licenziamento

Torino, dipendente ha la leucemia, guarisce ma nel giorno del compleanno viene licenziato

Pubblicato il 10 Dic 2017 alle 11:11am

E’ accaduto a Orbassano, in una fabbrica di vernici alle porte di Torino. Un dipendente di 57 anni ha prima dovuto fare i conti con la leucemia, e poi con la perdita del posto di lavoro. (altro…)

Statali, molestie in ufficio scatterà ora il licenziamento

Pubblicato il 04 Dic 2017 alle 9:09am

Il nuovo contratto degli statali dedica un capitolo a parte al Codice disciplinare. Una mappa dettagliata delle condotte da evitare a lavoro, gli obblighi da rispettare se non si vuole incappare in sanzioni che vanno dal semplice rimprovero verbale all’espulsione. (altro…)

Licenziano la collega a causa della maternità, 230 dipendenti protestano contro i vertici aziendali

Pubblicato il 28 Mag 2017 alle 6:23am

I lavoratori sono usciti dallo stabilimento e si sono ritrovati in strada a protestare contro il licenziamento di una collega ritornata di recente dalla maternità.

Il licenziamento, per l’azienda “per giustificato motivo oggettivo e soppressione della mansione” – riferiscono i rappresentanti dei lavoratori – riguarda “una donna di 30 anni, da poco rientrata dalla maternità”. La lavoratrice in questione è tornata a lavoro circa nove mesi fa, e da allora – raccontano fonti sindacali – “non c’è mai stato un vero tentativo di ricollocarla”. Poi la comunicazione, che ha colpito lei, “individuata come un esubero”.

I lavoratori – prosegue la nota di Fim e Fiom – sono preoccupati soprattutto dalle modalità e dalle relazioni sindacali che la proprietà ha adottato da qualche tempo, e chiedono il ritiro del licenziamento e il ripristino di un sistema di relazioni corrette”.

E’ accaduto alla Reggiani Macchine di Grassobbio, Bergamo.

Ecco cosa succede se la malattia scade di sabato o domenica, si rischia il licenziamento

Pubblicato il 28 Nov 2016 alle 6:39am

Quando i giorni per malattia hanno superato il tetto massimo dei giorni di assenza che il tuo contratto collettivo ti consente prima di poter essere licenziato (cosiddetto comporto) non è possibile allungare la permanenza a casa anche il sabato e la domenica. (altro…)

Docente licenziata per il suo orientamento sessuale, risarciata da scuola cattolica

Pubblicato il 26 Giu 2016 alle 7:34am

L’Istituto Figlie del Sacro Cuore di Gesù di Trento è stato condannato a risarcire la somma di 25 mila euro per danni patrimoniali e non patrimoniali ad una docente, rappresentata dall’avvocato Alexander Schuster, e con 1.500 euro la Cgil del Trentino e l’Associazione radicale Certi diritti.

Negli atti viene ricostruito che la dirigente scolastica, la madre superiora, avrebbe affermato di non poter rinnovare il contratto alla docente in quanto non aveva smentito voci sulla sua omosessualità.

Il giudice inoltre avrebbe rilevato una “discriminazione collettiva” perché la condotta della scuola “ha colpito non solo la ricorrente, ma ogni lavoratore potenzialmente interessato all’assunzione presso l’Istituto”.

E come scrive il Corriere della Sera, secondo il giudice la docente “ha subito una condotta discriminatoria tanto nella valutazione della professionalità, quanto nella lesione dell’onore” perché “la presunta omosessualità dell’insegnante nulla aveva a che vedere con la sua adesione o meno al progetto educativo della scuola”.

La donna, per questioni di privacy ha voluto rimanere nell’anonimato.

Pubblico impiego: licenziamenti rapidi per i furbetti del cartellino e tante altre novità

Pubblicato il 21 Gen 2016 alle 10:21am

Sono davvero tante le novità uscite dal Consiglio dei ministri che ha dato il via libera ai primi undici decreti attuativi della riforma della Pubblica amministrazione e che passeranno ora al vaglio del Parlamento.

Interventi che vanno dal taglio delle partecipate all’accorpamento del corpo Forestale sino ad arrivare ai Carabinieri.

Ma il piatto forte è la stretta sui licenziamenti per i furbetti del cartellino. Licenziamenti rapidi per tutti i dipendenti che cercheranno di imbrogliare sulla timbratura del cartellino, in ambito pubblico, con conseguente piano di gestione dei lavoratori in esubero. Queste ed altre norme, arriveranno presto nel pubblico impiego, a sei mesi di distanza dall’approvazione in Parlamento del disegno di legge Madia.

Approvata anche la riforma delle classi di concorso, attesa dagli insegnanti e nel settore sanitario, per contrastare i fenomeni di lottizzazione. Ad esempio, i direttori generali dovranno essere scelti da un albo nazionale e in caso di mala gestione, mancato raggiungimento degli obiettivi, decadere.

Altro punto importante, riguarda la trasparenza, sui siti istituzionali le amministrazioni, a seconda del loro corebusiness, dovranno pubblicare il tempo medio di attesa delle prestazioni sanitarie o i debiti accumulati.

Infine, sarà ‘liberalizzato’ il diritto di accesso agli archivi pubblici (il Freedom of information act). Il cittadino avrà diritto a ricevere dati richiesti senza obbligo di motivazione entro 30 giorni, altrimenti per l’amministrazione scatteranno delle sanzioni

Grazie a Striscia, la Mediaset licenzia giornalista per due servizi taroccati

Pubblicato il 14 Mag 2015 alle 10:50am

Aveva confezionato due servizi su misura per due trasmissioni di Mediaset , ma aveva utilizzato lo stesso “personaggio” per interpretare una volta un rom truffatore e un’altra volta un fanatico islamista apologeta degli stermini dell’Isis. (altro…)

Roma, si cura il cancro ma al suo ritorno viene licenziata

Pubblicato il 15 Feb 2015 alle 11:40am

E’ successo a Roma, ad una donna di quarant’anni, Simona, che dopo duecento giorni di assenza su 180 permessi, è stata licenziata in tronco, perché malata. (altro…)

Papa Francesco licenzia il capo delle Guardie Svizzere, vuole meno rigore nel corpo militare

Pubblicato il 03 Dic 2014 alle 12:25pm

Papa Francesco rimuove il capo delle Guardie Svizzere dal suo incarico. Un annuncio a sorpresa apparso sulla prima pagina dell’Osservatore Romano, nella rubrica “Nostre informazioni”. (altro…)

Electrolux annuncia 2000 licenziamanti, a rischio anche gli stabilimenti in Italia

Pubblicato il 25 Ott 2013 alle 12:01pm

Il noto marchio Electrolux ha annunciato il taglio di 2.000 posti di lavoro, ovvero il 3% della propria forza lavoro visto il netto calo del fatturato del 29% dell’utile a 75 milioni di euro. (altro…)