dicembre 28th, 2019

App e interazioni per allenarsi lontano dalla palestra

Pubblicato il 28 Dic 2019 alle 7:19am

Un modo nuovo per allenarsi e mantenersi in forma. Virgin Active Italia entra nell’era digitale con Revolution, un sistema innovativo in cui poter vivere l’esperienza di una classe dal vivo, senza trovarsi fisicamente al club. (altro…)

Gianni Morandi, “Stasera gioco in casa”: nuove date a Marzo 2020 al Teatro Duse

Pubblicato il 28 Dic 2019 alle 6:39am

Prosegue anche nel mese di marzo 2020, con 4 nuove date, la maratona di concerti di Gianni Morandi al Teatro Duse di Bologna, storico palcoscenico della sua città. Dopo il continuo sold-out delle date di questi mesi, incluso il Gran Gala di Capodanno, e per le crescenti richieste dei fans provenienti da tutta Italia, ‘Stasera gioco in casa’ andrà quindi in scena anche il 5, 12, 19 e 26 marzo, alle ore 21. (altro…)

Gessica Notaro, felice con il suo fidanzato Marco, che le regala un anello di fidanzamento

Pubblicato il 28 Dic 2019 alle 6:33am

Per Gessica Notaro è in arrivo un anno nuovo, che si preannuncia veramente straordinario! Sotto l’albero di Natale, ha infatti trovato una sorpresa davvero molto inaspettata. Un bellissimo e luminosissimo anello di fidanzamento che può significare solo una cosa: nozze in arrivo con il fidanzato Marco.

Non è passato molto da quando Gessica Notaro ha reso pubblico il fidanzamento con il compagno attuale. Una storia, la loro, nata circa un anno fa e che ha fatto riscoprire all’ex partecipante di Miss Italia il significato vero dell’amore. Il suo, come è noto, non è, infatti, un passato facile. Nel 2007 è stata vittima di un’aggressione molto violenta, da parte dall’ex fidanzato che le ha versato dell’acido in viso deturpandola del tutto.

La giovane, dopo una serie di interventi chirurgici molto delicati, è riuscita a ritrovare la sua naturale bellezza. Una vicenda complicata e difficile, molto sofferta da vivere.

Gessica però, l’ha sempre affrontata con il sorriso di sempre. Prendendosi la giusta rivincita contro chi le ha fatto del male.

“Molti di voi mi chiedono come faccio ad essere felice? Beh, la risposta è molto semplice! – ha scritto qualche giorno fa sul suo profilo Instagram – provate a cambiare atteggiamento dinnanzi ai problemi della vita. Ci saranno sempre, la vita è un continuo sali-scendi di emozioni positive e negative. Quindi vogliamo aspettare solo i “momenti buoni” per poter concederci di essere felici? Ma certo che no! La felicità è uno stato d’animo che per poter sopravvivere dentro di noi, nonostante le avversità della vita, ha bisogno di essere nutrito ogni giorno dal nostro atteggiamento positivo”.

A Natale, per lei, è arrivato un motivo in più per sorridere. Il fidanzato Marco, riservatissimo e sempre lontano dai riflettori e dal gossip, le ha regalato un anello che tutti hanno interpretato come una promessa di matrimonio. A mostrarlo a tutti proprio lei, la showgirl di Ballando con le stelle, tramite un post sui social. Un dono emozionante che l’ha lasciata senza parole:

“Eh si! Quest’anno Babbo Natale ha decisamente superato le mie aspettative. Senza parole”.

Sla, è possibile arrestarla con un’iniezione nel midollo

Pubblicato il 28 Dic 2019 alle 6:25am

La Sla è una malattia che mette in ginocchio chi ne viene colpito. Un test effettuato sui topi, lascia buone speranze in un possibile utilizzo in un futuro non troppo lontano sugli esseri umani.

Grazie infatti, ad un’iniezione, di un virus reso inoffensivo nel midollo spinale, è stato possibile, bloccare la malattia nei topi.

Tutte le informazioni nel dettaglio sono state riportate in un articolo della rivista Nature Medicine. Il principio di funzionamento di tale virus consente la “sconfitta” della malattia. La scoperta è stata fatta a San Diego, nell’Università della California.

Uno dei ricercatori della UC San Diego School of Medicine spiega che: “Al momento, questo approccio terapeutico offre la terapia più potente mai dimostrata in un modello murino di Sclerosi laterale amiotrofica legata a mutazione del gene SOD1″. I test hanno dimostrato che la stessa tecnica può essere applicata anche ai maiali che presentano un midollo spinale paragonabile a quello degli esseri umani.

Le iniezioni sono state fatte singolarmente a dei topi adulti che presentavano il gene Sod1 che era mutato senza, però, presentare i sintomi della SLA. In questo modo è possibile prevenire la degenerazione della malattia. Se, invece, i topi presentano già la SLA, allora il funzionamento è un po’ diverso: la malattia viene definitivamente sconfitta. La notizia che fa ben sperare, inoltre, è che non ci sono effetti collaterali a distanza di oltre un anno dall’iniezione.