benessere

La dieta universale per salvare il pianeta consigliata da Lancet

Pubblicato il 19 Gen 2019 alle 12:35pm

Nel 2050, secondo le stime delle Nazioni Unite, saremo quasi 10 miliardi di persone sulla Terra ed è proprio da qui che parte uno studio con l’obiettivo di trovare una dieta universale, basata su criteri scientifici, ovvero, che rispetti l’ambiente e che possa nutrire tutta la popolazione terrestre evitando oltre 11 milioni di morti l’anno dovuti a malattie legate a un’alimentazione malsana. (altro…)

Settimana stressante? Come rilassarsi con un bagno rinvigorente

Pubblicato il 25 Dic 2018 alle 8:17am

Se la tua settimana è stata particolarmente stressante, non riesci a scaricare le tensioni a staccare la spina, dagli impegni quotidiani, lavoro, figli, casa e famiglia, ecco quello che ci vuole per te!

Prepara la stanza da bagno in anticipo con asciugamani molto soffici, saponi e candele aromatiche stimolanti alla vaniglia, alla cannella oppure all’ylang ylang.

In aromaterapia, quest’olio essenziale viene usato spesso quando le emozioni appaiono un po’ bloccate. Aromatizza l’acqua con due gocce di olio di Patchouli e tre di olio di Sandalo: serviranno a risvegliare i sensi. Tre gocce di olio di Lavanda aiuteranno invece a infondere la giusta sensazione di rilassamento.

Prova! Vedrai che meraviglia! Ti sentirai rinata!

Obesità infantile: in Europa 1 bimbo su 3 è in sovrappeso. In Italia fenomeno in crescita

Pubblicato il 18 Dic 2018 alle 1:01pm

In Europa un bambino su tre è in sovrappeso. Sono molto preoccupanti i dati emersi sull’obesità infantile da un nuovo nel nuovo Rapporto “Diamogli peso: l’impegno dell’Unicef per combattere la malnutrizione”, lanciato oggi.

Nel 2017 38,3 milioni di bambini sotto i 5 anni risultavano in sovrappeso, 8 milioni in più rispetto ai 30,1 milioni del 2000. Nel 2017, il 5,6% della popolazione infantile mondiale sotto i 5 anni risultava sovrappeso. In Europa 1 bambino su 3 è in sovrappeso. In Italia la percentuale di bambini e adolescenti obesi è aumentata di quasi 3 volte nel 2016 rispetto al 1975. L’obesità infantile in Italia – dice l’Unicef – non è dovuta soltanto ad una cattiva alimentazione (eccesso di consumo di zuccheri e di grassi), ma anche ad uno stile di vita troppo spesso sedentario. Secondo gli ultimi dati Istat la quota dei bambini sedentari è molto alta nella fascia di età compresa tra i 3 e i 5 anni (48,8%) che diminuisce nelle fasce di età successive, ma inizia a risalire e a mantenersi alta a partire dalla fascia di età 18 – 19 anni (20,8%). Il Rapporto evidenzia inoltre che a livello internazionale, nei soggetti di età compresa tra i 9 e i 14 anni, il 7,1% dei maschi e il 13,4% delle femmine presenta un comportamento alimentare disturbato. I disturbi del comportamento alimentare si presentano con maggior frequenza nei paesi industrializzati e ad alto reddito.

“Quando si parla di malnutrizione il nostro immaginario ci porta direttamente a situazioni legate ai paesi più poveri – ha dichiarato Francesco Samengo, presidente dell’Unicef Italia – Infatti, uno dei maggiori problemi per l’infanzia nel mondo è quello dei bambini malnutriti a causa della sotto-alimentazione. Tuttavia, malnutrizione non significa solo non avere da mangiare a sufficienza, ma anche mangiare in modo errato o malsano. Per questo, attraverso questo rapporto, vogliamo mettere in luce anche il problema dell’obesità infantile che sta assumendo le caratteristiche di una vera e propria epidemia. Infine, grazie al contributo di esperti, vogliamo presentare altri due aspetti legati alla questione della cattiva alimentazione, in particolare nel nostro paese – conclude Samengo – . Il primo è quello della sicurezza alimentare: anche in Italia bambini e bambine che vivono nei nuclei familiari più poveri non hanno accesso a fonti di cibo sicure e sufficienti. Il secondo è quello dei disordini alimentari, che porta alla luce una forma crescente di disagio tra gli adolescenti e presta il fianco ad una serie di altre problematiche quali quelle del bullismo legato all’immagine fisica”.

Magnesio, fondamentale per regolare i livelli di vitamina D. Ecco quali cibi mangiare

Pubblicato il 18 Dic 2018 alle 6:30am

Un recente studio di ricercatori del Vanderbilt-Ingram Cancer Center indica che il magnesio è in grado di ottimizzare i valori di vitamina D, aumentandoli nelle persone con carenze e abbassandoli nelle persone con livelli alti. Lo studio, pubblicato su The American Journal of Clinical Nutrition, è importante scoperta in vista dei risultati controversi della ricerca condotta sull’associazione tra livelli di vitamina D, tumore del colon-retto e altre malattie ad esse collegate. Conferme che arrivano anche da un precedente studio osservazionale condotto nel 2013 che collegava bassi livelli di magnesio con bassi livelli di vitamina D. (altro…)

L’importanza degli antossidanti nella dieta giornaliera, per vivere più a lungo

Pubblicato il 30 Nov 2018 alle 4:44am

Il processo di invecchiamento e le malattie che ne derivano sono frutto del danno ossidativo. A una carenza di nutrienti antiossidanti sono associate molto spesso molte delle patologie di questo secolo: tumori, Alzheimer, malattie cardiovascolari, cataratta diabete, ipertensione, infertilità, malattie mentali, infezioni delle vie respiratorie, artrite reumatoide, ecc. (altro…)

Olio d’oliva nemico del cancro all’intestino

Pubblicato il 01 Nov 2018 alle 8:03am

Il consumo quotidiano di olio extravergine di oliva aiuta a prevenire e combattere i tumori intestinali. A rivelarlo è un recente studio condotto dal gruppo di ricerca di Antonio Moschetta dell’università degli Studi di Bari, sostenuto dall’Associazione italiana per la ricerca sul cancro (Airc) i cui risultati sono pubblicati sulla rivista Gastroenterology. (altro…)

Dieta antinfiammatoria per vivere più a lungo: in cosa consiste?

Pubblicato il 28 Set 2018 alle 8:37am

Secondo una recente ricerca scientifica condotta presso l’Università di Scienze della Vita di Varsavia e pubblicata sul Journal of Internal Medicine, il segreto per vivere più a lungo è quello di seguire una ‘dieta antinfiammatoria’.

Ma in cosa consiste?

In buona sostanza si tratterebbe di mangiare frutta e verdura in grande quantità, visto che sono cibi ricchi di antiossidanti, formaggio fresco, pane integrale, cereali, noci e cioccolato fondente.

E per quanto riguarda i condimenti? E’ possibile usare l’olio extra vergine di oliva o in alternativa olio di colza, mentre per le bevande è necessario puntare solo su acqua, tè, caffè, spremute, vino rosso e poca birra.

La ricerca ha coinvolto nello studio 69.273 uomini e donne svedesi tra i 45 e gli 83 anni, le cui abitudini alimentari sono state tenute sotto osservazione per un lungo periodo di tempo. I risultati hanno mostrato che coloro che avevano seguito un regime alimentare antinfiammatorio avevano ridotto del 18% il rischio di mortalità  e del 20% la possibilità di andare incontro a una malattia cardiovascolare. “Anche solo seguendo parzialmente questa tipologia di dieta è comunque possibile ottenere dei benefici per la propria salute”, ha dichiarato Joanna Kaluza, una delle autrici dello studio. Gli alimenti assolutamente vietati sono però carne rossa non lavorata e trasformata, patatine fritte e bevande analcoliche, che non farebbero altro che alimentare le infiammazioni, mettendo anche in pericolo la nostra salute.

La bevanda detox fai da te per sgonfiarsi con cannella e alloro

Pubblicato il 23 Set 2018 alle 7:22am

Ecco il super succo detox, fai da te, composto da solo due e semplici ingredienti: cannella e foglie di alloro. Naturale, semplice da fare e soprattutto efficacissimo. Per prepararlo serve solo 1 litro d’acqua, 2 stecche di cannella e 10 foglie di alloro. Una volta che vi siete procurate tutti gli ingredienti basta far bollire l’acqua con dentro le stecche di cannella e le foglie di alloro. Lasciare bollire l’acqua con gli ingredienti per 15 minuti, così che l’acqua assorba tutti i meravigliosi nutrienti dell’alloro e della cannella. Alla fine, dopo aver spento il fuoco, filtrare il tutto, aspettando che si intiepidisca un po’ e bere questo magico succo, che aiuta a dimagrire e a sgonfiarsi.

Se sentirvi più leggere, perdere qualche chilo di troppo ecco la bevanda detox che fa per voi!

Vi aiuta a depurarvi e a liberare l’organismo dalle tossine. A sgonfiare pancia e fianchi.

Affinché la bevanda faccia effetto, iniziate a berne una tazza a digiuno al giorno. Dopo 2 o 3 giorni bevetene 2 tazze al giorno (una al mattino e una al pomeriggio). Il metabolismo si riattiverà e soprattutto l’infuso sgonfierà la vostra pancia e drenerà i vostri tessuti. Attenzione però: non bevetene più di 2 tazze al giorno, in quanto la cannella contiene una sostanza chimica chiamata cumarina che può essere tossica se assunta in quantità elevate.

Evitate di berla se siete in gravidanza o soffrite di problemi allo stomaco, digestivi (ulcere o gastrite) o state assumendo antibiotici.

Anche solo camminare è il primo passo contro la sedentarietà

Pubblicato il 22 Lug 2018 alle 6:52am

Camminare è un’attività molto semplice, economica e facilmente praticabile da tutti, ovunque si trovino. Lo sforzo, tra l’altro, è anche meno intenso rispetto alla corsa o alla camminata a passo veloce ad alta intensità, quindi consente di prolungare l’esercizio per più tempo, offrendo maggiori risultati. (altro…)

Alzheimer, la pressione alta può aumentare il rischio

Pubblicato il 18 Lug 2018 alle 7:16am

Secondo recenti studi la pressione alta può aumentare il rischio di ammalarsi di Alzheimer. (altro…)