Le famose Espadrillas, oggi calzature di lusso

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 01 Lug 2017 alle ore 9:17am

Le famose scarpe con suola in corda e tomaia in tela di yuta o cotone, nate nelle zone rurali della Spagna e divenute celebri in tutto il mondo, negli anni Settanta, vengono riproposte in una nuova versione dai grandi nomi, dalle grandi marche.

Le prime espadrillas sono state inizialmente realizzate in Francia e Spagna. In Spagna le espadrillas sono conosciute come “espardenyes”, prodotte nella regione della Catalogna e anche nel mezzo dei Pirenei francesi. Scarpe simili alle espadrillas sono state infatti scoperte in una grotta spagnola e risalgono a 4.000 anni fa.

Le espadrillas tornano nel 2017 di moda e sono protagoniste delle collezioni estive di Chanel, Gucci e tanti altri.

La maison francese propone diverse varianti con la celebre C trapuntata sulla tomaia.

La casa di moda italiana invece le propone nei modelli più classici ma con tomaia logata con le doppie GG, oppure in versione zeppa altissima decorata con fiori. Alcott Los Angeles ha creato invece un mix tra espadrillas e sneakers, realizzando le calzature in canavas con la suola in corda finemente intrecciata.