lido per malati di sla
A San Foca in Puglia arriva il primo stabilimento balneare per bagnanti con malattie neuromotorie.

Il progetto si chiama ‘Tutti al mare’ ed è il risultato di una rete di donazioni che hanno permesso a San Foca di poter ospitare una simile struttura.

L’idea nasce da Gaetano Fuso, salentino affetto dalla sindrome della Sla, che con il suo motto ‘Io Posso’ un progetto congiunto tra Associazione no profit 2HE e Comune di Melendugno al fine di poter realizzare una simile struttura.

Inaugurata ieri pomeriggio alla presenza della presidente di 2HE, Giorgia Rollo, del sindaco di Melendugno Marco Potì, della referente provinciale AISLA, Orietta De Pascali, e di un ospite d’eccezione, Don Luigi Ciotti, padre fondatore di Libera.

‘Tutti al mare’ è rivolta a quanti soffrono di patologie neuromotorie ma che a coloro che non vogliono rinunciare ad andare al mare.

Nello specifico, il lido comprende postazioni composte da pedana e ombrellone che possono facilitare l’accesso al mare, di un parcheggio riservato e ad un wc completo e due docce esterne.

Da oggi e fino al prossimo 15 settembre, il servizio è offerto tutti con la presenza di personale qualificato e attrezzature medico-sanitarie adeguate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.