Sarebbero ben 515mila i lavoratori relegati per l’intero 2013 in cassa integrazione a zero ore, lo rivela la Cgil. Dall’inizio della crisi, nel 2008, il totale di ore supera i 5,4 miliardi.

Un terribile quadro questo, emerso per l’anno 2013. Il terzo peggior risultato degli ultimi quattro anni.

In parole povere, si tratta di un’astensione forzata dal lavoro per oltre mezzo milione di persone che ha portato a una perdita di oltre 4,125 miliardi, pari a 8mila euro in meno in busta paga per ogni singolo lavoratore.

Dati non di certo incoraggianti anche per il 2014, e neppure per il Nord, dove al primo posto per ore di Cig troviamo la Lombardia seguita dal Piemonte. Al centro la peggior regione è il Lazio, mentre al Sud la Campania.

I settori più colpiti, sono naturalmente quello meccanico e il commercio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.