cellulite

Cellulite e spossatezza fisica: i benefici di magnesio e potassio

Pubblicato il 30 Giu 2019 alle 6:40am

Magnesio e potassio sono due sali minerali indispensabili per il buon funzionamento dei muscoli e della circolazione sanguigna, che non dovrebbero mai mancare nella nostra alimentazione. Ma potassio e magnesio hanno anche un altro beneficio da tener conto e non sottovalutare: aiutano a contrastare la ritenzione idrica e il gonfiore e, di conseguenza, combattono anche la cellulite.

Vediamo meglio, nello specifico come assumerli.

Il magnesio è fondamentale per il sistema muscolare, nervoso, cardiaco e immunitario. Garantisce il corretto funzionamento tra centri nervosi e i muscoli. Una carenza di questo minerale non solo provoca un indebolimento di tutto l’organismo, ma causa anche un accumulo di scorie nei liquidi interstiziali, che a sua volta è responsabile della ritenzione idrica. L’assunzione di magnesio, allevia la stanchezza e la spossatezza, migliora la circolazione e contrasta la ritenzione idrica.

La ritenzione idrica non è dovuta solo ad una carenza di magnesio, ma anche di potassio. Tant’è che questo minerale, è strettamente correlato ad un altro, il sodio: quando nel nostro organismo c’è troppo sodio, il potassio si attiva per smaltirlo attraverso le urine. Questo vuol dire che, se non assumiamo potassio a sufficienza, il sodio si accumula e causa un ristagno di liquidi.

Una dieta che contiene magnesio e potassio è ideale contro la cellulite Seguendo una corretta alimentazione non si dovrebbe correre il rischio di sviluppare carenze.

Il magnesio ad esempio è contenuto in moltissimi alimenti, come i cereali integrali, la frutta secca, i legumi, l’ananas, le ciliegie, le fragole, il melone e la verdura a foglia larga (lattuga, broccoli, cavolfiori eccetera). Lo stesso vale per il potassio, che si trova in abbondanza nelle banane, nei kiwi, nell’uva, nei fagioli, nei funghi, nelle patate, negli spinaci, nell’avocado e nella frutta secca.

Se volete assumere questi minerali a sufficienza e combattere la cellulite, una giusta alimentazione potrebbe non bastare. In vostro aiuto potrebbero, pertanto, arrivare gli integratori che contengano entrambi i minerali in azione combinata, che spesso vengono consigliati in estate per la loro azione energizzante e reidratante.

Il vantaggio degli integratori è che il magnesio e il potassio sono presenti in forma biodisponibile, cioè altamente assimilabile, mentre quelli contenuti negli alimenti spesso vanno persi durante la cottura e la lavorazione.

Quindi, per una pelle più bella, senza buccia d’arancia, più energia, vitalità per il vostro organismo, magnesio e potassio!

Olio di origano, fa bene alla salute, ecco perché

Pubblicato il 19 Giu 2019 alle 5:11pm

L’Olio essenziale di origano ha diverse proprietà benefiche. Un’azione antinfiammatoria, antivirale e antisettica, è utile infatti contro asma, dermatiti, cellulite e mal di denti.

Scopriamolo meglio. È principalmente consigliato:

– Nelle infezioni contro tutte le forme virali. – In caso di cellulite. – Asma, bronchite cronica: antisettico e fluidificante il muco. – Digestione difficoltosa: azione stomachica, favorendo la secrezione dei succhi gastrici e la digestione. Possiede anche proprietà carminative, utili contro meteorismo e flatulenza. – Dermatosi, micosi e psoriasi: proprietà cicatrizzanti e germicide. – Mal di denti: analgesico ed antalgico.

Modalità d’utilizzo dell’olio essenziale di origano

– L’olio essenziale di origano si presenta di colore ambrato ed ha una consistenza liquida. – Viene usato in diverse modalità, all’interno di suffumigi per curare le malattie da raffreddamento o per uso locale nella cura degli inestetismi della pelle tra cui acne e punti neri. – Massaggiato sulla cute dopo una puntura d’insetto riesce ad alleviarne il prurito e l’arrossamento. – Può rilassare la muscolatura se aggiunto all’acqua del bagno tiepido. Può essere massaggiato per alleviare dolori e decontrarre muscoli affaticati. Ma, deve essere diluito in un olio vettore come l’olio di mandorle dolci. – Frizionato sul cuoio capelluto elimina i pidocchi e aiuta a rallentare la caduta dei capelli stimolandone così la ricrescita. – È un ottimo anticellulite se massaggiato sulle parti colpite da questo inestetismo e un eccellente deodorante per ambiente in quanto aiuta ad allontanare formiche e altri insetti grazie al suo effetto repellente.

Controindicazioni dell’olio essenziale di origano

L’olio essenziale di origano è controindicato nei bambini, in gravidanza e durante l’allattamento. In dosi elevate può essere irritante e tossico per la pelle. Deve essere utilizzato sempre diluito.

Succo d’ananas, le proprietà benefiche sulla salute se bevuto tutti i giorni

Pubblicato il 14 Giu 2019 alle 10:39am

L’ananas è un frutto tropicale ricco di sostanze nutritive e vitamine. Originaria dei Caraibi e del Sud America, l’ananas ha molti benefici per la salute in quanto è ricco di fibre, vitamine A, B e C, minerali (rame, manganese, calcio, fosforo) e bromelina. Enzima in grado di facilitare l’assimilazione delle proteine.

Ma non solo. L’ananas è un frutto che è anche proprietà anti-infiammatorie che possono combattere efficacemente contro la febbre da fieno, ad esempio. Integrato in una routine giornaliera alimentare, è in grado di rafforzare le difese immunitarie dell’organismo per combattere meglio le malattie e / o prevenirne la comparsa. Per un’efficienza ottimale per la tua salute, bisognerebbe assumerla quotidianamente per un periodo di 12 mesi.

Preparate una bevanda a base di ananas fresco mescolato con un po’ d’acqua e consumarla a stomaco vuoto per ottenere i massimi benefici.

L’ananas è efficace per:

– perdita di peso – eliminazione di parassiti intestinali – regolazione della tiroide – combattere problemi di digestione – eliminazione di metalli pesanti e tossine – antiossidante e anticancro – migliorare la vista – sbiancare i denti e rafforzare le gengive – combattere la ritenzione idrica – sgonfiare la pancia

e molto altro ancora.

Cellulite, cosa mangiare e cosa no

Pubblicato il 04 Giu 2019 alle 9:45am

La cellulite è l’obesità localizzata (in particolare l’obesità cosiddetta ipertrofica), una importante concausa della patologia trattata. La cellulite non affligge solo donne in sovrappeso, ma anche donne normopeso o addirittura molto magre. (altro…)

Gambe pesanti in estate cosa fare

Pubblicato il 03 Giu 2019 alle 8:31am

La sensazione di gambe gonfie e pesanti è una caratteristica tipica del periodo estivo. Se le gambe sono gonfie sono un vero e proprio problema che può accompagnarci tutto l’anno, ma in estate, complice anche del caldo, questa situazione può peggiorare o può manifestarsi anche tra coloro che invece generalmente non ne soffrono. Esperti del settore consigliano di seguire il seguente vademecum:

Rimedi contro gambe gonfie e pesanti in estate

– Migliorare la circolazione in piedi e gambe – Fare attività fisica è molto importante, ma lo è soprattutto mobilizzare piedi e gambe con piccoli esercizi mirati da fare in estate. Se siete in ufficio potete muovere i piedi e la punta alternativamente verso il pavimento il tallone e la punta del piede, se invece vi siete già spostati presso un luogo di villeggiatura, potete fare delle lunghe passeggiate con acqua fino al ginocchio e beneficiare così della freschezza dell’acqua di mare e di un potente effetto idromassaggio – Tenere le gambe in alto – Quando siete in ufficio dotatevi di una pedana ergonomica che vi faccia sollevare leggermente i piedi, quando andate a letto, sistemate un cuscino sotto il materasso (non direttamente sotto i piedi!) per favorire la risalita del sangue dalla periferia del corpo. – Bevete molta acqua e mangiate cibi che contengono poco sale – L’indicazione è bere 1,5 lt o 2 di acqua al giorno e un consumo di sale limitato, che contenga sodio. Il sodio, infatti, è in parte responsabile di eventuali problemi di ritenzione idrica. – Vestitevi con capi leggeri e non attillati in modo tale da favorire sempre la circolazione sanguigna – No a scarpe con i tacchi o zeppe. Meglio scarpe comode e più basse, ma non eccessivamente. – Non fumare – Il fumo fa male e danneggia le pareti venose e quindi ostacola la circolazione. – Alimentazione sana – Prediligete cibi che contengono vitamina C ed E, fragole, agrumi e frutti di bosco, verdure a foglia larga, insalate, spinaci e pomodori. Fra i rimedi naturali molto efficace è l’infuso allo zenzero, ai mirtilli e al rosmarino. – Mantenete il vostro peso forma – In quanto, il grasso accumulato rende più complessa e difficile la circolazione sanguigna, senza contare che in questo modo si potranno evitare anche la formazione di capillari rotti. – Massaggi e automassaggi drenanti – Il massaggio drenante se fatto a in modo corretto può essere veramnete molto efficace. Ma attenzione, per capirlo a fine seduta avrete bisogno di fare pipì! Potete anche ricorrere all’automassaggio, anche se è meno efficace, facendo con le mani dei piccoli cerchi e salendo dal basso verso l’alto. – Calze a compressione graduata – Da indossare con gradazione raccomandata dallo specialista o di media o bassa intensità, color carne. Queste calze, esercitano una pressione diversa in diversi punti della gamba, assicurando che la circolazione sanguigna divenga sempre più facile e fluida. – Prodotti di automedicazione – Gel e creme da applicare direttamente sulle gambe, freschi, dall’effetto freddo contenenti diosmina, flavonoidi, centella, gambo d’ananas, tarassaco, equiseto e ippocastano che agiscono sull’elasticità della parete venosa.

Crema anticellulite, le migliori creme in commercio

Pubblicato il 05 Apr 2019 alle 11:46am

Una crema anticellulite per essere valida deve combattere la tanto odiata ed ostinata pelle a buccia d’arancia. Non esiste in commercio un prodotto miracoloso, ma molte proposte, abbinate ad una giusta e corretta alimentazione, una costante attività fisica, bevande e tisane drenanti, possono fare certamente molta differenza. (altro…)

Cellulite, quale sport può eliminarla?

Pubblicato il 25 Mar 2019 alle 10:51am

La cellulite è un disturbo della pelle e circolatorio che accomuna moltissime donne di diverse età: per poter contrastarlo è necessario intervenire su più cose. Praticare uno stile di vita sano, evitare di indossare e, soprattutto, evitare di stare troppe ore sedute o in piedi. Tra le attività da fare c’è senz’altro anche lo sport. Che è in grado di tonificare il corpo e ridurre la ritenzione idrica, tra le principali cause della cellulite. (altro…)

Il sale, perché fa male: le alternative per eliminarlo

Pubblicato il 18 Mar 2019 alle 8:36am

Il sale è un elemento indispensabile per la nostra alimentazione e salute, ma attenzione, deve essere usato con moderazione. Lo dicono anche gli esperti e soprattutto i nutrizionisti.

Il nostro organismo, necessita in media di una dose giornaliera di sale di 4 grammi. Per questa ragione, è meglio scegliere quello iodato, ricavato dall’acqua di mare o dalle miniere di salgemma, addizionato artificialmente con iodio, ioduro o iodato di potassio. Le cui quantità aggiunte vengono scelte e standardizzate in base allo stato nutrizionale della popolazione; in Italia, ad esempio, ogni chilogrammo di sale iodato contiene 30 mg di iodio (con tolleranza + 40%, – 20%). Tale quantitativo, apparentemente infinitesimale, è in realtà molto importante, poiché il fabbisogno iodico per l’adulto è di 150 microgrammi al giorno.

Il sale iodato è la soluzione proposta dall’organizzazione mondiale della sanità per eradicare i disordini da carenza iodica e ridurre il consumo di sale bianco di tipo tradizionale.

Il fabbisogno di iodio nell’adulto è stimato in 150 μg/giorno, mentre la quantità presente nell’organismo si aggira intorno a 15-20 mg. Le donne in gravidanza e in allattamento ne devono assumere circa 50-100 μg/die in più, per assicurare un normale sviluppo del bambino.

Un vegetariano stretto, per intenderci, a causa del mancato consumo di pesce ed alimenti animali da un lato e per la presumibilmente aumentata assunzione di alimenti gozzigeni dall’altro, è più soggetto a carenza iodica rispetto ad un onnivoro.

La carenza di iodio ha ripercussioni importanti sullo sviluppo mentale e fisico del bambino. Nell’adulto, invece, determina il gozzo, le cui conseguenze sono più o meno severe a seconda dell’età e del sesso del soggetto.

Troppo sale, però, soprattutto se bianco e non iodato, causa ipertensione e problemi cardiocircolatori, mettendo a rischio non solo la salute, ma anche la bellezza, visto che provoca gonfiori, cellulite, problemi circolatori e ritenzione idrica.

Ecco allora, che fare, come condire i nostri piatti se non usiamo il sale?

Trovare delle valide alternative è senz’altro la soluzione ideale. Le spezie ad esempio, rendono i nostri piatti gustosi e salutari. Possiamo scegliere lo zenzero, la curcuma, il curry, lo zafferano e chi più ne ha ne metta. Le spezie che fanno bene, alla digestione aiutano inoltre anche a dimagrire.

E ancora, lo stesso vale per il succo di limone o di arancia, utile per condire le nostre insalate, i nostri piatti a base di pesce e carne. In alternative poi, possiamo sempre puntare sull’aceto di mele o il classico peperoncino, perfetto per dare un tocco di sapore in più e un po’ di piccantezza quanto basta.

E che dire delle erbe aromatiche? Molto salutari e gustose per impreziosire i piatti: salvia, rosmarino, basilico, prezzemolo e maggiorana, fanno delle nostre ricette dei piatti molto speciali.

E per ridurre il sale nella dieta è d’obbligo sempre sciacquare abbondantemente i cibi in scatola, come nel caso piselli, fagioli, fave, lenticchie o ceci, sotto l’acqua corrente per eliminare il sodio in eccesso, prima di cucinarli.

Se si può, meglio evitare cibi già cotti pronti all’uso, dadi, salse preparate e patatine fritte.

Ritenzione idrica addio con questi 5 frutti

Pubblicato il 18 Mar 2019 alle 6:11am

La ritenzione idrica è un disturbo piuttosto diffuso, che colpisce con diversa intensità milioni di persone, soprattutto donne (30 % della popolazione italiana femminile). Le cause del problema possono essere diverse, riguardare disfunzioni cardiache o renali, infiammazioni severe e reazioni allergiche. Oppure, uno stile di vita errato, sedentarietà, posture errate, problemi circolatori ed alimentazione squilibrata. (altro…)

Tisane drenanti: usi e benefici

Pubblicato il 28 Feb 2019 alle 6:31am

Le tisane drenanti sono bevande che contengono un mix di erbe e sostanze efficaci contro la ritenzione idrica, aiutano a stimolare la diuresi, a dimagrire a ridurre l’insonnia e a favorire la digestione. (altro…)