Esercizi di meditazione che fanno bene alla linea

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 25 Dic 2018 alle ore 7:44am

Unire qualche esercizio di meditazione alla dieta potrebbe potenziarne gli effetti benefici sulla linea: uno studio clinico pilota pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism ha dimostrato che tecniche di meditazione mindfullless aiutano a dimagrire.

La ricerca è stata condotta da Petra Hanson dell’università di Warwick e ha coinvolto 53 pazienti tutti arruolati in un programma di dimagrimento della durata di sei mesi. Una parte (33 pazienti) del campione oltre a seguire la dieta ha anche frequentato 4 lezioni di mindfullness, imparando quelle che sono le pratiche di meditazione e la terapia cosiddetta della ”mente compassionevole” contro l’eccesso di autocritica e per aumentare la fiducia in se stessi. Ebbene rispetto ai 20 pazienti che hanno solo seguito la dieta, a distanza di sei mesi coloro che avevano anche frequentato le classi di mindfullness erano dimagriti in media quasi tre chili in più a parità di programma di dimagrimento seguito.

“I questionari che abbiamo somministrato ai pazienti indicano che l’allenamento mindfulness può aiutare a migliorare il loro rapporto col cibo”, dice Hanson. “Gli individui che hanno completato il corso mindfulness dicevano di essere migliorati nel pianificare i pasti e di avere acquisito più fiducia nelle proprie capacità di portare avanti la dieta. Simili corsi – conclude – potrebbero essere rivolti a una più ampia popolazione magari trasformandoli in strumenti digitali alla portata di tutti”.

“La pratica Mindfulness ha un enorme potenziale come strategia per raggiungere e mantenere salute e benessere”, ha dichiarato il coordinatore del lavoro Thomas Barber del Warwickshire Institute for the Study of Diabetes Endocrinology and Metabolism presso le University Hospitals Coventry and Warwickshire NHS Trust.

Ci sono alcune discipline, come lo yoga, che prevedono una parte della lezione dedicata proprio alle basi della meditazione e rappresentano un buon compromesso per avvicinarsi alla meditazione trascendentale.

Prova la meditazione per entrare in relazione con il tuo corpo e vivere meglio il tuo percorso di dieta. Puoi farlo anche a casa. Ci sono in commercio molte audio guide che ti forniranno le istruzioni per iniziare a praticare la meditazione e a recitare i mantra. All’inizio, dedica almeno 20 minuti al rilassamento e alla recitazione dei mantra. Piano piano sentirai il bisogno di aumentare il tempo.

Per iniziare ti serve solo:

un tappetino o uno stuoino
un luogo silenzioso e tranquillo
un cuscino su cui sederti
La meditazione può essere fatta in qualsiasi momento della giornata, ma sembrerebbe dare maggiori benefici se praticata al mattino, perché aiuta ad essere maggiormente produttivi ed energici nel corso della giornata.

I mantra più efficaci e i loro benefici
Mantra

Ne esistono molti che hanno significati diversi, noi ne abbiamo selezionati 6, adatti alla tua meditazione mattutina, per focalizzarti su te stessa, abbandonare le preoccupazioni e lo stress e liberare la mente.

OM: E’ il più famoso, si pratica già nelle primissime lezioni di yoga o body mind.
LOVE: anche questo è molto famoso e viene praticato per generare pace e amore dentro di te e intorno a te.
I AM: Lo dice il mantra stesso, serve a onorare te stesso e a metterti al centro di tutto.
SO-HUM: questo mantra significa “io sono divino” e viene praticato generalmente alla mattina per trovare la pace interiore.
LAM: ottimo per la salute della colonna vertebrale.
VAM: Questo mantra è collegato al chakra della sessualità e serve a migliorare la tua consapevolezza.

Il mantra è un suono, ovvero una successione di suoni sempre uguali, ripetuti per un certo numero di volte con lo scopo di “liberare la mente” dalle preoccupazione e dai problemi della vita di tutti i giorni permettendo così di ricongiungerti alla tua essenza più profonda.
Alcuni sono strettamente legati alla sfera del sacro e hanno come obiettivo quello di riunire la natura umana a quella divina.

Nella pratica induista ad esempio, i mantra vanno ripetuti 108 volte: questo numero è considerato quello necessario per abbandonare “i problemi terreni” e raggiungere la conoscenza spirituale.