Ospedale pediatrico Bambino Gesù: un intervento di ultima generazione che dona l’udito

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 04 Gen 2011 alle ore 10:38am


Dall’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma arriva la chirurgia di ultima generazione che dona l’udito.

” La fine del silenzio” così soprannominata, sarà possibile grazie agli impianti cocleari, che danno l’udito ai bambini nati sordi, consentendo loro di imparare a parlare. Tra 70 anni il linguaggio dei segni potrà completamente scomparire.

Questi interventi fanno sapere dall’ospedale sono ormai prassi comune.

Al Bambino Gesù è attivo da tempo un team di esperti che riesce ad effettuare “diagnosi neonatali precoci e ad adottare entro il primo anno di vita del bambino sordo tutte le tecniche efficaci per una comunicazione uditivo-verbale e di riuscire a seguirlo in tutto il percorso riabilitativo”.

Ci sono otorinolaringoiatri, audiologi, audioprotesisti, logopedisti, neuropsichiatri, psicologi che, in collaborazione con le famiglie dei piccoli, hanno messo a punto un approccio multidisciplinare tra i più innovativi ed efficaci nella lotta contro la ‘condanna al silenzio’.

Ricordiamo che questo ospedale, “con la sua esperienza trentennale nella microchirurgia dell’orecchio, con oltre tremila interventi eseguiti, si conferma come Centro d’eccellenza per il trattamento della sordità in età pediatrica”.