Dal lievito di birra si potrebbe ricavare un vaccino contro le infezioni fungine, a sostenerlo, una ricerca condotta dal California Institute for Medical Research e dal Santa Clara Valley Medical Center, diretta dal dottor David Stevens e pubblicata sul “Journal of Medical Microbiology”.

Uno studio che si è svolto in più fasi, attraverso dei test su topi da laboratorio.

I ratti, sono stati infettati con Aspergillus, un fungo portatore di aspergillosi: un’infezione che parte dai polmoni per poi colpire anche il cervello, il fegato e i reni.

Da qui, un primo gruppo ha ricevuto iniezioni a base di lievito di birra, Saccharomices cerevisiae inerte, mentre un secondo gruppo né è stato privato.

Gli scienziati, hanno allora evinto che il primo gruppo aveva vissuto di più e che i suoi organi interni erano meno danneggiati dal fungo.

Inoltre, secondo questi esperti, il lievito sarebbe stato capace di interferire con i danni a livello cellulare.

Per questo, tale gruppo di ricerca, è convinto che il lievito possa offrire sostanze utili contro i danni da altri 3 funghi: Candida, Cryptococcuse Coccidioides.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.