Pediatri, 30 milioni di tamponi in autunno

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 30 Ago 2020 alle ore 6:11am

Servono 30 milioni i tamponi che dovranno servire il prossimo autunno e ci saranno anche corridoi alternativi per il triage iniziale. Questi gli interventi proposti dalla Società italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (Sipps) per arrivare preparati a una possibile recrudescenza del virus nei mesi autunnali.

Il lockdown, osserva il presidente Sipps Giuseppe di Mauro, “non sarebbe una strategia applicabile in una eventuale seconda fase epidemica. Serve predisporre efficaci misure di controllo dei contagi individuando tempestivamente i portatori del virus, nonché risalire e controllare tutti i loro contatti e isolarli per il tempo necessario”. Tre gli interventi necessarie secondo l’analisi di Ernesto Burgio, membro del gruppo specialisti Covid-19 della Sipps. In primis, preparare nei prossimi mesi un numero adeguato di tamponi, almeno 30 milioni, con la possibilità di ottenere il risultato in 24/48 ore massimo. Sarà importantissimo – consiglia l’esperto – anche validare i test rapidi”.