acne

Hydrafacial, purificare e ringiovanire la pelle

Pubblicato il 25 Lug 2019 alle 6:15am

Hydrafacial MD®, in esclusiva da IMAGE, è l’ultima frontiera nella pulizia del viso e non solo, nella cura della pelle e ringiovanimento facciale. È uno dei trattamenti più popolari eseguite nelle cliniche più prestigiose di medicina estetica di tutto il mondo. Molto apprezzato anche da star del mondo dello spettacolo e di Hollywood.

E’ un trattamento non invasivo che agisce come idro-dermo abrasione attraverso un delicato pennino ad effetto vacuum, purificando l’epidermide in profondità e stimolando la rigenerazione cellulare.

Il trattamento con Hydrafacial MD® è ideale per:

– Purificare e idratare la pelle in profondità – Migliorare l’aspetto dell’acne – Prevenire e attenuare le rughe sottili e segni d’espressione

La nuova tecnologia Hydrafacial MD® trasforma il trattamento in un piacevole rituale di relax, un momento di coccole e benessere in 4 fasi.

Fase 1: Esfoliazione Durante la prima fase di trattamento viene effettuata un’esfoliazione meccanica con ACTIV-4TM, un siero universale adatto a tutti i tipi di pelle e ricco di sostanze nutritive che viene veicolato grazie all’uso di punte molto speciali, chiamate tips. Si tratta di una fase detossinante che genera un effetto idratante, purificante e rivitalizzante esfoliando la parte più superficiale della pelle e allentando lo strato corneo. La prima fase prepara la pelle ad una pulizia profonda.

Fase 2: Peeling acido (pulizia) Questa seconda fase di trattamento purifica i pori dallo sporco senza danneggiare in alcun modo la cute. Viene utilizzato il peeling acido GlySalTM che si differenzia dagli altri peeling grazie all’effetto morbido e delicato che genera sulla pelle. L’esfoliazione controllata dell’acido GlySalTM non richiede alcuna preparazione speciale pre-peeling e nessuna riabilitazione post-peeling.

Fase 3: Estrazione La terza fase, di estrazione, viene effettuata attraverso la purificazione vacuum profonda e indolore realizzata dal siero Beta-HDTM che, grazie ai suoi particolari componenti attivi, idrata la pelle e genera un effetto sebo-regolabile, anti infiammatorio e antibatterico. Ideale nel trattamento della pelle grassa, impura con tendenza acneica.

Fase 4: Idratazione e ringiovanimento L’ultima fase di trattamento fornisce un’idratazione profonda alla pelle grazie al siero Antiox-6TM che, grazie ad un mix di vitamine e sostanze altamente idratanti, nutre e protegge il derma in profondità.

Infine, tra le ultime novità dell’innovativo programma Hydrafacial MD® c’è il siero Antiox +TM, una formulazione unica con un complesso esclusivo TonePerfect® che previene la pigmentazione e rigenera la pelle.

Gli effetti dell’innovativo trattamento sono apprezzabili già dalla prima seduta. Vengono realizzati dei protocolli personalizzati strutturati sulle caratteristiche di ogni singolo paziente. Al termine del ciclo completo di trattamento la pelle appare sana, splendida e perfetta.

Per raggiungere risultati eccezionali, è consigliabile eseguire un programma di 4-5 trattamenti.

Durata trattamento: 40 minuti. Ciclo consigliato: 4 trattamenti a distanza di 10 gg. Un trattamento al mese di mantenimento. Precauzioni: Evitare esposizione solare diretta nella settimana successiva al trattamento. ed applicare una protezione solare a schermo totale.

Adatto per le seguenti problematiche: ANTI–AGE VISO (Prevenire e attenuare le rughe), ESTETICA VISO (Acne, Derma, iperpigmentazioni)

– Acne – Prevenzione rughe – Attenuazione rughe – Derma – Iperpigmentazione

Per pelli impure, secche, con macchie solari o di età.

Scoperto che antibiotico per acne ostruisce le arterie

Pubblicato il 15 Giu 2019 alle 11:09am

Un semplice farmaco anti-acne sarebbe in grado di prevenire ostruziose arteriosa. A rivelarlo un gruppo di scienziati dell’Università di Cambridge e del King’s College di Londra. (altro…)

Olio di iperico, un miracoloso alleato della salute della pelle

Pubblicato il 27 Mag 2019 alle 7:00am

L’olio di Iperico o olio di San Giovanni è uno dei più noti rimedi naturali per la salute della nostra pelle. Un vero e proprio elisir di bellezza, che assicura un’azione anti age e riparatrice senza pari. Si trova facilmente in erboristeria e con il suo caratteristico colore rosso, è fondamentale nella risoluzione di problemi legati ad ustioni, cicatrici ma anche per combattere rughe e inestetismi cutanei come smagliature, dermatiti anche da pannolino, psoriasi, acne, macchie scure, secchezza cutanea, e chi più ne ha più ne metta.

E’ un olio adatto per tutti i tipi di pelle da quelle mature a quelle acneiche, fino ad arrivare a quelle più delicate e giovani come quelle dei bambini.

Applicato ogni giorno, magari alla sera, con un massaggio sulla pelle umida, in modo da veicolare le particelle di olio nell’epidermide, assicura un’azione idratante, emolliente e anti age molto potente. Lo si può aggiungere anche nella crema base per la notte, miscelandone qualche goccia ad una noce di crema sul palmo della mano.

Ossigeno-ozonoterapia, il trattamento medico che cura diversi disturbi e patologie dalla Fibromialgia al ringiovanimento cutaneo

Pubblicato il 28 Mar 2019 alle 6:56am

L’ozonoterapia, o più correttamente l’ossigeno-ozonoterapia, è un trattamento con azione antinfiammatoria e antidolorifica, indicato nei pazienti affetti da lombosciatalgia, lombocruralgia e cervicobrachialgia, dovute a patologie specifiche della colonna vertebrale, quali l’ernia del disco o protrusione discale. I pazienti che ne sono colpiti presentano dolore alla schiena o al collo; il dolore dalla schiena può irradiarsi al gluteo, alla coscia e lungo l’arto inferiore, mentre la sintomatologia dolorosa dal collo può estendersi sino al braccio e alle dita della mano.

L’ossigeno-ozono è una terapia molto valida con molteplici applicazioni, priva di effetti collaterali. Ricorrono all’ossigeno-ozono terapia diverse celebrities, come Nick Nolte, Pam Anderson, Kirstie Alley e il nostro amatissimo Massimo Boldi.

MA COME FUNZIONA LA OSSIGENOTERAPIA? La terapia prevede l’utilizzo di una miscela gassosa di due gas, ossigeno e ozono che, se somministrato alle giuste quantità, con un programma mirato, un protocollo personalizzato, permette di curare diverse patologie: acne , flebiti, malattie neurovegetative, artrosi, piede diabetico, sindrome della stanchezza cronica, fibromialgia, oltre quelle qua sopra citate. E trova anche, un’ampia applicazione in campo estetico: per la cura di cellulite, smagliature e ringiovanimento cutaneo.

L’ossigeno ozono terapia ha molti vantaggi, dicevamo. Riequilibra il sistema immunitario, interviene in casi di reazioni eccessive del corpo come le allergie, migliora il metabolismo cellulare, la circolazione sanguigna, il micro circolo capillare, scioglie i grassi e disinfiamma i muscoli contratti. E’ una ottima soluzione per la resistenza dei batteri agli antibiotici in quanto può distruggere anche i ceppi batterici più complessi.

L’ozono è un gas che si forma naturalmente nell’atmosfera: delle scariche elettriche modificano la struttura dell’ossigeno (O2) in ozono (O3). Quindi una molecola di ozono è composta da 3 atomi di ossigeno. Uno di questi atomi è instabile e tende a separarsi dagli altri due. Proprio questa instabilità rende l’ozono benefico.

L’ozono fu scoperto nel 1832 da un medico tedesco, Christian Schonbein, che ne descrisse l’odore e l’elevata capacità ossidante, ma negli anni Ottanta, fu un medico italiano, Cesare Verga, a scoprirne gli effetti benefici con l’utilizzazione della miscela di ossigeno-ozono applicata a patologie discali. La terapia viene utilizzata da diversi anni in diverse parti del mondo, tra cui anche in Italia.

«Questo trattamento non è una terapia alternativa ma una pratica medica, naturale, biologica ed efficace», dice il professor Marianno Franzini, presidente della Sioot (Società italiana ossigeno-ozono terapia). «A supporto di ciò esistono oltre 2500 diverse pubblicazioni scientifiche che confermano la bontà del trattamento. Non solo, una ricerca della FDA pubblicata sulla prestigiosa rivista “Science” ha evidenziato come il nostro sistema immunitario produca molecole di ozono per difendersi dalle infezioni. Per tale motivo la terapia combatte alcune patologie per le quali non c’è una cura gold-standard, come le infezioni da antibiotico-resistenza, la stanchezza cronica e la fibromialgia. Inoltre l’ozono terapia rappresenta il trattamento risolutivo per il 97% delle ernie discali e delle protrusioni discali».

OZONOTERAPIA E MEDICINA ESTETICA «L’ozono terapia è molto indicata nel trattamento della cellulite dato che ne combatte le cause, mediante tre meccanismi d’azione: esercita un’azione idrofoba, cioè scinde gli acidi grassi lunghi, riattiva la circolazione veno-linfatica ed elimina il ristagno dei liquidi attraverso le urine», spiega anche Maria Teresa Baldini, chirurgo estetico a Milano, Forte dei Marmi e Roma. «La sua applicazione è semplice e indolore. Si aspira da un’apparecchiatura certificata una miscela di ossigeno-ozono che viene somministrata con microiniezioni sottocutanee nelle gambe. Alla fine del trattamento è consigliato bere mezzo bicchiere di acqua ozonizzata per intensificarne l’azione. Sono consigliate circa 10/14 sedute con cadenza bisettimanale per ottenere dei buoni risultati. L’ozonoterapia è anche indicata per ridurre le borse sotto gli occhi, due/tre microiniezioni per borsa riducono il gonfiore».

L’ozono terapia svolge una potente azione antiage, essendo in grado di stimolare la rigenerazione cellulare. Bastano infatti poche sedute per conferire alla pelle elasticità e tonicità. Consigliata anche a chi è in giovane età, in via preventiva, l’ossigeno-ozonoterapia è in grado di ridurre lo stress ossidativo e quindi la formazione delle piccole rughe.

«Per una sferzata rigenerante a tutto l’organismo e per potenziare la risposta antiossidante, si può ricorrere all’autoemoterapia (o GAET), messa a punto in Germania, ma diffusa in tutto il mondo – continua ancora la specialista -. La miscela gassosa, in concentrazioni calibrate, che viene messa a contatto con il sangue prelevato dal paziente che viene attivato con ossigeno-ozono e poi reinfuso, è un trattamento non invasivo e privo di effetti collaterali. Per ringiovanire invece, viso, collo e décolleté, si eseguono delle microiniezioni della miscela nelle zone da trattare. Il consiglio è quello di fare un ciclo di una/due sedute settimanali almeno per un mese. Il costo? Molto inferiore rispetto a quello di un filler, ma il risultato è molto più naturale e persistente nel tempo, in quanto viene stimolata la produzione naturale di collagene».

Come eliminare i brufuli con pochi rimedi casalinghi e in pochi minuti

Pubblicato il 24 Dic 2018 alle 8:02am

I brufoli sono un problema che affligge donne e uomini di tutte le età. Si pensa che questi fastidiosi inestetismi tipici del viso colpiscano solo in fase adolescenziale, ma invece non è così. Brufoli e punti neri sono in costante agguato dai 30 ai 40 anni e volte anche oltre. (altro…)

Acne, presto un vaccino

Pubblicato il 14 Set 2018 alle 5:48am

Tra non molto arriverà anche il vaccino contro l’acne. Attualmente è ancora in fase di sperimentazione e potrebbe rivelarsi una buona alternativa agli attuali trattamenti, che non sempre tengono adeguatamente sotto controllo questa condizione fastidiosa e fonte di molti disagi, stress, e difetti estetici. (altro…)

Giovane americana beve la pipì del suo cane tutti i giorni, ecco perché

Pubblicato il 23 Giu 2018 alle 7:06am

Beve tutti i giorni l’urina del suo cane per contrastare l’acne. La notizia choc è stata riportata dal Daily Mail. «Molti di voi mi hanno chiesto come faccio ad essere sempre così bella, come il mio trucco sia sempre perfetto, o come faccio ad avere questo bagliore naturale», spiega la ragazza americana, che non dice il nome, in un video in rete in cui mostra il suo segreto di bellezza.

La giovane raccoglie con un bicchiere di plastica la pipì del suo cane e poi la beve subito dopo. Una scena da voltastomaco che però lei garantisce essere un metodo più che efficace per avere la pelle sana e pulita. «Prima di prendere questa abitudine ero depressa e piena di acne», afferma dopo aver bevuto, dicendo che adesso la sua vita è cambiata, poi conclude: «La pipì del cane contiene anche vitamina A, vitamina E, e ha 10 grammi di calcio, ed è anche dimostrato che aiuta a curare il cancro».

Gli esperti però non sembrano essere d’accordo con la ragazza: le tossine e gli acidi che si trovano nelle urine potrebbero causare invece problemi di salute.

Acne, i rimedi naturali per fronteggiarla e prevenirla

Pubblicato il 13 Dic 2017 alle 9:02am

Esistono diversi rimedi naturali per la cura dell’acne. (altro…)

Acne? Forse colpa di un eccesso di vitamina b12

Pubblicato il 28 Giu 2015 alle 6:35am

Troppa vitamina B12 è causa della comparsa dell’acne.

Incubo di tantissimi giovani. Uno studio americano, infatti, condotto presso la UCLA di Los Angeles ha individuato il ruolo chiave di questa vitamina, nutriente essenziale presente in alimenti come carne, pesce, uova e latticini.

L’azione svolta dalla B12 influirebbe secondo gli scienziati, sul metabolismo del batterio dell’acne, spingendolo a scatenare così papule, cisti e infiammazione.

I ricercatori sono arrivati a tale conclusione, dopo aver invitato 10 volontari ad assumere vitamina B12 in eccesso per un lungo periodo, in aggiunta ad integratori e supplementi vari.

Il risultato? Ebbene, il batterio ha iniziato a produrre Profirina, molecola infiammatoria capace di infettare la pelle dall’interno e far apparire la tanto temuta acne.

Alla luce di questi risultati, secondo gli autori dello studio, un cambiamento alimentare porterebbe i suoi benefici nel trattamento dell’acne.

L’idea – secondo gli esperti – è quella di evitare dosi in eccesso di vitamina B12, soprattutto in quelle persone che tendono a sviluppare facilmente la malattia.

Come difendersi da acne e brufoli

Pubblicato il 26 Apr 2014 alle 9:56am

Un’alimentazione corretta è sempre l’arma migliore per sconfiggere l’acne. Mangiare molta frutta e verdura e bere molta acqua aiuta a mantenere la pelle idratata e in forma. (altro…)