Oggetti sartoriali per la cucina

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 05 Feb 2019 alle ore 6:29am

Gli oggetti della casa diventano sartoriali, come gli abiti. E’ questo il trend che emerge dalla 11ma edizione di HoMi, la rassegna internazionale degli stili di vita in FieraMilano a Rho.

Un cucchiaio o una pentola sono molto di più che dei semplici oggetti da cucina. Come i prodotti della Zwilling Group, che mette insieme le collezioni di 5 fabbriche per tutti gli accessori del principale ambiente domestico. In prima fila la Ballarini, che per i suoi 130 anni di vita propone anche una speciale padella celebrativa creata in 1889 esemplari numerati col manico personalizzato. Il cui costo è 155 euro.E ancora, sempre nel gruppo, la francese Staub, specialista negli oggetti di ghisa troviamo un cuocipollo intero studiato sia per il forno che per tutte le altre superfici per la cucina, costo 139 euro, ma il valore aggiunto è che quando non ‘lavora’ ha le sembianze di un elegante soprammobile. Schierati in un raccoglitore dall’effetto di una collezione troviamo poi i capolavori, i coltelli della giapponese Miyabi che fa lame da 7 secoli. E per i cuochi del Sol Levante è infatti ritenuto impossibile usare meno di otto coltelli in cucina con funzioni diverse, fino al coltello alveolato per i funghi. Infine la Sambonet, gioiello del Made in Italy di Orfengo, che fa parte del gruppo italiano ArcTurus può vantare la Rosenthal tra i suoi 10 brand. Per la Tailor Made è addirittura il nome scelto per un progetto di posate di design.

Insomma, la nanotecnologia, di speciale colorazione dell’acciaio, e lo sviluppo di ben 16 effetti di finiture vanno dalle posate lucide fino a quelle che sembrano essere uscite dopo 100 anni da un cassetto della bisnonna.