tendono a sfuggire e a far inciampare. L’ideale sono le scarpe da ginnastica da poter infilare e sfilare rapidamente, nel caso fosse richiesto ai gates di controllo. Se fate un volo molto lungo, può essere utile portare con sé un paio di calze spesse di spugna, come quelle che si usano in palestra, per sostituire le scarpe e lasciare i piedi in libertà.

DA EVITARE – Rinunciate ad abiti che tendono a impigliarsi dappertutto, alle cinture con le fibbie di metallo (possono far suonare l’allarme ai gates e sarete costretti a togliervele), le catene di metallo e i gioielli di dimensione maxi. Controllate che gli abiti che indossate siano ignifughi (o per lo meno non infiammabili): gli aerei sono perfettamente sicuri, ma… non si sa mai! Quindi meglio evitare le fibre sintetiche e preferire maglie e pantaloni di cotone o di lana.

BAGAGLIO A MANO – Infine se il vostro viaggio prevede più tappe con tempi di coincidenza stretti, portate con voi un bagaglio in cabina, un cambio e qualche cosa che vi serve con una certa urgenza. Così se non vi restituiscono subito le cabine avete qualcosa con voi. Per la stessa ragione, portate con voi le eventuali cose di cui non potete fare a meno, ad esempio medicinali, spazzolino da denti, trucco, o kit per le lenti a contatto.

Mostra Versace a Berlino, aperta fino al 13 aprile

Pubblicato il 01 Feb 2018 alle 8:00am

Quattro collezionisti sono arrivati a Berlino per rendere omaggio a Gianni Versace, esponendo un migliaio di pezzi del celebre stilista italiano: con una sfilata inaugurale e una mostra inedita aperta fino al prossimo 13 aprile. Un assedio coloratissimo, che parla alla capitale tedesca anche la sua lingua: “Dalla Private Collection di Antonio Caravano abbiamo allestito la ‘Bondage room’, 16 completi di pelle e borchie dalla collezione del 1992, che fece scandalo. Versace usò infatti il linguaggio sadomaso per farlo diventare alta moda e spezzare come sempre molti equilibri”, spiega all’ANSA Sabina Albano, che di questa parte dell’esposizione è curatrice.

“Pezzi ispirati a pratiche anche scabrose finirono addosso alle donne più ricche del mondo”. E Berlino è il luogo ideale per mostrare come “una cultura underground diventi fashion. I berlinesi amano il linguaggio tagliente e sapranno certamente apprezzare”, conclude la curatrice.

Total black per Meghan Markle, promessa sposa del principe Harry

Pubblicato il 27 Gen 2018 alle 6:05am

La promessa sposa del secondogenito di Carlo e Diana, il principe Harry, si è recata in visita a Cardiff, in Galles dove è stata accolta da un vero e proprio bagno di folla.

La 36enne attrice americana sorridente e rilassata accanto al futuro marito, è apparsa più a suo agio, rispetto alle precedenti uscite pubbliche, nel ruolo di futuro membro della famiglia reale.

Per l’occasione, Meghan Markle ha sfoggiato un outfit semplice ed elegante con un lungo cappotto Stella McCartney abbinato a una sciarpa in cashmere dello stesso colore, dei pantaloni neri aderenti e un paio di stivaletti.

A spezzare il look total black un top dalle linee aderenti con stampa a quadretti e una borsa color verde scuro.